Come organizzare il materiale scolastico in casa: i consigli

Imparare a organizzare il materiale scolastico in casa è di fondamentale importanza: i consigli su come fare.

La scuola è cominciata da qualche settimana e, d’un tratto, la casa è totalmente invasa da libri, quaderni, penne. Nonostante si parta sempre con i migliori propositi, con il tempo ci si lascia andare ed ecco che è tutto sparso per casa.

Un’impostazione organizzata e consapevole può semplificare la vita di grandi e piccini. Come organizzare il materiale scolastico in casa?

Come organizzare il materiale scolastico in casa

Risulta fondamentale che, fin da bambini, si impari a tenere in ordine le proprie cose e a organizzare lo spazio. Non solo lo spazio degli armadi, ma anche quello occupato dal materiale scolastico. D’altronde, l’inizio delle lezioni corrisponde con il cambio di stagione e quindi è molto facile che in casa regnino il caos e il disordine. Lo zaino, così come i quaderni, l’astuccio, il diario e i libri meritano di essere riposti con cura. In questo modo, non solo la casa sarà in ordine, ma i bambini troveranno quello che cercano in maniera semplice e veloce. Le buone abitudini, però, devono venire dai genitori, i quali fungono da esempio per i figli.

Vediamo come organizzare il materiale scolastico in casa.

Preparare lo spazio

Innanzitutto, risulta opportuno scegliere lo spazio più adatto per riporre tutto il materiale. Naturalmente, dovrà essere facilmente raggiungibile dai bimbi ma anche abbastanza riparato. Alcune soluzioni possono essere un cassetto della scrivania, una mensola dello studio, un mobiletto in cucina, un piccola libreria in cameretta.

Una volta scelta la zona più adatta, si comincia a fare una bella e approfondita pulizia. Infatti, una volta riempiti, sarà difficile pulire i cassetti. Per mantenere profumato lo spazio, può essere utile riporre in fondo un sacchettino di lavanda.

Matite e pennarelli in astucci o portapenne

I bambini, si sa, conservano tutto ed è per questo che in casa ci si ritrova sempre pieni di matite e pennarelli. Si può iniziare a eliminare gli oggetti che non sono più utili o che non funzionano più, in modo da salvare solo il materiale recuperabile. Una volta finito di fare la cernita, si possono prendere degli astucci o dei barattoli per riporre matite, pennarelli e penne, in modo da tenere tutto a portata di mano.

Naturalmente, anche temperini, forbici e righelli vanno messi in una bustina o in un cassetto al riparo da cadute e sbeccature.

Zaini e libri

Quest’anno è ancora più importante fare attenzione alle norme igieniche, per cui è opportuno lavare lo zaino molto spesso. Se i bambini sono abituati a buttarlo a terra appena tornano a casa, allora meglio chiedere loro di metterlo sul tappeto o nell’armadio dell’ingresso.

Per quanto riguarda, invece, i libri e i quaderni il discorso è un altro. I primi possono essere tenuti su una mensola secondo diversi criteri di ordine. I secondi, infine, sarebbe meglio riporli stesi di piatto e impilati poi in uno scaffale. La copertina colorata, poi, aiuterà adulti e bambini a riconoscere il quaderno giusto da portare a scuola.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come lavare i vestiti dei neonati: i consigli per i genitori

Come vestire un bambino per Halloween: i costumi più particolari

Leggi anche
Contents.media