Non sto allattando al seno. Il mio latte materno si asciugherà da solo?

Cosa succede al latte materno quando non allatti? Ecco cosa devi sapere.

Non sto allattando al seno: il mio latte materno si asciugherà da solo? Sì, ma ci vorrà circa una settimana perché il tuo corpo riceva il messaggio. Come i mammiferi, le donne sono biologicamente programmate per produrre latte per la loro prole.

Il processo inizia durante la gravidanza. Avrai notato che i tuoi seni cominciano a secernere colostro (latte materno precoce) a partire dalle 16 settimane di gravidanza.

Il parto del tuo bambino e la placenta mandano un messaggio al tuo corpo per iniziare a produrre molto latte. Che tu abbia intenzione o meno di allattare, il tuo seno sarà più pieno e più pesante quando arriverà il tuo bambino. L’ormone che produce il latte materno si chiama prolattina.

Se non lasci uscire il latte attraverso l’allattamento o il pompaggio, il tuo corpo comincerà a secernere il fattore inibitore della prolattina (PIF). Il PIF invia al tuo cervello il segnale che il latte non è necessario e gradualmente ne viene arrestata la produzione.

Cosa succede al latte materno quando non allatti?

Se non stai allattando o pompando al seno, in genere ci vogliono da sette a dieci giorni dopo il parto per tornare a un livello ormonale non gravido/non lattiginoso.

Durante questo periodo, potresti sentire qualche disagio se i tuoi seni si ingorgano di latte. Probabilmente scoprirai che indossare un reggiseno di sostegno ti farà sentire più a tuo agio, ma non stringere troppo i tuoi seni. Farlo può portare a problemi come la mastite e i dotti tappati. Come minimo, ciò aumenterà il tuo disagio.

Puoi anche provare ad applicare impacchi freddi o di ghiaccio (un sacchetto di verdure congelate funziona bene) e prendere farmaci antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene. Queste misure non ti faranno produrre meno latte, ma possono aiutarti a sentirti più comoda. Se sei davvero a disagio, va bene spremere una piccola quantità di latte per alleviare l’ingorgo. Tuttavia tieni a mente che spremere regolarmente comunica al tuo corpo di produrre più latte e ritarda il tempo necessario per fermare la produzione di latte materno. A meno che non sia davvero a disagio e voglia far uscire un po’ di latte, vorrai tenere il seno lontano dall’acqua calda della doccia, anche perché ciò può stimolare la produzione.

Alcuni medici credono che applicare il cavolo crudo al seno aiuti ad alleviare il disagio e a ridurre la produzione. Per prima cosa, metti le foglie di cavolo ben fredde nel frigorifero o nel congelatore. È sicuro e vale la pena provare.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vene varicose: come trattarle dopo la nascita del bambino

Cosa succede alla vagina dopo il parto?

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Loading...
  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • Vestiti pre-gravidanzaVestiti pre-gravidanza: potrai indossarli di nuovo?

    Ogni volta che ti senti frustrata dal tuo aspetto, prendi il tuo bambino e vai allo specchio più vicino.

  • ScatolaUnboxing: cos’è e quali rischi comporta per i bambini

    Il fenomeno dell’unboxing riscuote un successo sempre maggiore ma, pur essendo perlopiù innocuo, può rappresentare dei rischi per i più piccoli.

Contents.media