Notizie.it logo

Donna incinta: cosa sapere prima di viaggiare in aereo

donna incinta

Per chi è abituata a viaggiare, non appena scopre di essere in dolce attesa, iniziano i mille dubbi, ecco una guida pratica dedicata alle donne incinte, cosa sapere prima di viaggiare in aereo. Diciamo subito che aspettare un bambino non significa assolutamente rimanere a letto sdraiata o chiusa in casa per tutti i nove mesi di gestazione.

Quindi volare in gravidanza non rappresenta assolutamente un ostacolo. Se la gravidanza procede e non ci sono particolari problemi e ricevuto un parere favorevole da parte del proprio ginecologo, si possono tranquillamente prenotare i biglietti aerei, sia che si tratti di vacanza che di lavoro. Ovviamente una delle condizioni per poter salire su un aereo durante la gravidanza, è che non ci si trovi in prossimità della data del parto. Ogni compagnia aerea ha un proprio regolamento in materia e quindi sempre meglio prima consultarlo per vedere eventuali limitazioni.

Donne in gravidanza

Come abbiamo già anticipato, la gravidanza di per sé non costituisce un impedimento al viaggio in areo, tuttavia un pò di prudenza ed il parere del medico è sempre consigliabile.

Le donne in gravidanza sono le benvenute da ogni compagnia aerea, tuttavia ci sono delle limitazioni imposte dai loro regolamenti interni che conviene valutare bene prima di prenotare.

Ad esempio la compagnia aerea Alitalia richiede l’autorizzazione medica a volare, a partire dalla 32ª settimana di gestazione, Ryanair invece richiede una specie di certificato medico nel quale venga attestato dal medico che la donna può volare in gravidanza a partire dalla 28ª settimana di gestazione, da presentare al momento dell’imbarco. Dopo la 32ª settimana di gestazione con Ryanair non è più possibile volare. Anche le altre compagnie aeree impongono più o meno le stesse limitazioni.

Aereo in gravidanza prime settimane

Prima di viaggiare in aereo una donna incinta deve sentirsi assolutamente tranquilla ed in salute, evitando così che proprio durante il volo sorgano delle complicazioni. I medici sono concordi nell’affermare che il periodo migliore per viaggiare in aereo durante la gravidanza sia il secondo trimestre di gravidanza.

Il primo trimestre è infatti, per la maggior parte delle future mamme, quello più delicato, quello con il maggiori rischio di aborto, quello in cui si presentano le fastidiose nausee mattutine che possono essere un limite non indifferente per un viaggio in aereo, soprattutto se la durata del volo è abbastanza lunga.

Attenzione però, anche il terzo mese di gravidanza non è molto indicato per un viaggio in aereo. Durante gli ultimi mesi di gestazione possono verificarsi particolari condizioni fisiche come l’ipertensione, la trombosi venosa ed anche una discreta percentuale che si verifichi un parto prematuro.

Inoltre per quello che riguarda i dubbi sulle radiazioni a cui la donna è inevitabilmente sottoposta sia ai controlli di sicurezza che in volo, gli specialisti sono concordi nel ritenere che queste non costituiscano alcun pericolo né per la mamma né per il feto. Le radiazioni a cui i viaggiatori sono sottoposti quando passano sotto il metal detector non sono tali da causare eventuali pericoli. Probabilmente chi viaggia spesso per lavoro, riceverà dal proprio medico la raccomandazione a diminuire leggermente il numero di voli.

Viaggiare in gravidanza nel primo trimestre

Come abbiamo visto, viaggiare in gravidanza nel primo trimestre non è molto consigliato, tuttavia decidere o meno di intraprendere un viaggio durante queste settimane di gestazione, dipende molto da gravidanza a gravidanza.

Per chi ha già avuto una gravidanza con dei problemi, sicuramente la possibilità che il ginecologo sconsigli il viaggio in aereo è più elevata.

Nel caso di gravidanza gemellare, il volo in gravidanza è quasi sempre sconsigliato. Stesso discorso se l’età della futura mamma supera i 35 anni, perché a questa età i rischi di complicazioni sono maggiori. Sconsigliato il viaggio in aereo anche in presenza di malattie cardiache, anemia o asma. Tuttavia se non esistono particolari problemi ed il medico ritiene che la donna in gravidanza possa affrontare il viaggio in aereo, volare è assolutamente sicuro.

Se la donna incinta deve affrontare un viaggio in aereo è bene che segua alcuni piccoli accorgimenti per rendere il viaggio più semplice e sicuro. Come sappiamo benissimo, rimanere a lungo seduti, provoca una riduzione del flusso sanguigno al cuore con conseguente ristagno di sangue sulle gambe, che possono provocare la formazione di trombi, meglio quindi cercare di muoversi il più possibile durante il volo, magari scegliendo un posto vicino al corridoio, con la possibilità di alzarsi più volte senza disturbare e magari fare qualche passo.

Occhi anche ai vestiti ed alle scarpe, che devono essere comodi e non devono stringere, soprattutto in vita. Meglio optare per delle calze a compressione graduata, ottime per ridurre l’accumulo di liquidi agli arti inferiori. Infine ricordarsi di bere acqua, in aereo l’area è più secca e bere aiuta a reintegrare i liquidi.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Lego Dimensions Team Pack Harry Potter
24.99 €
Compra ora
SVR Topialyse Gel Lavant Detergente Delicato Protettivo Senza ...
9.42 €
12 € -22 %
Compra ora
Chicco Tavolo Cresci e Impara Gioco
41 €
Compra ora
Trunki Valigetta Cavalcabile Rocco Race Car
58 €
Compra ora