Notizie.it logo

Quale sciroppo prendere per tosse in gravidanza

tosse in gravidanza

Con l’inverno e la stagione fredda ecco comparire i primi malanni. Mal di gola, tosse e raffreddore colpiscono ogni anno milioni di persone. Come affrontarli quando si è in gravidanza? Per esempio, quale sciroppo prendere per tosse in gravidanza? Esistono rimedi sicuri ed efficaci quando non si sta bene in dolce attesa? Le soluzioni ci sono, ma è fondamentale confrontarsi col proprio medico curante prima di procedere con un trattamento. Ecco i consigli più utili.

Tosse in gravidanza

Starnuti o colpi di tosse in gravidanza non sono pericolosi per il feto che, protetto dal liquido amniotico, li avverte semplicemente come piccole (e piacevoli) oscillazioni.

Per la mamma, invece, la tosse in gravidanza (come il raffreddore) può essere molto fastidiosa, soprattutto perché potrebbe accentuare eventuali doloretti già presenti.

Allo stesso modo la febbre non è pericolosa per il feto, ma è importante consultare il medico se la temperatura supera i 39 gradi.

Cosa fare se si hanno questi fastidiosi malanni da raffreddamento in dolce attesa? Cosa si può prendere e cosa no? Esiste uno sciroppo adatto al trattamento della tosse in gravidanza?

Ecco tutto ciò che bisogna sapere.

Farmaci anti-raffreddamento

L’assunzione di farmaci durante la gravidanza è assolutamente sconsigliata, anche quando si tratta di rimedi piuttosto blandi perché i principi attivi in essi contenuti potrebbero attraversare la placenta e raggiungere il feto.

Allora, come possiamo curare la tosse in gravidanza senza che lo sviluppo e la salute del feto ne risentano?

I farmaci che normalmente si assumono in caso di malanni da raffreddamento, quali paracetamolo, aspirina e antinfiammatori, vanno assunti, in gravidanza, con estrema attenzione e solo in casi di disturbi prolungati.

Di questi il paracetamento è indubbiamente il principio attivo più sicuro che viene suggerito anche in gravidanza per attenuare la febbre.

Il farmaco di riferimento (sia esso Tachipirina o Efferalgan) può essere assunto per qualche giorno (3-4) secondo il dosaggio indicato nella confezione.

Superati questi giorni, se i disturbi non passano, è consigliato consultare il medico prima di proseguire la terapia.

L’aspirina invece deve essere assunta, contro la tosse in gravidanza, solo previo consulto medico e comunque con estrema cautela.

Questo farmaco infatti potrebbe causare problemi al feto in particolari periodi della gravidanza. Il suo uso è vietato alla donna incinta nel primo trimestre in quanto potrebbe causare aborto spontaneo e dalla trentesima settimana in avanti. In questo secondo periodo infatti l’aspirina potrebbe causare la chiusura del dotto di Botallo, un vaso della circolazione sanguigna del feto).

Spray e caramelle balsamiche

Spray e caramelle balsamiche possono essere utili contro tosse e mal di gola, anche in gravidanza.

Si tratta però di soluzioni blande che non riscuotono molto successo. Possono essere assunti in caso di tosse in gravidanza, senza esagerare e comunque sempre chiedendo prima il consiglio del proprio medico.

Il medico o il farmacista potrebbero consigliarli o meno in base al proprio stato della gravidanza.

Su amazon si possono acquistare in modo rapido e veloce i seguenti prodotti utili per la tosse in gravidanza

Propoli

La propoli è un prodotto naturale sconsigliato però in gravidanza in quanto non esistono dati circa il suo utilizzo in questo particolare periodo di vita della donna.

Non se ne conoscono gli effetti sul feto.

Inoltre, la propoli è spesso formulata con soluzione alcolica che potrebbe risultare pericolosa per il feto.

Rimedi naturali

Sempre utili e efficaci sono i rimedi della nonna o naturali usati da una vita per il trattamento di malesseri e malanni da raffreddamento.

Per raffreddore o tosse, in gravidanza meglio affidarsi a semplici soluzioni casalinghe, come:

Rimedi e sciroppi omeopatici

Altrettanto efficaci sono i rimedi omeopatici o gli sciroppi omeopatici compatibili con gravidanza e allattamento.

Stodal

Tra questi lo sciroppo Stodal. Previa indicazione medica questo sciroppo è assolutamente sicuro e rappresenta una buona soluzione contro la tosse in gravidanza. Non produce effetti collaterali né rischi per il feto.

Si tratta di uno sciroppo omeopatico, naturale e sicuro, indicato anche per il trattamento di malesseri da raffreddamento anche nei bambini.

Il dosaggio negli adulti è quello di un cucchiaio da minestra da assumere per 3-5 volte al giorno.

Questo sciroppo non è tuttavia indicato in caso di ipersensibilità verso uno dei suoi eccipienti o in caso di difficoltà respiratorie patologiche (come l’asma).

Altri sciroppi omeopatici sono Drosera, Bryonia, Antimonium.

Sciroppo alla cipolla

Tra i rimedi naturali consigliati per curare la tosse in gravidanza, vi è anche lo sciroppo di cipolla, in quanto lenitivo, antibatterico ed espettorante.

Si ottiene facendo macerare per qualche ora una cipolla tagliata a fettine e cosparsa con qualche cucchiaio di zucchero.

L’assunzione consigliata è di 4-6 cucchiaini al giorno.

Consulto medico

Prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco, sciroppo o altro rimedio omeopatico o naturale è bene rivolgersi al proprio medico di famiglia, al ginecologo oppure al farmacista.

Conoscendo voi e lo stato della vostra gravidanza, essi sapranno consigliarvi la soluzione più indicata per la risoluzione di qualsiasi problema, come la tosse.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Littlelife Mini Trolley Tartaruga - LittleLife
79 €
Compra ora
LGV Telaio per Arrampicata in Metallo Gioco da Esterni Giardino ...
139.9 €
Compra ora
HAPPY HOP Gonfiabile CUCCIOLANDIA - HAPPY HOP
659.95 €
Compra ora