Gatti e donne in gravidanza: quali sono i rischi?

Ci sono rischi per le donne in gravidanza che vivono con gatti? È bene sapere quali precauzioni igieniche seguire per non avere problemi.

Chi non ha sentito parlare di toxoplasmosi? È lo spauracchio di tutte le donne incinte, che appena appreso di essere in attesa, vengono sottoposte agli esami di routine, tra cui anche la ricerca degli anticorpi per il toxoplasma: se risulta che non ci sono gli anticorpi (per cui non si è mai venute in contatto con il parassita) scatta la domanda: ‘Ha un gatto?’, e le ansie per una mamma in attesa si moltiplicano, come se già non ce ne fossero per altre possibili malattie!

Gatti e donne in gravidanza: i rischi

Quali sono dunque i rischi per le donne in gravidanza che hanno uno o più gatti?

Toxoplasmosi: cos’è

La toxoplasmosi è una malattia infettiva causata da un parassita, il toxoplasma gondii, che può essere contratta sia dall’uomo sia dal gatto. Solitamente il sistema immunitario se ne occupa e non dà problemi né all’uno né all’altro.

Ma, in alcuni casi, può essere pericolosa: ad esempio nelle persone con problemi al sistema immunitario e nelle donne incinte che, se infettate dal parassita, possono trasmettere la malattia al feto attraverso la placenta, creando problemi di sviluppo al bambino. 

La trasmissione all’essere umano avviene attraverso il contatto con le feci del gatto, per cui attraverso la lettiera se il gatto vive in casa con noi, o con terra contaminata da feci di gatto, se si ha una casa con giardino.

Advertisements

Il gatto si contamina attraverso l’ingestione di carne cruda, nella quale può essere presente il parassita, ecco perché durante la gravidanza è consigliato non ingerire salumi e carni crude in genere, e lavare sempre molto bene, o ancora meglio cuocere, la frutta e la verdura (la cottura elimina il parassita).

Non è quindi solo il gatto a trasmettere il parassita, ma ne diventa tramite nel caso in cui lui stesso sia contaminato.

Se il gatto vive con noi

Se in casa ci sono gatti che vivono con la donna in gravidanza, ci sono alcuni accorgimenti da tenere presente per non andare incontro a rischi di contrarre la malattia.

  • non occuparsi della lettiera del gatto nei mesi della gravidanza. Se ciò non è possibile, usare guanti usa e getta e lavarsi sempre bene le mani dopo aver pulito la lettiera, che va pulita spesso.
  • cercare di tenere il gatto in casa, e non dargli carne cruda, ma solo cibi cotti.
  • lavarsi sempre molto bene le mani e tenere pulita il più possibile la casa, in particolare dove il gatto dorme.
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

DAD senza consumare giga: ora è possibile

Episiotomia: cos’è e perché viene eseguita

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • yoga gravidanza terzo trimestreYoga in gravidanza nel terzo trimestre: gli esercizi

    Il terzo trimestre di gravidanza è il più pesante. La posizione della farfalla e la posizione propizia sono adatte per prepararsi al momento del parto

  • Yoga in gravidanza secondo trimestreYoga in gravidanza nel secondo trimestre: i consigli

    Nel secondo trimestre di gravidanza lo yoga è utile per mantenere l’elasticità del corpo in vista del parto. Quali posizioni eseguire senza rischi?

  • Loading...
  • yoga gravidanza primo trimestreYoga in gravidanza nel primo trimestre: gli esercizi da fare

    Fa bene alla mamma e al bambino: lo yoga è un ottimo aiuto per vivere i nove mesi di gravidanza serenamente. Quali esercizi nel primo trimestre?

Contents.media