Kegel: come si fanno e perché sono importanti

Se eseguiti correttamente, con il tempo i muscoli possono diventare più forti. Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui è necessario evitare.

Kegel è il nome della contrazione volontaria che si può effettuare con i muscoli del pavimento pelvico (PFM). Questa contrazione comporta un irrigidimento e un sollevamento circonferenziale dei muscoli del pavimento pelvico. Se eseguita correttamente, con il tempo i muscoli possono diventare più forti.

Che cosa sono i PFM?

Il pavimento pelvico è composto da muscoli, organi e tessuto connettivo. I PFM sono un’amaca di muscoli che si trovano nella parte inferiore del bacino. Svolgono quattro funzioni principali:

  • Continenza: questi muscoli permettono di trattenere la vescica e l’intestino finché non si decide che è il momento giusto per farlo, non nel bel mezzo di una corsa o di una lezione di ginnastica.
  • Sostegno degli organi: i muscoli aiutano a mantenere il colon, l’utero e la vescica sollevati.
  • Postura: i muscoli lavorano di concerto con gli addominali come parte del sostegno del core e del controllo posturale.
  • Piacere sessuale: i PFM contribuiscono a migliorare la capacità di avere orgasmi e a potenziarne la forza.

Perché eseguire i Kegel?

Muscoli del pavimento pelvico forti aiutano a ridurre la probabilità di avere disfunzioni del pavimento pelvico, come il prolasso degli organi pelvici e le perdite di urina. La disfunzione del pavimento pelvico si verifica quando i muscoli non funzionano correttamente per aiutare le quattro funzioni di cui sopra e può causare perdite di pipì quando si arriva alla porta di casa, perdita di urina quando si ride, si tossisce o si starnutisce, dolore durante il sesso, costipazione e discesa degli organi verso il basso.

Esistono diversi tipi di disfunzione del pavimento pelvico: sottoattivo o “debole” e iperattivo o “teso”. Le persone con il pavimento pelvico debole hanno perdite di urina o di feci quando ridono, tossiscono, starnutiscono, fanno esercizio fisico o entrano in casa. I muscoli deboli possono anche essere percepiti come pesantezza del pavimento pelvico. I sintomi di un’iperattività dei muscoli del pavimento pelvico includono stitichezza, dolore durante i rapporti sessuali, dolore al coccige e dolore quando ci si siede.

Se pensate: “Beh, ho delle perdite, quindi devo avere un pavimento pelvico debole”, sappiate che è possibile avere contemporaneamente un pavimento pelvico “debole” e “teso”. Se sospettate che il pavimento pelvico sia debole, rivolgetevi a un terapista del pavimento pelvico.

kegel gravidanza

Quando NON fare i Kegel

Nonostante la chiara evidenza che i Kegel possono aiutare a ridurre la disfunzione del pavimento pelvico, ci sono momenti in cui i Kegel sono la cosa sbagliata da fare. Se rientrate nella categoria dei muscoli del pavimento pelvico iperattivi, i Kegel probabilmente non faranno altro che esacerbare il problema. Se soffrite di rapporti sessuali dolorosi, difficoltà a svuotare l’intestino o la vescica o dolore pelvico, consultate un terapista del pavimento pelvico e non fate i Kegel.

Immaginate questo: se stringete i bicipiti così tanto da non riuscire a raddrizzare completamente i muscoli del braccio, non iniziereste a stringere di più il braccio, ma fareste prima una terapia per rilassare quei muscoli. Alla fine, si potrebbe essere idonei per il rafforzamento. Nella PT pelvica diciamo “allungare prima di rafforzare”.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sintomi post-partum: cosa è normale e quando preoccuparsi

Come parlare di allattamento al seno al figlio più grande

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media