Notizie.it logo

Talco non talco: benefici e controindicazioni

talco non talco

Il talco non talco consiste in una emulsione morbida, commercializzata dalla linea ‘Fiocchi di Riso’ e che per il momento sta ottenendo esclusivamente recensioni positive da consumatori, blogger ed esperti. Anche i test di laboratorio praticati sul prodotto sembrano confermare la sua bontà e la sua efficacia. Il prodotto in questione contiene olio di oliva certificato biologico, amido e olio di riso. Esso può svolgere differenti funzioni, ma principalmente viene utilizzato come repellente per insetti, soprattutto zanzare durante la stagione estiva. Inoltre, ricopre un ruolo di protezione della pelle e dona sollievo da alcune irritazioni cutanee, in particolare la sudamina. Scopriamolo insieme e vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Migliori marche talco non talco

Il talco non talco è un prodotto della marca ‘Fiocchi di riso’, la prima a commercializzarlo. Sul mercato sono disponibili flaconi da 120 ml venduti singolarmente, in coppia o in confezioni da tre. Ovviamente, l’ultimo formato citato risulta il più conveniente, ma potete tranquillamente cominciare con l’acquistare un solo flacone per provare il prodotto e poi passare a quello triplo qualora decideste di continuare.

Per il momento, il talco non talco ha ricevuto esclusivamente recensioni positive sia da parte di chi l’ha analizzato che da parto di chi l’ha acquistato e testato personalmente su di sé o sui propri bambini. Il prodotto è composto di ingredienti di prima qualità e la componente naturale risulta preponderante. Inoltre, ogni lotto di produzione viene testato per l’1,4-diossano e per il Nickel.

Il talco non talco di Fiocchi di riso può essere trovato ovunque abitiate, poiché si tratta di una marca diffusa nelle profumerie e nei punti vendita su tutto il territorio italiano, isole incluse. Per ora, Fiocchi di riso è l’unica marca ad aver prodotto e commercializzato questa soluzione. La linea è famosa per rispettare l’equilibrio fisiologico della pelle nella scelta della composizione dei suoi prodotti. Infatti, lo scopo è quello di stimolare la naturale funzione della cute senza impiegare sostanze aggressive e principi a effetto barriera.

Tale filosofia si applica anche a questo nuovo emolliente.

I benefici

Se il nuovo talco non talco ha già riscosso un massiccio successo, nonché un’approvazione unanime, ciò dipende dai benefici che apporta e dalle sue numerose funzioni. Il suo ruolo preponderante consiste nella protezione dagli insetti e dalle loro punture. Tuttavia, a differenza dei numerosi prodotti in commercio che realizzano il medesimo fine, questa volta non si tratta di un repellente chimico. Come è possibile? Con calendula, olio di oliva, olio di riso e amido di riso, il talco non talco offre una miscela naturale, in grado di tenere lontani gli insetti grazie alle proprietà di depistaggio. In particolare d’estate, le zanzare pungono spesso, causando, oltre a prurito e bruciore, vere e proprie reazioni allergiche nei soggetti predisposti, che possono rivelarsi gravi quando si tratta di bambini o neonati.

Facciamo un po’ di chiarezza su come funziona l’attrazione delle zanzare verso gli esseri umani o altri animali.

Innanzitutto, a pungere è solo la zanzara femmina poiché le proteine presenti nel sangue di alcuni animali, tra cui noi, le consentono di portare a maturazione le uova, completando così il processo di riproduzione. Circola da decenni una leggenda secondo cui ad attirare le zanzare sarebbe il sangue dolce. Si tratta, appunto, di un mito, in quanto il cosiddetto ‘sangue dolce’ non esiste affatto. Ad attrarre la zanzara verso le sue vittime sono invece alcune sostanze emesse dalle stesse attraverso il corpo: acido lattico, sudore e anidride carbonica. I bambini sono più soggetti alle punture rispetto agli adulti per un motivo specifico. Grazie al loro rapporto superficie/peso, presentano un maggior numero di ghiandole sudoripare per centimetro quadrato, nonché una maggior dispersione. Sudando di più, attirano maggiormente questi insetti. Infine le zanzare, dopo aver punto qualcuno, lasciano sulla sua pelle dei feromoni in grado di attrarre altre femmine della stessa specie.

Il talco non talco offre una soluzione al problema, escludendo i repellenti chimici.

Il prodotto, infatti, agisce sulla termoregolazione cutanea e diminuisce la sudorazione, senza però occludere i pori, come invece farebbe un normale talco. Contiene, come abbiamo visto, componenti idratanti e lenitivi che permettono di aiutare la diminuzione dell’iperidrosi del corpo e la sudorazione eccessiva e maleodorante, in particolare di mani, piedi. La formula è stata studiata specialmente per i bimbi, ma risulta ideale per qualunque fascia di età, dai neonati agli anziani. Dunque, senza occludere i pori né avvelenare la pelle con sostanze nocive, è possibile abbassare la temperatura e limitare l’emissione di anidride carbonica, impedendo così alle zanzare di localizzarci.

Le controindicazioni

Il talco non talco non sembra presentare, né secondo gli analisti né secondo i consumatori, controindicazioni, almeno per il momento. Si tratta infatti di una formula delicata ed emulsionante. Proprio in quanto pensata appositamente per i neonati, la miscela deve adattarsi bene a qualsiasi tipi di pelle, anche la più delicata, senza provocare reazioni negative.

Al contrario, è indicata proprio nella cura di alcuni di quegli sfoghi cutanei. Perché sia sicuro al cento per cento, in ogni caso, è sempre meglio controllare tutti gli ingredienti per assicurarsi che non esistano allergie da parte propria o dei bambini. Inoltre, se nutrite qualche dubbio in merito all’efficacia del prodotto, è sempre meglio rivolgersi al dermatologo o al pediatra per chiedere un parere più autorevole che tenga anche conto delle singole caratteristiche della pelle della persona che lo utilizzerà.

Dove comprarlo

Ma, infine, dove è possibile acquistare questo tanto decantato talco non talco di Fiocchi di riso? Per la verità, non sarà difficile. Fiocchi di riso è una linea molto conosciuta e diffusa su tutto il territorio nazionale, isole incluse. Risulta particolarmente apprezzata proprio per la composizione prevalentemente naturale dei suoi prodotti e per la sua missione di trovare le soluzioni più possibile delicate e rispettose della pelle, pur senza rinunciare all’efficacia dei prodotti.

I prodotti della linea in questione, compreso il talco non talco, sono dunque disponibili nella maggior parte delle profumerie italiane e dei negozi per la cura della persona. Talvolta potrete trovarli, sempre nel reparto dedicato alla cura della persona, anche in ipermercati e supermercati e spesso persino nelle farmacie e nelle erboristerie, trattandosi di soluzioni naturali a problemi come quelli delle punture di insetti e della eccessiva sudorazione. Infine, se volete risparmiare e comprare il prodotto comodamente da casa, potete affidarvi come sempre all’e-shopping. Il talco non talco è disponibile su molti siti di commercio online, sempre in barattoli da 120 ml. Anche affidandovi a internet potete scegliere tra una confezione singola, doppia o tripla, a seconda delle vostre esigenze. Prima abbiamo inserito un link alla confezione tripla -la più conveniente, da scegliere se si conosce già il prodotto e si è riscontrata un’esperienza positiva-. Qui di seguito vi segnaliamo il singolo barattolo, ideale per chi non ha mai testato la soluzione e intende provarla per la prima volta.

Quanto tempo usarlo

Come abbiamo spiegato, il talco non talco non presenta controindicazioni. Infatti, è composto da elementi vegetali che riducono la sudorazione ma lasciano anche respirare la pelle e non occludono i pori. Per tale ragione, non esiste un limite di tempo massimo oltre il quale è il caso di smettere di utilizzarlo. Esso può essere impiegato in qualsiasi stagione ma, per ovvi motivi, risulta più indicato e necessario in estate. In questo periodo, infatti, le temperature alte causano maggiormente i problemi di sudorazione, che a loro volta attirano le zanzare, le quali compaiono con il caldo. La puntura di zanzare, in soggetti predisposti e soprattutto molto giovani, come i bimbi, può dare luogo a manifestazioni allergiche che possono tradursi in vere e proprie eruzioni cutanee.

Normalmente, evitare gli insetti non è possibile se non cospargendosi di sostanze chimiche che penetrano nella pelle e nel corpo. Il talco non talco rappresenta in questo senso la soluzione ideale. A base di elementi vegetali, la sua è una soluzione ipoallergenica che lascia traspirare la pelle e ne regola allo stesso tempo l’iperidrosi. Pur trattandosi di un prodotto innocuo, esso non deve essere impiegato troppe volte durante il giorno. Si tratterebbe principalmente di uno spreco, in quanto applicarlo più del dovuto non ne aumenterebbe comunque l’efficacia in nessun modo. Quante volte dovrebbe quindi essere applicato sulla pelle? I valori che riportiamo di seguito solo validi solo per gli adulti, mentre per bambini e neonati la frequenza diminuisce, come esporremo nel prossimo paragrafo. Se lo scopo con cui si impiega il prodotto consiste unicamente nella regolazione della sudorazione del corpo, allora sarà sufficiente applicarlo una o due volte al giorno per un adulto. Quando, invece, si vuole realizzare il cosiddetto effetto scudo per insetti, è necessario un utilizzo più intenso, che comunque non deve risultare eccessivamente ricorrente. Basterà infatti, durante il periodo diurno e serale, applicarlo ogni tre ore mentre, per quanto riguarda la notte, una applicazione prima di dormire sarà sufficiente.

Talco non talco per bambini

Pur consentendo un utilizzo efficace da parte di chiunque, il talco non talco è stato studiato e formulato appositamente per i più piccoli. Ma come deve essere utilizzato in questi casi? Innanzitutto, deve essere applicato meno spesso. Per regolare la sudorazione, su neonati e bambini è sufficiente una sola applicazione quotidiana. Con la funzione di repellente, invece, la frequenza si differenzia ulteriormente per le due categorie. In fase diurna e notturna, il prodotto deve essere utilizzato ogni cinque ore per i neonati e ogni quattro per i bambini. Per la notte, invece, c’è sempre un’unica applicazione prima del sonno.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaLo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da ...
Littlelife Mini Trolley Tartaruga - LittleLife
79 €
Compra ora
Prozis CoreHR - Smartband con cardiofrequenzimetro
24.99 €
Compra ora