Notizie.it logo

Singhiozzo nei neonati: come intervenire

Singhiozzo nei neonati: come intervenire

Ognuno di noi è famigliare con il singhiozzo. Tutti lo hanno sperimentato, anche se un po’ meno quando si cresce. I neonati sono particolarmente portati per il singhiozzo, soprattutto nella sesta settimana dopo il concepimento.

Non c’è nulla di cui preoccuparsi per quanto riguarda i singhiozzi. Possono durare un minuto, ma anche un’ora, ma non danneggiano il bambino, infatti qualche bambino sembra divertirsi dalla sorpresa che il singhiozzo causa. I singhiozzi dei neonati sono solo alcuni dei comportamenti dei bambini e i genitori devono conoscerli, ma non allarmarsi.

I singhiozzi possono esserci dopo che il bambino ha mangiato perché non ha digerito o quando il bambino è particolarmente agitato. Man mano che gli organi interni del bambino si sviluppano e maturano, il singhiozzo diminuisce in intensità.

© Riproduzione riservata

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
aliko

i miei due figli hanno “sofferto” di singhiozzo sia nella pancia, ma anche adesso

Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche