Crampi post-parto: cosa devi sapere

Una problematica molto diffusa che dovrebbe risolversi in pochi giorni.

I crampi post-parto, o semplicemente dolori post-parto, sono causati dalle contrazioni del tuo utero quando, dopo che hai avuto il tuo bambino, ritorna alle sue dimensioni precedenti alla gravidanza. Questo processo è chiamato “involuzione”. Questi dolori sono tipicamente lievi per le mamme che partoriscono per la prima volta (sempre che ci siano sintomi) e non durano a lungo.

Tuttavia possono essere abbastanza fastidiosi dopo un secondo parto, e di solito peggiorano con ogni parto successivo. Questo perché le mamme che partoriscono per la prima volta tendono ad avere un miglior tono muscolare uterino, il che significa che l’utero può contrarsi e rimanere contratto, piuttosto che rilassarsi e contrarsi a intermittenza. I crampi saranno più intensi per il primo giorno o due dopo il parto, ma dovrebbero attenuarsi intorno al terzo giorno.

Possono volerci anche sei settimane o più perché il tuo utero ritorni alle dimensioni normali.

L’allattamento al seno può provocare o rendere più intensi i dolori dopo il parto, perché la suzione del tuo bambino innesca il rilascio dell’ormone ossitocina, che a sua volta provoca delle contrazioni. Questo fattore è in realtà una cosa positiva: i crampi provocati dall’allattamento aiutano l’utero a ridursi più rapidamente alle dimensioni normali, riducendo il rischio di anemia post-partum per la perdita di sangue.

L’allattamento è un momento molto importante sia per te che per il tuo bambino, quindi sii preparata.

Come posso alleviare i crampi post-parto?

Ecco alcuni consigli per ridurre al minimo il tuo disagio:

  • Cerca di fare pipì spesso, anche se non senti il bisogno di farla. Una vescica piena sposta l’utero in modo che non possa contrarsi completamente.
  • Sdraiati a faccia in giù con un cuscino sotto il basso ventre.
  • Sdraiati a faccia in giù con un cuscino caldo sotto il basso ventre.
  • Massaggia delicatamente il basso ventre.
  • Prendi l’ibuprofene. Fai sapere al tuo medico se non provi sollievo; potrebbe raccomandare (o prescrivere) un altro farmaco.

Chiama il tuo medico se i crampi post-parto non hanno cominciato a diminuire dopo alcuni giorni, o se il dolore diventa insopportabile. Questi potrebbero essere segni di infezione o di un altro problema che richiede attenzione medica.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come proteggerti dalle malattie trasmesse dagli insetti

Mal di schiena post-parto: come ottenere sollievo

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media