Il parto e gli interventi medici utili durante la spinta

Queste tecniche possono essere particolarmente utili in caso di problematiche specifiche.

Avrete sentito parlare degli interventi medici che possono essere effettuati durante il travaglio, ma sapete quali interventi medici potrebbero essere necessari durante il parto? Continuate a leggere per saperne di più.

Il parto e gli interventi medici utili durante la spinta

Epidurale

L’epidurale è un anestetico spinale somministrato alle madri durante il parto per alleviare il dolore. Viene di solito somministrato quando la cervice è dilatata di 4-5 centimetri e da un anestesista. Prima dell’epidurale vengono somministrati liquidi per via endovenosa. Un’ostetrica o un’infermiera anestesista continuerà a somministrare l’epidurale attraverso il processo IV/catetere.

Episiotomia

Un tempo l’episiotomia nel parto era la norma. Ma gli ultimi decenni di ricerca hanno rivelato che i tagli chirurgici potrebbero non essere così benefici come si credeva un tempo.

Poco prima dell’uscita della testa del bambino, l’episiotomia viene praticata nel perineo. Si tratta dell’area compresa tra la vagina e il retto. Si tratta di un piccolo taglio o incisione che il medico ricucirà dopo il parto.

Monitoraggio fetale

Il monitoraggio fetale è una tecnica utilizzata per controllare la frequenza cardiaca del bambino. L’auscultazione è il monitoraggio fetale effettuato con uno stetoscopio/fetoscopio o un trasduttore Doppler per ascoltare il battito cardiaco del bambino.

Si tratta dello stesso strumento utilizzato dall’ostetrica durante le visite prenatali. Il monitoraggio elettronico registra la frequenza cardiaca del bambino attraverso una cintura Doppler di monitoraggio fetale posizionata intorno all’addome. Il monitoraggio interno richiede il posizionamento di un elettrodo sulla parte del bambino più vicina alla cervice, di solito il cuoio capelluto.

interventi medici  utili durante il parto

Forcipe

Gli interventi con forcipe sono rari durante il parto, essendo utilizzati solo nel 56% dei nati vivi. Il medico può utilizzarlo se la madre o il bambino mostrano segni di sofferenza e il parto deve essere accelerato. Il parto con forcipe avviene quando la madre spinge completamente e può essere un’alternativa al parto cesareo in caso di sofferenza fetale.

La cervice della madre deve essere completamente dilatata e le membrane devono essere rotte. Probabilmente verrà eseguita un’episiotomia e anestetizzata l’area, a meno che non sia già stata somministrata un’epidurale. Tra una contrazione e l’altra, l’ostetrica inserirà il forcipe nel canale vaginale, posizionando ciascun forcipe – simile a una pinza da insalata – su entrambi i lati della testa del bambino. Mentre spingete, il medico userà il forcipe per guidare delicatamente il bambino fuori dal canale del parto. Non appena la testa è uscita, si può spingere fuori il resto del corpo del bambino.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parto naturale o cesareo: qual è la scelta giusta per voi?

Domande da porre quando si pianifica un parto cesareo

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contentsads.com