Notizie.it logo

Quanto tempo dopo il ciclo si può rimanere incinta?

rimanere incinta

Ciclo-ovulazione-gravidanza: tutto quello che c'è da sapere per scoprire quanto tempo dopo il ciclo si può rimanere incinta.

La gravidanza è uno dei momenti più belli nella vita di una donna. Tuttavia, non sempre è programmabile con esattezza. Non tutti i cicli sono uguali, non tutti durano 28 giorni. Dunque, qual è esattamente la relazione tra il ciclo e ovulazione, tra ciclo e gravidanza? Quanto tempo dopo il ciclo si può rimanere incinta? Scopriamo la correlazione tra ciclo, ovulazione e gravidanza.

Gravidanza

Ogni gravidanza ha inizio con il concepimento. Il concepimento è un meccanismo complesso che si innesca nel corpo della donna nel momento in cui l’ovulo viene fecondato dallo spermatozoo. Tutto, in questo momento, deve avvenire in maniera perfetta. Il tutto ha inizio con una selezione naturale ferrea che si compie nell’utero della donna durante il rapporto d’amore e successivamente. Solo uno su 500 milioni di spermatozoi raggiunge la cellula uovo e la feconda. Da questo momento ha inizio la nascita della vita.

Ma è possibile sapere quando avviene l’ovulazione? Quanto tempo dopo il ciclo si può rimanere incinta?

Ovulazione

L’ovulazione è fattore determinante per l’avvio del processo di concepimento e sviluppo della vita.
Ogni donna in salute e in età fertile attraversa cicli mensili durante i quali l’ovaio rilascia un uovo maturo che viaggia lungo le tube di Falloppio.

Qui rimane per circa 12-24 ore e può essere fecondato.

Fecondazione

La fecondazione dell’ovulo da parte dello spermatozoo può avvenire fino a 3 giorni dopo il rapporto sessuale in quanto l’ovulo è fertile può mantenersi fertile per circa 24 ore e gli spermatozoi sopravvivono fino a 5 giorni dopo il rapporto.

Se uno spermatozoo feconda un uovo durante l’ovulazione, quest’ultimo risalirà le tube e si impianterà nella parete uterina. In caso contrario, l’uovo non fecondato scenderà nell’utero e verrà espulso con le mestruazioni circa 2 settimane dopo.

Lunghezza del ciclo

La lunghezza del ciclo mestruale permette di determinare con maggior precisione quali sono i giorni di ovulazione (anche detti “giorni fertili”), ossia i giorni migliori per tentare il concepimento, se questa è la vostra volontà.

Il ciclo femminile è misurato in giorni che vanno dal primo giorno di flusso mestruale fino al primo giorno del mestruo successivo.

In media, un ciclo regolare ha una lunghezza che varia da 28 a 32 giorni.

Tuttavia, non per tutte le donne il ciclo è regolare, potrebbe infatti durare di meno o di più.

Nelle donne con ciclo regolare di circa 28 giorni, i giorni fertili coincidono con il 12° e 16° giorno. In questi mesi avviene l’ovulazione ed aumentano le probabilità di rimanere incinta. Ciò significa che, nei giorni immediatamente successivi al ciclo mestruale o durante, non si è fertili. Le possibilità di rimanere incinta sono pressoché nulle.

Cicli irregolari

Per molte donne, invece, il ciclo è più breve (inferiore ai 28 giorni) oppure più lungo (superiore ai 32) e ciò fa sì che l’ovulazione non coincida esattamente con la metà del ciclo.

Nelle donne con un ciclo di lunghezza inferiore ai 28 giorni l’ovulazione può avvenire prima, anche 5 giorni dopo il flusso. Se si ha un rapporto in questo periodo dunque, dato che gli spermatozoi sopravvivono nelle tube per circa 5 giorni, è possibile che si rimanga incinta durante e dopo il mestruo.

Tra una mestruazione e l’altra possono, inoltre, verificarsi delle perdite che, se scambiate per flusso mestruale vero e proprio, possono fuorviare nel calcolo dell’ovulazione.

In questo caso, se si hanno rapporti, è possibile rimanere incinta.

Ovulazione doppia

Ciò avviene quando le ovaie che hanno già rilasciato un ovulo non fecondato e che ha provocato mestruazione, rilasciano dopo qualche giorno un altro ovulo.

Questo rimanendo in circolazione fino a 24 ore dopo il rilascio, potrebbe essere fecondato e dunque originare una gravidanza.

Ovulazione precoce

Se l’ovulazione non avviene a circa metà ciclo, si definisce precoce. In questo caso ciò potrebbe fuorviare e rendere nulli i calcoli per stabilire i giorni fertili e quelli non fertili.

Se l’ovulo rilasciato non viene fecondato verrà espulso tramite mestruazione, in caso contrario è possibile rimanere incinta.

Anomalie simili sono più frequenti nelle donne che hanno più di 35 anni.

Fattori d’influenza

Oltre a irregolarità legate al ciclo ci sono fattori esterni che influenzano l’ovulazione e permettono o meno di rimanere incinta anche dopo il ciclo.

Tra questi ricordiamo lo stress, l’ansia, l’alimentazione, l’età e i farmaci.

Rimanere incinta

Dopo il ciclo si può rimanere incinta, dunque, se la lunghezza dello stesso non è regolare, si ha doppia o prematura ovulazione, oppure ancora è influenzato da fattori esterni.

In questi casi è possibile rimanere incinta anche durante o fino a 5 giorni dopo il flusso mestruale.

In caso, invece, di ciclo regolare devono essere calcolate 2 settimane dopo il ciclo per poter rimanere incinta.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Sangalli Alghe Dimagranti x 3 Concentrato Fluido 100ml
46.4 €
Compra ora
Chicco Telefonino Vibra & Scatta - Chicco
12.9 €
Compra ora
Prozis Leggings Power Up - Never Fail
20.99 €
Compra ora
Nuby Set da pesca per il bagnetto - Nuby
14.5 €
Compra ora