Diastasi dei retti: Il problema dopo il parto di cui non si parla

Mesi dopo aver partorito i miei gemelli, una mamma di un gruppo locale di gemelli mi ha introdotto alle parole “diastasi dei retti” in una conversazione casuale. Quando ha spiegato la condizione addominale successiva al parto che ha sofferto, ho riconosciuto subito perché mia pancia sembrava ancora incinta anche mesi dopo il parto ..–qualcosa che stava dimostrando di essere un colpo emotivo doloroso.

Il problema, ora lo so, è abbastanza comune..–circa due terzi delle donne incinte lo hanno. Perché non avevo mai sentito parlare di esso? Nei mesi successivi, ho trovato che è difficile parlare del problema. Non compare spesso nelle conversazioni quotidiane con le altre neomamme , e la maggior parte delle chiacchiere online su di esso sono relegate alle bacheche. Ma non di più! Qui è una prima trattazione su tutto quello che dovete sapere riguardo alla diastasi dei retti.

  • Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera genitori!

Che cosa è la diastasi dei retti?

In breve, è una separazione tra i muscoli della parete addominale destra e di sinistra che possono provocare una pancia sporgente

Perché accade?

Dice Kevin Brenner, M.D., F.A.C.S.,medico di chirurgia plastica e ricostruttiva, con sede a Beverly Hills. “Durante il periodo gestazionale della gravidanza, il tessuto connettivo chiamato la linea alba si dirada in risposta al cambiamento di una madre ai livelli di ormone per ospitare l’ ingrandimento dell’ utero.

Questo cambia il corpo di una madre per consentire un bambino a crescere nell’utero,”dice.
Una volta che avete partorito il vostro bambino, e i livelli di ormone sono tornati ai livelli pre-gravidanza, quel diradamento generalmente migliora. Ma in molti casi, il Dr.Brenner dice, i tessuti si sono così allungati durante la gravidanza che perdono la loro elasticità e, di conseguenza, la capacità di tornare nella posizione–un po’ come un nastro di gomma super allungato.

  • Compra i nostri libri preferiti sulla genitorialità !

Si svilupperà?

Le donne possono avere più probabilità di sviluppare la diastasi dei retti se sono piccole di statura, se hanno dei gemelli, se hanno avuto più di una gravidanza, se rimangono incinte tardi nella vita, se hanno uno scarso tono muscolare, o hanno una postura posteriore ondeggiante. La vostra storia medica potrebbe giocare un fattore pure. “Donne che hanno avuto la diastasi dei retti da una precedente gravidanza molto probabilmente svilupperanno la condizione ancora una volta,” dice Helene Byrne, un’ esperta di fitness e di salute pre e post- partum e fondatrice di BeFit-mom [befitmom.com].

“Le donne con una storia di ernia ombelicale o ventrale e che hanno avuto instabilità pelvica, sono a maggior rischio di sviluppo.”

Posso impedirla?

Proteggere il vostro addome vulnerabile può aiutare a mantenere i muscoli uniti. Durante la gravidanza, utilizzate sempre la manovra di rotazione supina quando dovete alzarvi dal letto o dal divano e fatelo piano, dice Ben Butts, P.T., direttore dei servizi di riabilitazione e terapia di prestazioni al Providence Saint John Health Center di Santa Monica, in California.

Ciò significa la rotazione su un lato con il busto e la testa allineata, quindi utilizzate le braccia per contribuire a spingere te stessa fino ad una posizione da seduta.
Ci sono anche utili esercizi che potete fare mentre sei incinta, secondo Leah Keller, che ha sviluppato il metodo Dia. Ciò significa rafforzare gli addominali quando sei incinta e complessivamente il corpo per il travaglio e il recupero post-partum.

Come faccio a sapere se ce l’ho?

È facile da eseguire un autotest per vedere la diastasi dei retti. Sdraiati sulla schiena con le ginocchia piegate e i piedi sul pavimento. Metti una mano sulla pancia, con le dita al vostro ombelico. Premi delicatamente la punta delle dita verso il basso e porta la testa (le spalle sono a terra) in una posizione reclinata in avanti. Senti i lati dei muscoli addominali e vedi se e quanto sono separati. La separazione è comunemente discussa in termini di dita..–per esempio, separazione di due o tre (o più) delle dita.

Come posso trattarla?

L’ esercizio fisico può essere utilizzato per riparare la diastasi dei retti e dovrebbe essere intrapreso come il primo approccio alla guarigione..–basta essere sicuri di ottenere l’OK dal proprio medico dopo il parto. I programmi di allenamento a casa, ad esempio il sistema di MuTu [mutusystem.com] sviluppato da una mamma inglese e formatrice Wendy Powell, sono destinati a rafforzare in particolare il nucleo evitando esercizi che possono esacerbare il problema, ..
Se grave, la diastasi può essere corretta attraverso un intervento chirurgico, generalmente con la rimozione della pelle in eccesso. Ma bisogna pensarlo come ultima risorsa.”La riparazione chirurgica della diastasi dei retti deve essere eseguita solo dopo che una donna è sicura che la famiglia, sia terminata” dice la signora Byrne.

Copyright © 2015 Meredith Corporation. Tutti i contenuti di questo sito Web, compreso il parere di un medico ed eventuali altre informazioni relative alla salute sono solo a scopo informativo e non devono essere considerati un piano di diagnosi o un trattamento specifico per ogni situazione individuale. L’ uso di questo sito e le informazioni ivi contenute non creano un rapporto medico-paziente. Chiedete sempre la consulenza diretta del medico in relazione ad eventuali domande o problemi, che possono insorgere per quanto riguarda la propria salute o la salute degli altri.

Scritto da Carla Lezzeni
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Può un test di gravidanza dare un esito negativo che poi si rivela positivo ?

Perché Lisa Ling si rammarica del suo secondo taglio cesareo

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • yoga gravidanza terzo trimestreYoga in gravidanza nel terzo trimestre: gli esercizi

    Il terzo trimestre di gravidanza è il più pesante. La posizione della farfalla e la posizione propizia sono adatte per prepararsi al momento del parto

  • Loading...
  • Yoga in gravidanza secondo trimestreYoga in gravidanza nel secondo trimestre: i consigli

    Nel secondo trimestre di gravidanza lo yoga è utile per mantenere l’elasticità del corpo in vista del parto. Quali posizioni eseguire senza rischi?

  • yoga gravidanza primo trimestreYoga in gravidanza nel primo trimestre: gli esercizi da fare

    Fa bene alla mamma e al bambino: lo yoga è un ottimo aiuto per vivere i nove mesi di gravidanza serenamente. Quali esercizi nel primo trimestre?

Contents.media