Svezzamento dei bambini: la tabella da seguire mese per mese

A partire dal quarto mese di nascita, è possibile introdurre nuovi sapori nella dieta del neonato: la tabella da seguire.

Lo svezzamento è una tappa fondamentale nella vita dei bambini. Dopo mesi di allattamento esclusivo, i neonati hanno il loro primo approccio con altri sapori e altre consistenze. In questo modo, il bambino comincia ad abituarsi a una nuova alimentazione, includendo pian piano tutti i nuovi cibi.

Si passa quindi da una alimentazione a base di latte a una fatta di cibi solidi. In genere gli elementi che fanno capire che il bambino è pronto ad affrontare la fase dello svezzamento sono: è in grado di stare seduto da solo, mostra interesse verso il cibo e ha raddoppiato il peso rispetto alla nascita. Ma qual è la tabella da seguire per uno svezzamento corretto?

Svezzamento bambini: la tabella da seguire

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia l’allattamento esclusivo per i primi 6 mesi del neonato. Nonostante ciò, è possibile anche anticipare per vari motivi lo svezzamento. Per uno svezzamento classico e graduale, i nuovi cibi vanno introdotti poco alla volta. Si inizia con il classico brodo vegetale, si aggiungono poi le prime creme di riso o di mais, per poi continuare con la carte e il pesce frullato. I nuovi cibi vanno introdotti con cautela.

In base all’età del bambino può risultare utile seguire una tabella. Per ogni dubbio o domanda, si può sempre fare riferimento al pediatra che potrà consigliarvi i vari cibi da introdurre mese per mese.

Svezzamento a 4 mesi

Molti pediatri, al compimento dei 4 mesi del neonato, suggeriscono di iniziare a integrare l’allattamento con la frutta. Magari per uno spuntino a metà mattina o a metà pomeriggio, in genere, si comincia con mela, pera, banana, prugna, qualche goccia di limone nella frutta.

Si scelgono questi alimenti perché risultano più digeribili e adatti per lo stomaco del neonato.

Svezzamento a 5 mesi

A partire dal quinto mese, la mamma può introdurre nell’alimentazione del neonato nuovi alimenti. C’è chi sceglie di iniziare con le pappe di latte e chi invece con il brodo vegetale. In ogni caso gli alimenti che il neonato può cominciare ad assaporare sono patata, carota, zucchina, zucca, crema di riso, mais e tapioca, liofilizzato di coniglio, tacchino, pollo, vitello e manzo, parmigiano e olio extra vergine di oliva nella pappa.

Svezzamento a 6 mesi

I 6 mesi rappresentano nell’alimentazione del bambino uno spartiacque. Il perché è da riscontrarsi nel fatto che fino ai 6 mesi i bambini hanno seguito un’alimentazione a base di latte. Alcune mamme, invece, hanno già deciso di cominciare a introdurre nuovi sapori. In ogni caso, il sesto mese di vita, rappresenta il momento in cui, in base alle linee guida dell’OMS, i neonati possono conoscere nuovi cibi. A 6 mesi, il bambino comincia a toccare i cibi, per lui nuovi. Albicocca, pesca, sedano, porro, cipolla, insalata, finocchi, calvolfiori, spinaci, semolino, crema multicereali, omogeneizzati di carne, formaggio ipolipidico possono essere tranquillamente inclusi nella dieta del neonato.

Svezzamento a 7 mesi

A 7 mesi la mamma può decidere di inserire una seconda pappa giornaliera. Gli ingredienti cominciano a variare, perché vengono aggiunti la pastina minuscola, la ricotta fresca e lo yogurt intero.

Svezzamento nei mesi successivi

Sono tanti gli alimenti finora introdotti all’interno della dieta del bambino. È importante ricordare che, nonostante i nuovi alimenti, il bambino continuerà ad assumere giornalmente un’importante quantità di latte. A partire dagli 8 mesi il bambino potrà assaggiare le arance e i mandarini spremuti, la pastina piccola, il prosciutto cotto, diversi tipi di formaggio, e soprattutto verranno introdotti il merluzzo, la trota, la sogliola, la platessa, il nasello e il palombo, nonché i legumi. Dai 9 mesi il tuorlo dell’uovo sciolto nella pappa, pesce spada, salmone e lessato di carne. Al compimento del decimo mese, verrà introdotto il pomodoro (con cautela) e la pastina media.

In ogni caso, qualsiasi tipo di svezzamento si decida seguire, risulta fondamentale consultare il proprio pediatra che saprà indicarvi la strada da seguire.

Scrivi un commento

1000

Come diventare ostetrica: la laurea, il tirocinio e l’iscrizione all’Albo

Neonato 5 mesi: tutto su sviluppo e svezzamento

Leggi anche
  • Abbigliamento neonato DisneyWalt Disney: vestiti per neonati
  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Visite pediatriche da 0 a 5 anniVisite pediatriche da 0 a 5 anni
  • Viaggio neonato RyanairViaggio neonato Ryanair
  • 
    Loading...
  • Viaggio neonato AlitaliaViaggio neonato Alitalia
Entire Digital Publishing - Learn to read again.