Notizie.it logo

Ambienti chiusi ed affollati: cosa sono e i sintomi

ambienti chiusi affollati

Ambienti chiusi ed affollati, molto spesso la causa di malattie respiratorie è soprattutto tra i più piccoli: i motivi.

Polmonite, asma, bronchite acuta, bronchiolite sono molto spesso malattie diffuse soprattutto nei bambini molto piccoli. Tali patologie sono spesso associate ai bambini nei primi anni di vita soprattutto per l’ancora immaturità del loro sistema di difesa, il quale, essendo in una forte fase di sviluppo, necessita di attenzioni maggiori e specifiche.

Nella maggior parte dei casi queste tipologie di malattie ed infezioni sono da attribuirsi agli ambienti malsani e gli ambienti dove le condizioni igrotermiche non sono ottimali. Il troppo affollamento, inteso come densità abitativa domestica e frequenza di comunità chiuse, l’esposizione al fumo passivo, l’eccessivo riscaldamento domestico o microclimi troppo secchi o umidi sono sempre più le cause principali di queste patologie.

Il periodo invernale è ovviamente il momento dell’anno dove vengono a manifestarsi maggiormente questo tipo di sintomi. Nell’immaginario comune, la causa principale delle influenze e malattie invernali è il freddo e quindi l’esposizione ad agenti atmosferici rigidi come vento freddo e pioggia. Tale considerazione è da considerarsi però sbagliata dato che non è il freddo la causa di tali malattie ed influenze ma bensì il maggior tempo quotidiano passato in ambienti malsani, chiusi e non ottimali dal punto di vista igrotermico.

Le stesse considerazioni sono da applicarsi anche al periodo estivo dove al contrario si tenta di abbassare la temperatura delle stanze tramite condizionatore e si tende a mantenere gli ambienti sempre chiusi per mantenere la temperatura desiderata e risparmiare sui consumi.

Sono perciò gli ambienti non areati e soprattutto affollati di gente come scuole, asili, centri commerciali e palestre ad essere la scintilla scatenante raffreddori, asma, bronchiti e fastidiose influenze sia nel periodo estivo che nel periodo invernale.

Gli impianti di areazione, di riscaldamento e di climatizzazione vecchi ed obsoleti possono inoltre aumentare in maniera esponenziale la proliferazione di batteri a causa di cattivi e sporchi filtri ed a causa di obsolete tecnologie non sviluppate considerando problematiche allergiche ed asmatiche.

Il primo consiglio perciò per mantenere un grado ottimale della qualità dell’aria in una stanza è quello di riuscire ad ossigenare le varie stanze quotidianamente in modo da permettere una migliore ossigenazione degli ambienti e quindi limitare la presenza di batteri influenzali e allergeni nell’aria di casa.

Il secondo consiglio è sicuramente quello di scegliere impianti di climatizzazione, condizionamento e riscaldamento efficaci e sicuri. Impianti e sistemi progettati e pensati per rispondere alle problematiche allergiche ed asmatiche di molte persone, adulti e bambini.

Soprattutto negli ultimi anni e soprattutto con gli ultimi impianti di climatizzazione, come quelli offerti da Climaway, i problemi di accumulo batterico nelle stanze viene in automatico ridotto e ridimensionato. I nuovi climatizzatori infatti oltre a regolare da soli le temperature della stanza lavorano sulla purezza dell’aria e quindi vanno in autonomia ad eliminare germi, batteri, virus ed allergeni.

Sono infatti i nuovi filtri a carboni attivi, i filtri elettrostatici ed i filtri fotocatalitici il plus dei nuovi impianti di climatizzazione che permettono di limitare il numero di allergeni e batteri nell’aria supportati dalle nuove capacità elettroniche della macchina che consentono di regolare in maniera sempre automatica il livello di umidità nella stanza.

Il giusto livello di umidità, la giusta temperatura e un ottimale ricircolo dell’aria sono perciò grazie ai nuovi impianti di climatizzazioni i valori che permettono il migliore benessere abitativo e di conseguenza la riduzione di malattie respiratorie tra adulti e soprattutto tra i bambini più piccoli e di conseguenza maggiormente esposti a rischi di salute.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.