Notizie.it logo

Come rendere divertenti i compiti di storia

come studiare la storia divertendosi

Per i bambini studiare la storia potrebbe essere davvero noioso e pesante, ma potreste adottare degli stratagemmi per far sì che diventi un’attività piacevole e per far apprendere le nozioni più velocemente e senza fatica.

Un modo per rendere più divertenti i compiti di storia è senz’altro narrare i fatti come se si trattasse di una favola, usate un linguaggio informale per spiegare gli eventi, come se stesse raccontando un episodio che è accaduto a qualche personaggio dei cartoni o dei fumetti e per fissare bene i concetti potreste servirvi di pennarelli colorati per creare degli schemi riassuntivi, ad esempio: su di una colonna scrivete in rosso l’anno da ricordare e l’evento che è accaduto, sulla seconda colonna scrivete in blu le cause e su di una terza colonna mettete in verde le particolarità della vicenda oppure la conclusioni di una guerra. Questa è una tecnica validissima per sfruttare la memoria visiva, che aiuta i ragazzi a ricordare meglio tutti i concetti più importanti.

Altra è idea è aiutarsi con dei disegni: dopo aver letto sul libro i fatti accaduti, spiegateli in maniera semplice e poi chiedete ai ragazzi di rappresentarli con dei piccoli disegni.

Sicuramente sarebbe molto più interessante per loro studiare coinvolgendo la creatività e riuscirebbero a memorizzare gli sviluppi della storia più facilmente e senza annoiarsi. Per verificare se hanno appreso, organizzate una gara di quiz, per esempio citate una data, chi risponde per prima e indovina l’evento che corrisponde a quella data, si aggiudica il punto.

© Riproduzione riservata
Leggi anche