Le migliori posizioni per il travaglio attivo

Ecco cos'è il travaglio attivo, cosa fare in questa fase e quali sono le posizioni migliori.

Le migliori posizioni per il travaglio attivo vi permetteranno di provare grande sollievo. Quando non sarete più in travaglio precoce e sarete passate al travaglio attivo, sentirete una grande differenza quando il vostro corpo si impegnerà per far nascere il vostro bambino.

Riconoscerete il cambiamento perché avrete contrazioni forti e costanti che renderanno innegabile che siete davvero in travaglio.

Se vi state chiedendo che cos’è il travaglio attivo, che cosa fare in questa fase del travaglio e quali sono le posizioni migliori da fare durante il travaglio attivo, ecco che cosa dovete sapere.

Che cos’è il travaglio attivo?

Ci sono tre fasi nella prima fase del parto: il travaglio iniziale, il travaglio attivo e la transizione.

Il travaglio attivo si ha quando la cervice è dilatata di 6 centimetri e/o le contrazioni sono a distanza di 5 minuti l’una dall’altra, ogni contrazione dura 1 minuto ed è un andamento costante per 1 ora. Questa è nota come la regola del 5-1-1. Le contrazioni sono più forti, più lunghe e più ravvicinate e non rallentano se si cambia ciò che si sta facendo o se si cambia posizione.

A questo punto il medico vi consiglierà di recarvi in ospedale.

Le posizioni migliori per il travaglio attivo

Squat

Lo squat è un’ottima posizione da assumere durante il travaglio attivo perché aiuta ad allargare l’apertura del bacino. Quando il bacino si allarga, il bambino si sposta verso il basso e la sua testa preme sulla cervice. La pressione della testa del bambino contro il collo dell’utero lo aiuta ad aprirsi e a dilatarsi. Questa è una buona cosa perché è necessario che la cervice si dilati fino a 10 centimetri per poter iniziare a spingere.

Inclinazione in avanti

Una posizione comune che le donne assumono naturalmente quando hanno una contrazione è quella di piegarsi in avanti. Stare in piedi piegandosi in avanti è un’ottima posizione da assumere durante il travaglio attivo. Permette di sfruttare la forza di gravità e di incoraggiare il piccolo a scendere. Di conseguenza, la dilatazione tende a verificarsi più rapidamente. Inoltre, dà alla partoriente qualcosa a cui appoggiarsi durante le contrazioni. Non solo, sporgersi in avanti aiuta a mantenere il bambino in una posizione favorevole e lontano dalla schiena. Questo è molto utile in caso di travaglio di schiena.

migliori posizioni per il travaglio attivo

Salire le scale

Se volete accelerare il travaglio o far ruotare il bambino in una posizione più ottimale, potete salire le scale. Salire le scale apre il bacino e provoca un movimento di dondolamento e inclinazione in avanti e indietro. Stare in posizione eretta e aprire il bacino sollevando la gamba a ogni passo permette alla gravità di fare il suo lavoro per far scendere il bambino. Questo aiuta il bambino a impegnarsi sulla cervice per facilitare la dilatazione.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come decidere se avere un parto naturale o ripetere il cesareo

Il parto è più mentale che fisico: ecco perché

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media