Notizie.it logo

Attività extra scolastiche: quali scegliere

Immagine in evidenza predefinita Mamme Magazine

Le attività extra scolastiche dei bambini sono un elemento importante della loro educazione, bisogna sceglierle tendo anche conto delle loro preferenze e inclinazioni.

La scelta delle attività extra scolastiche da far fare ai propri figli è vasta e va pensata tenendo conto di vari fattori, tra i quali i desideri dei bambini e la loro indole. La scuola li occupa già molto, specialmente se hanno una scuola a tempo pieno e poi devono anche fare i compiti, per cui escono stanchi, dovete valutare che tipo di attività è meglio per loro. Sport, musica, teatro, inglese? Quale scegliere?
Attività extra scolastiche: quali scegliere
L’educazione di un bambino si completa con le attività che fa anche al di fuori della scuola, quindi compito di un genitore è anche quello di organizzargli il tempo libero, senza però esagerare con il numero di cose da fare, lasciandogli anche del tempo libero, nel quale può imparare ad organizzarsi i giochi, ad usare la sua fantasia e la sua creatività.

Scegliete di impegnarlo per due- tre pomeriggi alla settimana, negli altri organizzateli con degli amichetti.

Lo sport.

Molto importante per lo sviluppo fisico, mentale e sociale è lo sport, l’importante è scegliere un’attività che piaccia anche al bambino. Parlate con lui/lei e sentite quali sono le sue preferenze, sostenete le sue scelte ed incoraggiatelo, senza tuttavia riversare su di lui/lei tutte le vostre aspettative, non tutti possono diventare Messi o la Fracci. Se poi i vostri figli dovessero decidere che quello sport non gli piace più, non colpevolizzateli e cercate di capirne il motivo, magari hanno litigato con un altro bambino.

Le cose importanti che insegna lo sport sono che le regole vanno rispettate, che non si arriva da nessuna parte senza impegno, fatica ed allenamento e che bisogna giocare “di squadra”, aiutandosi l’un l’altro.

Quindi un’attività extra scolastica va scelta nell’ambito dello sport, perché educa alla vita. Ci sono bambini più portati, altri meno ed altri che magari sono pigri, bisogna trovare lo sport più adatto ad ognuno.

Musica, pittura, teatro, lingue straniere

Imparare a suonare uno strumento e a conoscere la musica sviluppa nei bambini l’armonia, il senso del ritmo e la sensibilità. I primi approcci devono divertire il bambino, quindi scegliete una scuola musicale dove da subito fanno loro suonare uno strumento, poi gli insegnano note, scale, solfeggio. La musica insegna la disciplina e lo studio, anche se non è per tutti. Se vostro figlio vuole suonare il violino piuttosto che giocare a calcio, assecondatelo, scegliete la musica come attività extra scolastica, gli riempirà la vita.

Corsi di disegno e pittura portano i bambini a liberare la loro creatività, il loro senso del colore e del bello, ad avvicinarsi all’arte, quindi se sono portati per questo cercate di accontentarli e di fargli svolgere questa attività extra scolastica.

Il teatro è un’attività che spesso viene svolta all’interno della scuola, dove i bambini preparano recite e spettacoli. Il teatro aiuta i bambini a perdere le loro insicurezze, ad affrontare il pubblico, ma anche a stare con gli altri a studiare e a condividere successi ed insuccessi con gli altri.

Corsi di lingue straniere sono spesso organizzati nelle scuole e sono nelle scelte formative che potete scegliere, se no ci sono corsi organizzati anche per i bambini più piccoli, che apprendono molto facilmente qualsiasi cosa, anche attraverso le canzoni, così si divertono ed imparano.

Le attività extra scolastiche spesso sono per le mamme molto faticose e difficili da organizzare specialmente se si hanno più figli, ma fate uno sforzo e i vostri figli vi saranno grati, perché impareranno a capire cosa piace loro e cosa vorranno fare.

 

 

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.