Notizie.it logo

Bambini in vacanza e i genitori sono in libertà

bambini in vacanza

In questo articolo parliamo di bambini in vacanza: campi estivi da soli, o villaggio vacanza con la famiglia?

Le vacanze sono il momento più atteso dell’anno, sia dai bambini che dai loro genitori. E’ davvero possibile conciliare i desideri di entrambi senza delusioni?

E siamo davvero convinti di sapere cosa vogliano i nostri figli?

Vediamo insieme alcune opzioni, vantaggi ed eventuali svantaggi.

Bambini da soli in vacanza

Come sempre, tutto dipende dalle scelte personali. Ci sono genitori che non vedono l’ora di godersi la “meritata libertà” e di mandare i figli in vacanza da soli, anche molto piccoli. Se siete anche voi di questa idea, ci sono varie opzioni. In genere, la scelta più quotata è quella del campo estivo. In Italia, o all’estero, i bambini dei campi estivi vivono un’esperienza unica e imparano molte cose. Prima di tutto, imparano a far da soli e prendersi cura di loro stessi.

Poi, sono in qualche modo costretti a socializzare e confrontarsi con i loro pari e questo li fa crescere molto.

Campo estivo all’estero

All’estero, in più, i ragazzi devono confrontarsi con la lingua straniera e con abitudini diverse. Conoscono culture e punti di vista diversi dai loro. Il campo estivo all’estero è un’importante esperienza formativa che vale per tutta la vita. Apre i confini mentali e favorisce l’elasticità di pensiero, abbattendo pregiudizi e ignoranza.

Scegliete con cura

In ogni caso, nonostante i gli aspetti positivi della vacanza da soli abbia tantissimi aspetti positivi, questa scelta va effettuata con estrema cura. Prima di decidere di mandare il proprio figlio, o figlia, al campo estivo, infatti, bisogna informarsi e ascoltare i ragazzi. Se i desideri vostri e quelli dei bambini coincidono, il più è fatto: basta decidere la destinazione e la durata del campo estivo.

Da soli, ma con un amico

Se si tratta della prima esperienza di viaggio da soli, una valida chance può essere quella di contattare qualche amico e organizzare il campo estivo con un compagno.

In ogni caso, soprattutto se si va all’estero, avere un amico come riferimento, può essere importante per ogni ragazzo. E’ utile programmare il campo estivo con largo anticipo, in modo da poter prevedere ogni possibilità. Informatevi bene su cosa i vostri ragazzi troveranno al campo e cosa sarà necessario mettere in valigia. Ovviamente, è meglio avere il telefono cellulare sempre carico ed essere contatti per ogni evenienza. Le raccomandazioni, in questo caso più che mai, sono necessarie. Stabilite un appuntamento fisso per una almeno una telefonata giornaliera e siate sempre informati su tutti i programmi di vostro figlio. Munitevi di tutti i numeri ed i contatti utili dei responsabili e siate sereni!

In Vacanza insieme ai bambini

Se, invece, appartenete alla branca dei genitori apprensivi che non se la sentono di lasciar andare i pargoli ancora piccoli, sappiate che esistono delle soluzioni anche per voi.

Potete godervi la vostra libertà anche insieme ai bambini, senza dovervi preoccupare troppo di intrattenerli. Ad esempio, in un villaggio vacanze o in crociera, sono disponibili molti servizi di animazione che tengono i bambini impegnati e felici per alcune ore, o anche per l’intera giornata.

Vacanze pensate per le famiglie

In questo modo, avendo i vostri figli ad un tiro di schioppo, potrete anche controllarli di tanto in tanto, senza rinunciare alle vostre pause di relax e di coppia. Il villaggio estivo e la crociera, infatti, sono delle soluzioni di viaggio sempre più gettonate per le famiglie. I piccoli, sotto una certa età non pagano, e questo già comporta un bel risparmio! Poi, i ragazzi possono girare tranquillamente, pur avendo uno spazio circoscritto, così che non si perdano in giro.

Il villaggio vacanze e la crociera

Se, quindi, avete optato per la seconda opzione, ovvero di partire con i vostri figli, ci sono alcuni consigli che possiamo darvi.

Innanzitutto, anche per il villaggio e la crociera, è meglio programmare la partenza con anticipo. Scegliate destinazione e durata prima di tutto. Poi, potete estendere l’invito a familiari ed amici, così anche i bambini si sentiranno “confortati” soprattutto nei primi giorni di vacanza. In queste situazione, in genere, è facile socializzare, ma i più piccoli e timidi potrebbero aver bisogno di una “spalla amica”. Senza contare il fatto che, avere un amico o parente di riferimento, può tornare utile anche per i genitori.

Scegliere su internet o in agenzia

Come dicevamo, esistono tantissime opzioni. Su internet, o presso le agenzie di viaggio specializzate, trovate tante valide proposte che di sicuro piaceranno a voi e ai vostri figli. Il nostro consiglio è quello di valutare e scegliere insieme. Se si tratta della prima esperienza, fatevi consigliare da chi è più esperto, o da chi organizza i viaggi per professione.

In agenzia potrete chiedere ogni dettaglio e discutere faccia faccia tutte le opzioni. Chiedete sempre garanzie riguardo i responsabili dei campi estivi e gli animatori dei villaggi.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche