Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Come fare per far muovere il bambino nella pancia

Muovere bambino in gravidanza

Per una mamma in gravidanza sentire il bambino muoversi è una grande gioia e un chiaro segnale che sta bene.

Per una mamma in gravidanza, sentire il proprio bambino muoversi all’interno della pancia, è un momento emozionante che porta tanta gioia. I calcetti che sentiamo, inoltre, sono la prova che il piccolo sta bene. Ecco alcuni semplici consigli per far muovere il bambino nella pancia.

Quando il bambino inizia a muoversi nella pancia?

A detta di alcune mamme è intorno al terzo mese che si inizierebbero a sentire i primi movimenti del bambino all’interno dell’utero. Inizialmente le movenze del piccolo sono quasi inavvertibili e molto simili ad un lieve solletico, mentre più tardi, intorno alla ventottesima settimana, vengono percepiti dalla mamma in modo più significativo. Durante i primi mesi di crescita del feto i suoi arti sono troppo corti e quindi troppo distanti dalle pareti per provocare movimenti di spinta. Nell’ultimo mese di gravidanza, invece, il bambino tenderà a muoversi molto meno, in quanto lo spazio che lo circonda si è ridotto e non ha più una superficie tale per allungare bene gli le gambine e le mani.

I calci e i colpetti che riceviamo da nostro figlio sono chiari segnali che sta bene e che è capace di rispondere a stimoli esterni. È proprio in questa fase della gravidanza che è importante stimolare il movimento del bambino, per capire giorno dopo giorno che tutto sta procedendo per il meglio.

Alcuni consigli per far muovere il bambino nella pancia

Diversi sono i metodi e i trucchetti per far muovere il feto nella pancia. È importante però che, prima di mettere in atto qualsiasi pratica, consultiate il ginecologo per avere un suo parere. Ecco alcuni semplici consigli che vi proponiamo.

1. Mangiate del cibo zuccherato

Tutti gli alimenti zuccherati stimolano una reazione nel bambino. Se volete far muovere il bambino nella pancia, mangiate un alimento ricco di zuccheri, come la frutta o del cioccolato e vedrete che vostro figlio inizierà a scalciare allegramente. I bambini rispondono all’aumento degli zuccheri del sangue, ma mamme attente a non esagerare, specialmente se soffrite di patologie come il diabete o avete gli indici glicemici alti.

2. Accarezzatevi il pancione

Una dolce e leggera carezza al vostro pancione, mentre siete sdraiate sul letto o distese sul divano, sarà immediatamente percepita dal vostro bambino.

Grazie ad una semplice carezza il flusso di energia della mano della mamma arriva fino al bambino, il quale è in grado di capire quando gli siete vicino e quando state cercando una sua risposta. Il tatto è uno dei primi sensi che si viene a sviluppare nella pancia, specialmente dopo la 24° settimana di gravidanza.

3. Fate un bagno rilassante

Concedersi, dopo una lunga giornata movimentata, un pò di relax vi permetterà di sentire muovere il vostro bambino nella pancia. Tale posizione di relax obbligherà lo obbligherà a spostarsi per adattarsi allo spazio che lo circonda. Concedersi un lungo bagno rilassante dentro la vasca è un altro rilassante modo per riposarsi.

4. Parlate con il piccolo

L’apparato uditivo del bambino inizia a svilupparsi intorno al 4° mese di gravidanza e, una volta raggiungo il 5° mese, il piccolo riuscirà a sentire i rumori esterni e la voce di mamma e papà. Per far muovere vostro figlio all’interno della pancia e abituarlo già ai suoni e alle voci di chi lo circonderà subito dopo la sua nascita, è bene parlargli spesso e ripetere lentamente dei monosillabi.

Tale pratica può già attivare in lui i primi processi di apprendimento.

5. Fategli ascoltare la musica

Cantare e fargli ascoltare la musica è un ottimo rimedio per far muovere il bambino nella pancia. Alcune mamme addirittura posizionano le cuffie sopra la pancia così da far sentire al feto le proprie canzoni preferite. La musica aiuterebbe a creare un legame tra mamma e bambino, a diminuire i livelli di stress nel bambino e migliorare la stimolazione del cervello. È importante, per non danneggiare l’apparato uditivo del bambino ancora in fase di sviluppo, non eccedere con il volume della musica.

Musica gravidanza

© Riproduzione riservata
Leggi anche