Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Chi tende a soffrire di nausea in gravidanza e quanto durano

nausea in gravidanza

Qualcuna non le ha, altre ce l'hanno in forma grave. Si tratta della nausea in gravidanza: ecco i soggetti più a rischio e come farla passare

La nausea in gravidanza è uno dei disturbi più comuni di cui soffrono le future mamme all’inizio del periodo di gestazione. Alcune, quelle più fortunate, vivono il primo trimestre senza alcun sintomo, mentre altre hanno i classici disturbi da donne incinte. Ci sono alcuni casi di gestanti, molto meno fortunate, che vivono a letto i primi tre mesi di gravidanza, se non tutti e nove, a causa dell’elevato stato di malessere dato dalla nausea in gravidanza.

Intorno al quinto mese di gravidanza che il corpo è più abituato al suo nuovo stato e le gestanti iniziano a sentirsi decisamente meglio. I fastidi del primo trimestre sono scomparsi, la pancia è ben visibile, ma non ancora ingombrante. Tuttavia ci si chiede ancora perché alcune donne devono sopportare il supplizio di correre in bagno a vomitare ad ogni odore, mentre altre invece non hanno alcun tipo di disturbo. Ci sono effettivamente delle future mamme più soggette rispetto ad altre ad avere le nausee mattutine?

Alcune dicerie popolare dicono che sono principalmente le donne in attesa di maschietto a soffrire più di tutte di nausee mattutine: ovviamente si tratta di una leggenda metropolitana.

In realtà, non esistono soggetti più a rischio di altri. Alcuni studi però hanno evidenziato che le donne maggiormente portate a vivere momenti di stress e ansia sono più propense ad avere nausea in gravidanza. Sostanzialmente, però, è il nostro corpo che si sta adattando una nuova fase di cambiamento.

Casi in cui il rischio è più elevato

All’inizio di questo nostro articolo informativo, vi abbiamo citato Kate Middleton. La futura regina inglese è diventata famosa nell’ambito della maternità non solo per aver messo al mondo l’erede al trono d’Inghilterra, ma soprattutto per la patologia di cui soffre, l’iperemesi gravidica. Questo disturbo è una forma molto forte e debilitante di nausea in gravidanza, che spesso costringe la mamma a lunghi periodi di riposo a letto. Nei casi più gravi la gestante viene ricoverata in ospedale e alimentata con una flebo.

Si tratta di un esempio estremo: la nausea in gravidanza non è così brutta per tutte, anche se sicuramente rimane un disturbo molto fastidioso.

Esistono dei rimedi naturali per contrastare le nausee più lievi:

  • bere una tisana allo zenzero;
  • evitare lunghi periodi di digiuno;
  • avere sempre a portata di mano qualche snack secco come crackers o biscotti;
  • risposare molto;
  • concedersi qualche passeggiata all’aria aperta.

Questi sono tutti rimedi che per una donna che è seriamente debilitata dalle nausee non servono a granché. Nei casi di iperemesi gravidica bisogna innanzitutto rivolgersi al proprio ginecologo e valutare insieme a lui la cosa più giusta da fare. In commercio, per esempio, esistono anche dei farmaci ad hoc per le nausee in gravidanza.

Bisogna fare molta attenzione al decorso di questa patologia: se il vomito causato dalle nausee vi sta facendo perdere molti chili nei primi tre mesi di gravidanza, allora la cosa va tenuta assolutamente sotto controllo, perché potrebbe creare problemi anche alla normale crescita del feto.

Durata media

Se siete alla vostra prima gravidanza e siete alle prime settimane di gestazione, molto probabilmente state combattendo contro le fastidiosissime nausee mattutine.

Non fatevi ingannare dalla terminologia: esse sono chiamate in questo modo in quanto solitamente vengono al mattino, ma in alcuni casi possono durare anche tutto il giorno. Le nausee possono essere un ostacolo al naturale decorso della vita quotidiana: il periodo in cui solitamente si soffre di nausea in gravidanza non è certamente quello del congedo maternità.

All’inizio questo supplizio sembra non passare mai, ma vi possiamo garantire che questo piccolo problema andrà lentamente scomparendo. Solitamente, infatti, le nausee in gravidanza tendono a scomparire intorno al terzo mese di gestazione, quando sostanzialmente, il corpo si è finalmente abituato alla sua nuova situazione.

Ci sono casi però, quelli più gravi e intensi, in cui le nausee gravidiche non spariscono e accompagnano la donna fino alla fine delle quaranta settimane. In questo caso, allora, è bene fare ripetuti controlli e tenere informato il proprio ginecologo. Per alcune donne, il senso di vomito potrebbe ricomparire anche verso alla fine della gravidanza.

Questo avviene perché il vostro bimbo ormai è cresciuto e i vostri organi interni cominciano ad essere un po’ strettini, quindi probabilmente accuserete dei problemi di digestione.

Vi ricordiamo che per combattere le nausee in gravidanza potreste adottare alcuni rimedi naturali, come lo zenzero, che vi aiuteranno sicuramente a sentirvi un pochino meglio. Infine, non dimenticatevi di riposare!

© Riproduzione riservata
Leggi anche