Rientro a lavoro dopo la maternità: perché essere felici di ritornare non è sbagliato

Se siete a casa ormai da tanto tempo, e state iniziando a pensare al rientro a lavoro dopo la maternità, questi consigli su come affrontare il ritorno alla vita lavorativa possono esservi utili.

Che tu ti sia presa un mese di pausa per la maternità o che ti sia presa molto più tempo per essere un genitore casalingo, sentirti entusiasta di tornare al lavoro non ti rende una cattiva mamma. Dopotutto, cosa non c’è di entusiasmante nel guadagnare soldi in più, avere conversazioni con adulti (e non solo parlare tutto il giorno con il tuo piccolo) e svolgere compiti senza interruzioni costanti? Tuttavia, se ti senti in colpa per essere entusiasta di tornare al lavoro, non sei sola.

Molte mamme si sentono come se dovessero nascondere la loro eccitazione per il ritorno al posto di lavoro perché spesso c’è l’idea che le donne dovrebbero voler restare a casa.

Come crescono i bambini delle mamme che lavorano

C’è una convinzione diffusa che i bambini con mamme casalinghe godano di determinati vantaggi. E c’è anche la paura che i bambini cresciuti da genitori che lavorano siano in qualche modo svantaggiati.

Advertisements

Di fatto non è così: in effetti ci sono prove che avere una mamma che lavora fa bene ai bambini. Ad esempio, avere una madre nel mondo del lavoro influisce sul modo in cui i bambini vedono i ruoli di genere. Le mamme che lavorano possono anche incoraggiare i ragazzi a partecipare di più alle responsabilità domestiche. Da alcuni studi è emerso che gli uomini cresciuti da madri che lavoravano tendevano a trascorrere più tempo a prendersi cura dei membri della famiglia e svolgere le faccende domestiche.

Ecco alcune altre cose interessanti scoperte dai ricercatori:

  • I tassi di occupazione delle figlie adulte sono influenzati dall’occupazione della madre. Le donne hanno maggiori probabilità di avere un lavoro quando le loro madri lavorano. Indipendentemente dal fatto che le loro madri svolgano lavori di media o alta qualificazione, le donne cresciute da madri lavoratrici hanno maggiori probabilità di avere posizioni di supervisione rispetto alle donne le cui madri non erano impiegate.
  • Le mamme che lavorano possono incoraggiare i bambini a rimanere a scuola più a lungo. Uomini e donne cresciuti da madri occupate hanno dimostrato di avere un’istruzione significativamente maggiore rispetto ai bambini cresciuti da madri casalinghe.
  • Altri modelli di ruolo femminili influenzano le ragazze. Le mamme casalinghe possono influenzare le future carriere delle loro figlie mostrando loro altre donne che lavorano. I ricercatori hanno scoperto che è utile per le ragazze avere modelli di ruolo alternativi, come altri amici e familiari con una carriera.

Rientro a lavoro dopo la maternità: i vantaggi dell’asilo nido

Alcuni genitori temono che affidare i bambini all’asilo nido significhi che non riceveranno le cure e il sostegno di cui hanno bisogno per crescere. Ma la ricerca non supporta nemmeno queste preoccupazioni. In effetti, molti studi dimostrano che l’asilo nido può giovare allo sviluppo di un bambino. I ricercatori hanno scoperto che i bambini che hanno frequentato l’asilo nido si sono comportati meglio e hanno sviluppato migliori capacità sociali rispetto ai bambini che sono stati accuditi in ambienti domestici.

Le mamme che lavorano potrebbero essere più felici

Diversi studi hanno scoperto che le mamme che lavorano potrebbero essere più sane e più felici delle mamme che stanno a casa, e sono anche meno depresse delle mamme casalinghe. Sempre da questi studi, è emerso che le mamme casalinghe sperimentano meno emozioni positive.

Perché ti senti in colpa

Anche se la ricerca mostra che i bambini e le mamme spesso fanno meglio quando la mamma lavora, molte madri che lavorano provano molti sensi di colpa. E la colpa a volte può essere un’emozione confusa. Come mamma, ci sono buone probabilità che ti senta in colpa abbastanza spesso: quando tuo figlio è arrabbiato, quando tuo figlio insiste che sei cattivo, quando non puoi permetterti di far fare a tuo figlio le stesse cose che fanno i suoi amici. Quindi non sorprende che provare una certa felicità di tornare a lavoro possa portare un certo senso di colpa. Ma queste conclusioni e previsioni non sono radicate nella verità. Probabilmente derivano dalla tua convinzione (o paura) radicata che i bambini cresciuti da madri casalinghe godano di vantaggi specifici nella vita e che le buone madri stiano a casa con i loro figli.

I pericoli della colpa

Oltre ai pensieri negativi, i sentimenti di colpa possono portare ad azioni negative. Ad esempio, se il tuo senso di colpa ti convince che sei un cattivo genitore, potresti non provare mai a migliorare le tue capacità genitoriali. Invece, potresti rassegnarti al fatto che sei destinato a urlare ai tuoi figli quando sei arrabbiato. Potresti anche compensare eccessivamente i tuoi sentimenti di colpa facendo troppo per i tuoi figli. Forse non dici mai di no o lasci che mangino molto cibo spazzatura, perché allevia temporaneamente il tuo senso di colpa. Tuttavia, un senso di colpa inutile potrebbe anche portare all’auto-punizione. Se credi di essere una cattiva mamma perché vuoi tornare al lavoro, allora potresti decidere che non sei degno di passare del tempo con i tuoi amici. E potresti pensare di non meritare di comprare cose carine per te stesso – dopotutto, se non spendessi così tanti soldi, non dovresti lavorare, giusto? Per affrontare in modo sano questo senso di colpa, ricordati che non ci sono prove che le mamme lavoratrici crescono peggio i propri figli, e che se continui ad auto-incolparti, non sarai un esempio sano e positivo per tuo figlio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Settimana Mondiale Allattamento 2020: gli obiettivi e le iniziative

Covid-19, tamponi rapidi a scuola: come funzionano

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • ragazzo denuncia genitoriUn ragazzo vuole denunciare i genitori per averlo concepito

    Un ragazzo ha denunciato i propri genitori, entrambi avvocati, per averlo concepito senza chiedergli il permesso.

  • 
    Loading...
  • Mio figlio mi rifiutaTuo figlio ti rifiuta? I possibili motivi per cui lo fa

    “Mio figlio mi rifiuta”: ecco alcune possibili cause del perchè il bambino respinge i gesti d’affetto di mamma e papà.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.