Notizie.it logo

Schema svezzamento: introduzione cibi solidi

schema svezzamento

Dopo il latte quali cibi vanno introdotti per primi? Ecco uno schema pratico da seguire

Lo svezzamento è una fase fondamentale per la crescita del bambino. Infatti in questa fase si inizia ad abituare il piccolo a mangiare anche alimenti solidi che gli permettono di assaporare cose nuove. Ecco perciò quale può essere il miglior schema per lo svezzamento con introduzione di cibi solidi in maniera idonea.

Cos’è lo svezzamento e perché è importante

Il latte è il primo e unico alimento per ogni bebé. Ma col passare delle settimane e dei mesi diventa fondamentale abituare i neonati a mangiare anche qualcosa di differente. Ecco perché si entra nella fase dello svezzamento che continua a prevedere il latte come cibo principale ma inizia ad aggiungere anche altri sapori. Va precisato che lo svezzamento diventa un elemento di grande importanza per la crescita del bambino se si pensa che segna la fine del rapporto di simbiosi mamma-piccolo. Gli elementi che fanno capire che il bambino è pronto per lo svezzamento sono la sua capacità di stare seduto da solo e la curiosità per il cibo nuovo.

Senza dimenticare anche l’aumento del peso rispetto alla nascita.

Lo schema di svezzamento con suddivisione per mesi

Bisogna specificare che lo svezzamento prevede una suddivisione in tre fasi che determinano così l’introduzione di alimenti nuovi e solidi.

    • 5-7 mesi: nell’arco di questo periodo lo svezzamento può prevede l’aggiunta di yogurt e creme di riso. Queste sono molto nutrienti e gradite ai piccoli. Così come col settimo mese potrebbe rivelarsi ottima l’aggiunta di pastine nella dieta. Per quel che concerne le verdure, lo svezzamento in questo periodo si possono aggiungere alla dieta del bambino carote, patate e zucchine, ottime da frullare. È bene considerare anche la carne come agnello, tacchino e vitello che frullata può dare nutrimento in questa fase di crescita. Il pesce è meglio se aggiunto a partire dal settimo mese con platessa, sogliola, merluzzo e nasello al primo posto tra quelli da prediligere. Anche la frutta frullata può essere introdotta in questo periodo: pera, mela, banana e agrumi.
    • 7-9 mesi: nell’arco di questo periodo abituare il bambino a mangiare cibi più solidi è possibile.

      Il brodo di carne può essere una valida opzione. Stesso dicasi anche per verdure ben tritate come piselli, fagiolini e lenticchie rosse. In questo periodo può essere prevista anche l’aggiunta di frutta come prugne, albicocche, ananas e pesche che garantiscono nutrimento. Senza dimenticare i formaggi come fontina dolce, bel paese e caciotta che non risulteranno sgraditi al bambino.

    • 9-12 mesi: in questa fase della crescita l’alimentazione inizia ad essere particolarmente varia per i bambini. Si potrebbe optare per l’aggiunta di pastasciutta e biscotti secchi che vengono ben digeriti. Così come pomodoro, cavoli, broccoli e anche fagioli che possono garantire un nutrimento completo. Anche dal punto di vista del pesce si può considerare l’aggiunta di pesce spada e salmone. Infine in quantità mai eccessive si potrebbe far assaggiare anche del formaggio stagionato come groviera e fontina.

L’importanza delle quantità

Non bisogna mai dimenticare che nell’alimentazione di un bambino piccolo le quantità hanno un’importanza cruciale.

Questo non solo per fare in modo che mangi il giusto, ma anche per favorire una corretta digestione. Partendo dai cereali, per esempio: tra i 5 e i 7 mesi non bisogna mai superare i 25 grammi, mentre col nono mese si può arrivare anche a 30. La frutta invece prevede un aumento graduale in quanto inizialmente si parla di 30-40 grammi che arrivano a 60 con il settimo mese e fino a 120 grammi con l’anno di età. La carne invece si assesta tra i 40 grammi dei primi mesi e i 60 grammi tra il nono e il dodicesimo mese. La quantità costante di 10 grammi è consigliabile per la verdura, mentre per il formaggio l’aumento è minimo con i 5 grammi del quinto mese e i 10 del nono. Il pesce invece è preferibile venga consumato in quantità di 80 grammi partendo dal settimo mese.

Amazon offre una vasta scelta di libri utili per lo svezzamento dei vostri bambini.

Di seguito i consigliati e ricordiamo che al click sulle immagini potete scoprire altri articoli adatti alle vostre esigenze.

  • Autosvezzamento per tutti: cos’è e perché è davvero per tutti. Con oltre 140 ricette facili e veloci suggerite e testate dai genitori per i genitori
  • Il Cucchiaino d’Argento: Vol. 11 Addio Biberon Arriva la Pappa Guida allo Svezzamento Felice 6 & 12 Mesi
  • Il Cucchiaino d’Argento: Vol. 1 100 Pappe e Piattini Golosi – da 0 a 5 Anni

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nauseaLo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da ...