Tornare al lavoro dopo il parto: cosa aspettarsi davvero?

Il rientro dal congedo di maternità è un grande adattamento. Ecco come prepararsi al meglio...

Sapere cosa aspettarsi prima di tornare al lavoro dopo il parto vi permetterà di affrontare questo momento senza troppi traumi. Si tratta sicuramente di un processo delicato e difficile, dato che dovrete momentaneamente separarvi dal vostro piccolo e quindi potrebbe innescarsi l’ansia da separazione.

Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

Tornare al lavoro dopo il parto: cosa aspettarsi davvero?

Chiamate una babysitter affidabile

Presumibilmente avete scelto un asilo nido per le sue eccellenti referenze o una tata/babysitter in base ai suoi anni di esperienza. Siete sicure che la vostra badante sappia lavorare con i bambini, ma non sa come lavorare con vostro figlio, per ora. Ebbene, potete aiutarla. Mentre state completando l’elenco obbligatorio dei contatti di emergenza e delineando la routine quotidiana del vostro bambino, pensate di stilare un altro elenco di consigli e trucchi materni che avete raccolto dopo il parto, da quando il vostro piccolo è tornato a casa.

Una particolare ninna nanna lo fa addormentare in un attimo? Preferisce un ciuccio piuttosto che un altro? Voi conoscete meglio il vostro bambino, quindi condividete i vostri segreti e stabilite le aspettative fin dall’inizio. Una madre racconta: “Per la mia bambina era il suono dell’acqua corrente a calmare anche i pianti più intensi. Una volta che ho pensato di farlo presente al suo asilo nido, tutti hanno avuto una giornata più tranquilla.

È logico che i bravi operatori vogliano lavorare con voi per aiutare il vostro bambino a sentirsi bene, al sicuro e felice durante la vostra giornata lavorativa. Non esitate a condividere ciò che funziona a casa”.

Prepararsi al grande giorno

Forse vi siete sempre aspettate di tornare al lavoro. Forse siete assolutamente pronte a rientrare e a unirvi ad altre mamme lavoratrici. In ogni caso, il rientro dal congedo di maternità è un grande adattamento. La madre ha a malapena superato il passaggio a genitore e ora deve tornare al lavoro; può aspettarsi di sentirsi tremendamente combattuta e stanca all’inizio, soprattutto per un lavoro a tempo pieno.

Inoltre, prima di tornare in ufficio, giocare con i colleghi di lavoro può aiutare a facilitare l’ingresso nella vita lavorativa. Così come iniziare il nuovo programma di asilo nido del bambino una settimana o poco prima della fine del congedo di maternità. Lasciare il piccolo per la prima volta e riprendere il lavoro dopo un mese o più di assenza è un cambiamento notevole da racchiudere in una sola mattina.

Tornare al lavoro dopo il parto cosa sapere

Impostate un tono positivo, ma aspettatevi delle lacrime

Se il vostro bambino ha solo pochi mesi quando tornate al lavoro, il passaggio all’asilo nido sarà probabilmente più difficile per voi che per lui, secondo l’American Academy of Pediatrics. I bambini molto piccoli tendono ad adattarsi bene ai nuovi assistenti, a condizione che le routine siano coerenti e l’ambiente sia confortante.

A partire dal settimo mese di vita, tuttavia, i bambini iniziano a sviluppare un po’ di ansia da estraneo e l’abbandono può essere più sconvolgente per loro. Senza fare troppe storie per la partenza, create un piccolo rituale di saluto e rassicurate il bambino che tornerete a prenderlo al momento del ritiro. Evitate l’approccio “distrai e sparisci”, in cui il bambino si chiede che fine abbia fatto la mamma, in modo che impari a fidarsi del fatto che tornerete davvero come avete detto.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Consigli per concordare il congedo parentale

L’importanza di passare del tempo con i propri figli

Leggi anche
  • corso cannabinologiaUniversità: è nato un corso di laurea in Cannabinologia anche in Italia

    Sono ormai molti anni che la cannabis è tornata al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi di tutto il mondo e ora si studia all’Università.

  • lavoro onlineUn’opportunità di lavoro online sempre più in voga

    Molte madri desiderano arrotondare il proprio stipendio oppure generare delle entrate secondarie. Il Web viene in soccorso di chiunque abbia voglia di provare un business nuovo e in continua crescita, ovvero la vendita di intimo usato.

  • Loading...
  • Tirare il latteTirare il latte è un’espressione d’amore: ecco come procedere

    Come regola generale, dovreste tirare il latte una volta al lavoro per ogni poppata saltata. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

  • Tirare il latte al lavoroTirare il latte al lavoro: i migliori consigli per organizzarsi

    Sto per tornare al lavoro e ho intenzione di tirare il latte lì. Come posso prepararmi in modo efficace?

  • untitled 1272Stipendi assistenti volo
Contents.media