Notizie.it logo

Come gestire una nuova relazione dopo divorzio e figli

Come gestire una nuova relazione dopo divorzio e figli

Rifarsi una vita dopo il divorzio è una grande sfida per chi ha dei figli. Tuttavia, con un buon dialogo, comprensione ed una gestione ottimale del proprio tempo, iniziare una nuova relazione non è affatto un utopia.
Consigli
1. Parla con i tuoi figli. Per una persona divorziata è difficile iniziare un nuovo rapporto sentimentale perché, generalmente, ad un figlio non piace l’dea che i suoi genitori abbiano nuove relazioni con altre persone. Tuttavia, grazie ad un dialogo onesto ed aperto, la maggior parte dei ragazzi comprende il desiderio del genitore di rifarsi una vita. La via che porterà i tuoi figli ad accettare il tuo nuovo partner è lunga, ma alla fine accadrà.
2. Sii responsabile. Quando inizi una nuova relazione, potresti farti tentare dallo stare fuori fino a tardi o per tutta la notte. In questo modo, non dai un buon esempio ai tuoi figli e sarai anche più vulnerabile. Quindi, vacci piano e fai un passo alla volta perché, per una persona che ha dei figli, questo è il modo più sano per ricostruirsi una vita dopo il divorzio.
3.

Gestisci correttamente il tuo tempo. I genitori single devono imparare a destreggiarsi abilmente tra i vari impegni che hanno. La priorità va data ai figli, al lavoro e alla gestione della nuova casa e, in secondo luogo, al nuovo partner. Fare una lista dei compiti quotidiani da svolgere e darsi dei tempi più o meno precisi entro cui portarli a termine è il metodo più efficace per non trascurare i propri impegni, né la nuova relazione senza farsi sopraffare dalla stanchezza.
4. Dividi la settimana in giorni da dedicare ai figli e giorni da dedicare al partner. Quando sei con i tuoi figli o con il partner, fai in modo che il tempo che passate insieme li faccia sentire speciali. Presto o tardi, tutte le persone a cui vuoi bene impareranno a “condividerti”.
Avvertimento
Non dire mai ai tuoi figli che il nuovo partner è migliore del tuo ex coniuge. Anche se non ti piace, devi sempre rispettare l’alto genitore e preservare il rapporto tra lui/lei e i vostri figli.

© Riproduzione riservata
Leggi anche