Notizie.it logo

Mal di testa: trattamenti sicuri in gravidanza

mal di testa

Mal di testa

Se siete come la maggior parte delle persone, potete affrontare un mal di testa con un antidolorifico da banco. Quindi vi ricaricate e andate avanti con la vita frenetica. Se sei incinta, però, il tipo di farmaco che si può prendere è seriamente limitato. È una crudele ironia, dal momento che alcuni dei tratti distintivi tipici della gravidanza– come l’ affaticamento, la glicemia bassa e gli sbalzi d’umore ormonali..–possono anche scatenare il mal di testa.
In generale, la maggior parte delle emicranie sono considerate mal di testa, e solitamente descritte come una stretta fascia di dolore intorno alla testa e, talvolta, sul retro del collo. I fattori emotivi (come lo stress) spesso li causano, ma c’è una vasta gamma di cause fisiche . L’ affaticamento della vista (dovuto a scarsa illuminazione o al fatto di star seduti troppo a lungo davanti ad un computer), ad esempio, può portare a mal di testa.

Mal di testa del seno (un dolore dietro la fronte, sulle guance o sul ponte del naso) sono meno comuni, ma accadono se un’infezione o un’ allergia provoca un’ infiammazione che blocca il muco drenante nel naso. Infine, ci sono le emicranie vere. Se le hai sopportate, sai che la parola “mal di testa” non descrive abbastanza il dolore debilitante, che è spesso associato a nausea o sensibilità alla luce o ai rumori. Una vasta gamma di cose può dar luogo alle emicranie, inclusi cambiamenti del tempo, i cicli mestruali ed alcuni alimenti.

Perché fa male la testa?

Le donne avvertono spesso la tensione mal di testa durante il primo trimestre. “È più probabile a causa delle fluttuazioni degli ormoni,” dice Sheena Aurora, MD, direttrice del centro svedese di mal di testa, a Seattle. “Nel secondo trimestre,” lei dice, il dolore scompare perché “gli ormoni sono costantemente alti.”
Naturalmente, ci sono molti altri motivi possibili che causano pulsioni alla tua testa . “Chiedi a te stessa, ‘I miei mal di testa sono stimolati da qualcosa nella mia dieta?'” dice Lillian Schapiro, MD, una ginecologa ad Atlanta.”‘ Quali farmaci sto assumendo? A che ora del giorno essi accadono? C’ è qualcosa che posso cambiare?'”
Nel terzo trimestre, quando si sta portando un sacco di peso supplementare, considera che la cattiva postura potrebbe essere un fattore scatenante del mal di testa.

Lo sforzo sul collo e spalle potrebbe portare a spasmi muscolari, che possono irritare i nervi dietro la testa. O si potrebbe sviluppare il rafforzamento muscolare e spasmi dormendo con la testa in una posizione innaturale.

Traccia il tuo punto più sensibile

Rendendosi conto di che cosa avesse portato il suo mal di testa ha fatto la differenza per Margaret Delle nativa di Pittsburgh. “La mia ostetrica sospetttava che potrebbe essere stato causato da disidratazione,” dice. “Mi ha consigliato di tracannare enormi quantità di acqua. Ha funzionato a meraviglia!” (Altri segni di disidratazione includono urine giallo scuro o una sensazione di intontimento). “L’utero usa un sacco di sangue,” spiega la Dottoressa Schapiro. (un flusso di sangue uterino nutre il tuo bambino .) “Quindi se non assumi molti liquidi, ci sarà più pressione su altre parti del corpo.” Per alcune donne può portare a mal di testa.
La tua soluzione al mal di testa potrebbe non essere facile come l’ acqua potabile.

Ma potrebbe essere una questione di mangiare più piccoli pasti più frequentemente (per evitare la glicemia bassa), facendo un pisolino quotidiano (per evitare l’esaurimento) o praticare una buona postura (per evitare strappi muscolari). Se senti che gli effetti sono dovuti alla caffeina, la cura potrebbe essere semplicemente smettere per un po’ di berne. Dice la Dottoressa Aurora, “il mal di testa da caffeina comporta un suo ritiro solo per due o tre giorni.”
Alcuni mal di testa sono più difficili da guarire. Se il problema è un’infezione del seno, tieni un impacco caldo intorno agli occhi e al naso per il sollievo. “Si sta cercando di ammorbidire il muco dentro e farlo venire fuori,” dice la Dottoressa Schapiro. Chiama il tuo medico se il dolore è accompagnato da febbre, poiché potrebbe essere necessario un ciclo di antibiotici. Se vuoi provare un metodo naturale per trattare una cefalea tensiva, tieni un impacco freddo o un impacco ghiacciato alla base del collo.

“Si tenta la costrizione dei vasi sanguigni sporgenti,” dice la Dottoressa Schapiro.

Farmaci sicuri

Per fortuna, non tutti gli antidolorifici sono off-limits. Che è una notizia felice per Kim Battista, di Bridgeport, Connecticut, che ha combattuto il mal di testa nel corso di due gravidanze. “Ho avuto tre infezioni del seno negli ultimi quattro mesi”, dice. “Non è stato divertente!” La signora Battista ha usato per curare un mal di testa un’ aspirina e il riposo per 20 minuti. “Ma quando state 16 mesi a casa, non c’è nessun riposo,” dice. “E quando sei incinta, non c’è nessun Advil!”
È vero: i medici sconsigliano di antidolorifici come l’ibuprofene (Advil), naproxene (Aleve) e l’ aspirina. Scoraggiano anche farmaci contenenti i triptani (come Imitrex Amerge e Relpax). Ma la maggior parte dei medici prescrive acetaminofene (Tylenol) all’interno di linee guida di dosaggio. (La Dottoressa Aurora suggerisce di prendere non più di due o tre compresse di 500 milligrammi alla settimana).
Se il medico determina che avete bisogno di qualcosa di più forte,potrebbe anche suggerire un farmaco che contiene paracetamolo e un lieve sedativo o narcotico (Darvocet o Fioricet). “All’inizio, ho veramente provato a non prendere medicine,” dice la signora Battista.

“Ma una volta preso Fioricet, ho capito che era molto meglio.”
Se si opta per una pillola, assumerla, non appena si sente il dolore. Dice la Dottoressa Aurora, “una volta che il mal di testa si prolunga, i nervi [che causano il dolore] diventano più attivi.” Ma prima controlla con il medico, che conosce la vostra storia medica, che altri farmaci potete assumere. Se il dolore è accompagnato da nausea o da perdita grave della visione , il medico ti vuole visitare subito. Potrebbe essere un problema più serio, come la preeclampsia (un disordine di gravidanza che causa l’ alta pressione sanguigna). O, in casi molto rari, la gravidanza può portare alla luce una condizione di salute in precedenza sconosciuta. Ad esempio, qualcuna con una lesione vascolare al cervello non avrebbe mai potuto mostrare i sintomi di questa condizione fino a quando è rimasta incinta..–quando l’aumento della pressione sanguigna di gravidanza influisce sulla sua condizione. In tal caso improbabile, saresti ammessa all’ospedale per il successivo monitoraggio.

Riguardo le emicranie?

L’emicrania è più di un mal di testa; è una condizione neurologica che comporta un dolore molto più grave.

Di chi soffre di emicrania, 30 milioni negli Stati Uniti, circa l’ 80 per cento sono donne. Ma ci sono buone notizie: il 58 per cento delle donne ritiene che le loro emicranie spariscano (o almeno diventino più miti) durante la gravidanza. Per il resto, esse scompaiono dopo il primo trimestre. Infatti, per molte donne, le emicranie dipendono dalle fluttuazioni ormonali intorno loro cicli. Ma una volta rimaste incinte ed aver passato il primo trimestre, i loro ormoni rimangono ad un livello costante.
Che è quello che è successo a Brandy Surber, di Stanaford, nel West Virginia. “Da quando sono rimasta incinta, ho avuto meno emicranie,” dice. “Durante il mio primo trimestre, però, ne ho sperimentate tre o quattro”. Quando ha contattato il suo medico, ha capito che il suo farmaco che assumeva regolarmente era off-limits durante la gravidanza.
Infatti, gli antidolorifici per l’ emicrania pù popolare sono considerati di categoria C, il che significa che non sappiamo se sono sicuri o no, dice Merle Diamond, MD, direttore del centro sulle emicranie a diamante, a Chicago. Aggiunge, tuttavia, che in alcuni casi, un medico potrebbe determinare che un FANS ( farmaco anti-infiammatorio non steroideo) è nel migliore interesse della sua paziente. Un’altra classe di farmaci contro l’ emicrania, derivati di ergotamina (come Cafergot), è di categoria x. “Non utilizzare mai, mai,” dice il Dr. Diamond. Questa mancanza di opzioni ha frustrato la signora Surber, che dice che prima di diventare incinta, “Io ero abituata a trattare le mie emicranie invece di cavalcarle.”
Il problema è ancora più difficile per le donne (una minoranza sfortunata) le cui emicranie diventano più intense e frequenti durante la gravidanza. Così che cosa può fare una malata di emicrania? “Concentrarsi sul tentativo di impedirle,” dice la Dottoressa Aurora. Lei suggerisce opzioni non farmacologiche come il biofeedback, la terapia fisica, i massaggi o l’ agopuntura. Gradualmente, la signora Surber ha trovato modi naturali per gestire il suo dolore. “Esso è diminuito alzando le gambe, bevendo più acqua e schiacciando un pisolino di 30 minuti,” dice.
Chiedi al tuo medico le opzioni vitali invece di farmaci. “Usiamo il Tylenol con codeina abbastanza comodamente,” dice il Dr. Diamond. I Beta-bloccanti, che sono usati per abbassare la pressione sanguigna, possono anche prevenire l’emicrania sono considerati relativamente sicuri durante la gravidanza. Se il dolore è accompagnato da vomito, il medico potrebbe prescrivere un farmaco anti-nausea come Zofran.
Le emicranie possono essere dolorose, ma tenete a mente che la maggior parte dei mal di testa sono innocui. Anche le emicranie non hanno dimostrate di costituire un rischio per il vostro bambino. Ecco un promemoria incoraggiante : “una volta che”si interrompe un mal di testa, dice la Dottoressa Schapiro, ” di solito si ferma [per bene].” Così puoi concentrarti sui tuoi altri sintomi di gravidanza.

trattamenti a prima vista

Mentre la vostra scommessa migliore è quello di trattare il mal di testa con mezzi naturali, a volte ciò non succede. Prima di prendere qualsiasi farmaco (anche un antidolorifico come Tylenol), rivolgiti al medico. Chiamalo se i trattamenti non funzionano, o se il tuo mal di testa peggiora o diventa più persistente. Ecco che cosa è sicuro..–e cosa non lo è.
Più sicuri: metodi naturali (ad esempio un massaggio dal vostro partner, impacchi freddi o caldi, un bagno); Non sicuri: acetaminofene (Tylenol), farmaci da prescrizione contenenti paracetamolo e un lieve sedativo o stupefacente (ad esempio Darvocet o Fioricet) non sono consigliati : antidolorifici come l’ibuprofene (Advil), naproxene (Aleve) e aspirina sono off limits:

originariamente pubblicato nel numero di settembre 2007 nella rivista American Baby.

Tutti i contenuti di questo sito Web, compreso il parere di un medico ed eventuali altre informazioni relative alla salute, sono solo a scopo informativo e non devono essere considerati un piano di diagnosi o trattamento specifico per ogni situazione individuale. L’ uso di questo sito e le informazioni ivi contenute non creano un rapporto medico-paziente.
Chiedete sempre la consulenza diretta del medico in relazione a eventuali domande o problemi, che possono insorgere per quanto riguarda la propria salute o la salute degli altri.

© Riproduzione riservata
Leggi anche