Come spiegare la giornata mondiale dell’ambiente ai bambini

Il 5 giugno è la giornata mondiale dell'ambiente, un momento speciale per ricordare ai bambini quanto sia importante il rispetto per la natura: ma quali azioni concrete possono compiere?

La giornata mondiale dell’ambiente è stata fissata ufficialmente sui nostri calendari al 5 giugno. Questa ricorrenza è una buona occasione per riflettere sulle quantità di rifiuti che l’essere umano ogni giorno produce e capire invece quali piccoli passi possono essere fatti per minimizzare il nostro impatto sull’ambiente.

Come è possibile spiegare l’importanza della giornata mondiale dell’ambiente ai bambini?

Spiegare la giornata mondiale dell’ambiente ai bambini

Il modo migliore per trasmettere l’importanza di questa giornata è insegnare l’arte della trasformazione: un oggetto, invece che essere buttato e contribuire all’inquinamento del nostro pianeta, può essere reinventato in modo anche divertente. Un esempio calzante ce lo ha fornito proprio questo periodo di pandemia: c’era chi riciclava magliette vecchie per farne mascherine e chi invece si è dedicato al fai-da-te e alle riparazioni in casa.

Questo ci insegna come nulla sia veramente “spazzatura” e che c’è qualcosa di prezioso in ogni oggetto se visto con lo spirito giusto.

La giornata mondiale dell’ambiente è una buona occasione per riflettere su quanti rifiuti produciamo e come questi possano intaccare la natura che ci circonda. Una soluzione? Il riciclaggio. I bambini possono imparare fin da subito a dividere i diversi imballaggi in base al materiale che li compone, sapendo che carta, plastica e vetro vanno gettati in bidoni diversi.

La raccolta differenziata infatti è il primo passo responsabile che ognuno di noi può compiere per rispettare l’ambiente.

Riciclare anche i tessuti

I tessuti, quando non sono di buona qualità, tendono a disfarsi e rovinarsi col tempo. Ecco che ci ritroviamo con magliette bucate, pantaloni strappati e via dicendo. Ma sono realmente da buttare? Ovviamente no: basta avere la giusta dose di fantasia. Come citato sopra, in questo periodo tantissime persone si stanno dedicando alla produzione di mascherine in casa.

Se non bastasse questa idea, ci si può affidare alla creatività.

Vecchi tessuti possono infatti prestarsi a diventare qualunque cosa: fodere di cuscini, decorazioni di stoffa, piccoli astucci per i bambini o addirittura anche dei portamonete. Le possibilità sono davvero infinite: per fortuna ci sono moltissimi siti e guide online in grado di fornire istruzioni su realizzare ciò che si ha in mente: tutto ciò è gratis!

Il nostro impatto sul pianeta

La quarantena forzata a causa del coronavirus ci ha fornito prove alquanto spiazzanti su come la natura sia in grado di riprendersi i suoi spazi nel momento in cui ci facciamo da parte. L’inquinamento dell’aria è diminuito molto, le acque sono tornate limpide, gli animali hanno cominciato a gironzolare più liberamente vicino ai centri abitati.

Cosa ci insegna tutto questo? Il nostro impatto sulla natura circostante è più grave di quanto pensassimo. Tuttavia, la quarantena ormai è praticamente quasi finita: macchine e aerei hanno ricominciato a circolare senza sosta nelle strade e sopra le nostre teste. Quello che possiamo imparare da tutto ciò è come agire responsabilmente nei confronti dell’ambiente; alcuni suggerimenti per rispettare il nostro pianeta sono:

  • favorire l’uso dei mezzi pubblici: rinunciare alla macchina è un bel salvavita per noi tutti, l’aria è meno inquinata e le piante finalmente non respirano più tutti i fumi tossici emessi dalle nostre utilitarie;
  • spostarsi in bicicletta: per il motivo descritto sopra, la scelta delle due ruote è la più green che possiamo fare, inoltre è salutare!
  • riciclare sempre: alcuni comuni hanno giustamente imposto l’obbligo di fare la raccolta differenziata, pena la multa, ma molti ancora non hanno imparato a farla responsabilmente: ricordate di dividere sempre i rifiuti a seconda del materiale di cui sono fatti;
  • trasformare e reinventare: come recita il detto inglese, “ciò che per una persona è spazzatura, è un tesoro per qualcun altro”: siate creativi nel riutilizzo di oggetti che ormai consideravate obsoleti.

Scrivi un commento

1000

Come togliere il pannolino ai bambini in modo facile e veloce

Luce notturna bambini: le migliori in commercio tra forma e materiali

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • Zaini Trolley con personaggi famosiZaini Trolley con personaggi famosi
  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Zaini elementari bimba: le tendenze del momentoZaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • 
    Loading...
  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.