Notizie.it logo

Filetto di salmone con miso ricetta orientale

salmone con miso

Filetto di salmone con miso: tutto quello che bisogna sapere sul salmone e sul miso. Ricetta per preparare un ottimo piatto.

La cucina orientale fa largo uso di condimenti a base di soia, come ad esempio il miso, ottenuto grazie ai semi di soia gialla. Questo condimento si sposa molto bene con il pesce, come il salmone. Potete preparare un filetto di salmone con miso seguendo la ricetta orientale, per una serata ispirata alla tradizione culinaria nipponica.

Salmone con miso

Il salmone è un pesce saporito e nutriente, poiché contiene moltissime proprietà tra cui proteine, grassi polinsaturi, sali minerali e vitamine.

Questo pesce, inoltre, si presta molto bene a numerose ricette e tipologie di preparazione in quanto si tratta di un pesce piuttosto versatile che ben si abbina con diversi condimenti.

In base alla tipologia, il salmone si presenta con un color rosa pallido o rosso intenso e può essere cotto al forno, grigliato, bollito, in padella o alla piastra.

Preparazioni del salmone

Il salmone fresco è un alimento che non deve essere cotto eccessivamente, la sua carne non si manterrebbe morbida e gustosa e le sue proprietà si perderebbero a temperature superiori ai 60°.

La cottura ideale del salmone avviene quando il suo interno si presenta come non perfettamente cotto nel momento in cui viene tolto dal fuoco, in quanto la sua cottura continua per 1-2 minuti ancora.

Qualsiasi preparazione si faccia del salmone, questo necessita di essere tolto dal fuoco almeno un paio di minuti prima.

Un filetto di salmone di circa 150-200 grammi può cuocere come segue:

alla griglia

La temperatura della cottura alla griglia raggiunge in pochissimo tempo il cuore del filetto.

Si consiglia, prima della cottura, di marinare il salmone con vino bianco, olio, limone, erbe aromatiche in frigorifero, girando ogni tanto il filetto.

La marinatura aiuta a proteggere il pesce durante la cottura alla griglia, salvaguardandolo dall’ossidazione.

al forno

La cottura al forno ideale è a temperatura di 180° per circa 15-20 minuti.

Come per la cottura alla griglia, la marinatura protegge il pesce dall’ossidazione.

Se il salmone è intero la cottura necessita di una temperatura superiore, circa 200°.

al vapore

Si riduce a 10 minuti il tempo di cottura del salmone al vapore.

in padella

2-3 minuti per lato sono invece richiesti per la cottura del filetto di salmone in padella.

lessato

Il salmone lessato si cucina in acqua salata portata a ebollizione. Una volta immerso nell’acqua, il pesce va portato nuovamente a ebollizione, quindi abbassata la fiamma, il pesce viene fatto bollire per altri 8-10 minuti.

Salmone affumicato

Antipasti e piatti freddi a base di salmone affumicato sono deliziosi da presentare durante pranzi o cene con amici e parenti che amano questo alimento.

Il salmone affumicato si accompagna bene a formaggi freschi, al finocchio, a salse come maionese o salse a base di frutta e verdure.

L’affumicatura avviene a 15-25°, senza mai superare i 30° e prima di questo passaggio il salmone viene messo sotto-sale.

Salmone crudo

Il salmone è uno di quei pesci che possono essere consumati anche crudi.

Tuttavia, per consumare “in sicurezza” del salmone crudo è indispensabile essere certi della sua freschezza, ma anche che sia tagliato nel modo corretto.

Il salmone crudo può essere usato per la preparazione del sushi e sashimi giapponesi, oppure ancora per portare in tavola deliziose tartare accompagnate da erba cipollina.

Ottimo anche abbinato a mandorle, nocciole e albicocche.

Salmone marinato

Come ogni altro pesce o come la carne, il salmone può essere marinato con differenti condimenti.

Lime, aneto, sale e zucchero oppure sale grosso, zucchero e pepe nero in grani con erbe aromatiche oppure ancora con il miso.

Miso

Il miso è originario del Giappone.

Si tratta di un condimento ricco di proteine facilmente digeribili e al alto valore biologico.

La sua base è la soia fermentata e, in diverse proporzioni, contiene riso, orzo o altri cereali.

Questo condimento contiene proteine vegetali, sali minerali alcalinizzanti, vitamine del gruppo B, lecitina e acido linoleico.

Il suo sapore può essere più o meno dolce, il sapore dipende molto dal grado di fermentazione della soia.

Miso in cucina

Il miso in cucina può essere utilizzato in numerosi modi.

Innanzitutto il miso è utilizzato nelle tradizionali preparazioni giapponesi, in alternativa al brodo vegetale, per la conservazione di verdure, per la marinatura di carne e pesce, come il filetto di salmone.

Filetto di salmone con miso

Per preparare un ottimo condimento per il vostro salmone dal gusto orientale è necessario preparare il condimento, mescolando alcuni cucchiai di miso, aceto di riso e zenzero sminuzzato e un cucchiaino di olio di sesamo.

Utilizzate una forchetta per mescolare per bene gli ingredienti, fino ad ottenere una salsa omogenea.

Quando la salsa è pronta, fate marinare il filetto di salmone insieme a questo condimento per almeno 30 minuti, riponendolo nel frigorifero.

Quindi cuocete il salmone sulla griglia o mettetelo in una teglia e infornate a 180°, per almeno 10 minuti in forno già riscaldato.

Variante miso e arancia

Se ben usato, il miso è ottimo anche per realizzare la glassatura di alimenti come il salmone.

Una variante all’uso del solo miso è l’aggiunta di miele e succo d’arancia.

La giusta cottura del salmone glassato con miso e arancia prevede che l’interno sia lasciato morbido, a contrasto con la superficie esterna che sarà molto croccante grazie alla glassatura con il miso.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nauseaLo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da ...