Bonus Vacanze: a chi spetta, come richiederlo e quali sono i vantaggi

Un bonus vacanze da spendere in diverse strutture turistiche per le vacanze estive: a chi spetta e come richiederlo.

Nel Decreto Rilancio approvato dal Governo lo scorso 19 maggio ci sono diverse misure finalizzate a favorire la ripartenza economica del Paese. L’Italia, infatti, deve ripartire dopo il lockdown forzato a causa della pandemia da Covid-19. In particolare, è stato inserito il cosiddetto Bonus Vacanze al fine di aiutare le famiglie e il settore turistico italiano: ecco a chi spetta e come richiederlo.

Bonus Vacanze: a chi spetta e come richiederlo

Il Bonus Vacanze offre un contributo fino a 500 euro da utilizzare in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. Può essere richiesto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. Questo incentivo è destinato ai nuclei familiari che hanno un reddito ISEE non superiore a 40.000 euro. Non solo le famiglie con bambini, ma anche i genitori separati, o ancora i single, potranno usufruire di questo aiuto economico per godersi le tanto meritate vacanze dopo questi mesi difficili.

Il sito delle Agenzie delle Entrate chiarisce anche le modalità di richiesta. Il bonus sarà erogato esclusivamente in forma digitale. Per richiederlo è necessario scaricare l’applicazione IO, applicazione collegata ai servizi della Pubblica Amministrazione. Contemporaneamente, un componente del nucleo deve fare richiesta di una identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettronica).

App IO: come funziona

Dopo aver scaricato l’app IO, l’utente sceglierà un PIN che dovrà conservare.

Dal 1° luglio uno dei componenti del nucleo familiare può accedere alla funzione per richiedere il Bonus Vacanze disponibile nella sezione “Pagamenti” dell’app e verificare la sua idoneità. Prima di partire, risulta necessario verificare che la struttura alberghiera richiesta sia autorizzata.

A quanto ammonta il bonus

Il Bonus Vacanze 2020 ha un valore fino a 500 euro e serve a rilanciare il settore turistico italiano. Può essere utilizzato per andare in vacanza in una delle tantissime strutture ricettive nel nostro Paese.

In particolare gli importi sono:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone;
  • 300 euro per nucleo composto da due persone;
  • 150 euro per nucleo composto da una persona.

Come va utilizzato il bonus

Il bonus può essere utilizzato in un’unica struttura ricettiva italiana dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. Il bonus può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che l’ha richiesto. La prenotazione del soggiorno può avvenire esclusivamente tramite la struttura stessa e non attraverso i portali che fanno da intermediari. Il credito è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato. Il restante 20% può essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi.

Scrivi un commento

1000

Embrioni congelati: cosa sono e tutto quello che bisogna sapere

Amico immaginario: cosa fare e come deve comportarsi un genitore

Leggi anche
  • Idee originali san valentino 2015 per tuo maritoWeekend romantico San Valentino Venezia con i bambini
  • Weekend romantico San Valentino Parigi con i bambiniWeekend romantico San Valentino Parigi con i bambini
  • neonato in aereoVolo intercontinentale con neonato
  • Vivere la natura con i bambiniVivere la natura con i bambini
  • 
    Loading...
  • Viaggio in inghilterra con famigliaViaggio in Inghilterra con la famiglia: cosa visitare

    Un viaggio in Inghilterra con la famiglia è un’esperienza stupenda da vivere grazie alle attrazioni e tutti i posti che il paese offre. Si possono organizzare moltissime visite in tutto il territorio inglese che i bambini adoreranno.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.