Istruzioni passo dopo passo su come far nascere un bambino

Ecco tutto ciò che devi sapere per partorire da sola o per aiutare qualcuno.

Sebbene possano essere eventi rari, imparare come far nascere un bambino può rivelarsi estremamente importante. Allo stesso tempo, può essere utile conoscere tutti i tipi di parto per prevenire determinate problematiche.

Come far nascere un bambino

Passo 1: Non dare di matto

Il parto, per quanto terrificante possa sembrare – soprattutto se avviene inaspettatamente – è ancora naturale. Quindi cerca di non perdere la testa anche se sei da sola.

Passo 2: chiamare aiuto

L’ideale sarebbe chiamare il 118. Questo non perché la nascita sia un’emergenza, ma perché hai bisogno di parlare con qualcuno che non ti spaventi a morte o che non inizi a piangere. A volte la parte più spaventosa del fare qualcosa è farlo da soli.

Quindi, prendi il telefono e trova qualcuno nei paraggi, indipendentemente dal fatto che tu stia facendo nascere il bambino di qualcuno o che stia facendo nascere il tuo. Se pensi di poter contattare la tua ostetrica o il tuo medico invece, vai per questo, ma prendi qualcuno al telefono che possa aiutarti a capire in quale fase del travaglio la mamma si trovi, e cosa potrebbe arrivare dopo.

Passo 3: Sblocca la porta d’ingresso o accosta l’auto

Sblocca la porta d’ingresso in modo che gli aiuti possano entrare senza che tu debba abbandonare la situazione. Per quanto riguarda l’auto, c’è una specie di momento in cui ti rendi conto che sta succedendo, quindi non ha senso andare a tutta birra sull’autostrada e passare col rosso. Molto probabilmente la mamma dovrà togliersi la cintura di sicurezza e questo non è il momento in cui vuoi guidare come qualcuno uscito da Grand Theft Auto. Se sei tu quella in travaglio e dietro il volante, direi che una persona che esce dal tuo corpo ti distrae e faresti meglio ad accostare.

Passo 4: Prepararsi e seguire la guida della mamma

Se hai tempo, lavati le mani con sapone e acqua calda o usa un disinfettante per mani. Sembra un gioco da ragazzi, ma capisco che potrebbe essere facilmente dimenticato nel bel mezzo delle cose. Sentiti libera di gettare la tenda della doccia sul letto e coprirlo con lenzuola o asciugamani puliti. Tuttavia, se la mamma vuole accovacciarsi, sdraiarsi o sedersi su una sedia, lasciaglielo fare. Se non le interessa, il posto migliore è probabilmente il pavimento perché non puoi cadere dal pavimento se sei un bambino scivoloso.

istruzioni come far nascere un bambino

Passo 5: Prepararsi a catturare

Stai solo catturando quindi quando vedi la testa che inizia ad emergere, non tirare nulla. Lento e costante è quello che devi fare. Lascia che la gravità e le contrazioni facciano il loro corso mentre il bambino si fa strada dalla sua accogliente casa nell’utero giù attraverso il canale del parto. Il tuo compito è semplicemente quello di coppare la testa del bambino con le tue mani pulite e sostenerlo mentre esce. Il bambino si girerà man mano che esce.

Passo 6: Occuparsi della testa

Dopo che la testa è uscita dalla vagina, usa un asciugamano pulito per rimuovere il liquido e la membrana dalle vie respiratorie del bambino, accarezzando verso il basso il naso e la bocca. Se il cordone ombelicale è avvolto intorno al collo del bambino, non preoccuparti. Se è stretto basta tenere la testa del bambino vicino al corpo della madre e districare il bambino quando emerge. Non preoccuparti nemmeno di tagliare il cordone.

Passo 7: Prendere il resto del corpo

Successivamente, usciranno le spalle del bambino (di nuovo, non tirare), poi il corpo. Questo sarà piuttosto veloce, quindi non prendere il telefono per una foto “guardatemi mentre partorisco un bambino” perché otterrai solo una foto di te che fai cadere un neonato.

I neonati sono molto scivolosi, quindi prendi un asciugamano, un cappotto o una maglietta per prendere il bambino. Molto probabilmente ci sarà anche del liquido e del sangue – è normale, quindi non preoccuparti. Una volta che il bambino è fuori, cerca di asciugarlo meglio che puoi per farlo respirare davvero (non preoccuparti, sono più robusti di quanto sembrino). Poi metti il bambino sulla mamma (idealmente sulla pelle nuda per un contatto pelle a pelle) e tienili entrambi al caldo con asciugamani o coperte asciutte.

istruzioni su come far nascere un bambino 1200x800

Passo 8: Placenta

Benvenuta alla terza fase del travaglio, la placenta! Il tuo lavoro è molto probabilmente finito a questo punto, e puoi prendere il tuo “ho appena fatto nascere un bambino”. Tuttavia, se l’aiuto non è ancora arrivato, potresti aver bisogno di occuparti della placenta. La placenta di solito viene espulsa 10-15 minuti dopo il bambino (con più contrazioni), quindi non tirare o spingere nulla per farla uscire. Se esce, avvolgila in un giornale o in un asciugamano – dovrà essere esaminata da un medico per assicurarsi che non ci siano problemi. Anche se puoi tecnicamente tagliare il cordone ora, è meglio lasciarlo intatto per un professionista, perché tutto ciò di cui hai bisogno per tagliarlo dovrebbe essere sterile.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Diabete gestazionale: sintomi e trattamento

Modi per girare un bambino podalico naturalmente

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media