Pubblicità innovativa: come effettuarla

Viviamo in un modo digitale e serve una pubblicità innovativa per attirare l'attenzione del pubblico, i maxischermi LED possono essere un'ottima risorsa.

Nell’era della tecnologia è importante saper sfruttare al meglio ogni canale di diffusione per pubblicizzare la propria azienda o attività. Fare pubblicità vuol dire promuovere i propri prodotti e i propri servizi. C’è chi è rimasto ancora legato ai classici cartelloni affissi in giro per la città, ma in una società predominata dal digitale, questo non può più bastare.

Fare pubblicità attraverso maxischermi

La carta stampata è un must intramontabile, ma l’innovazione potrebbe portare a risultati più concreti e solidi. I maxischermi pubblicitari, contrariamente al classico cartellone, permettono di far arrivare a chi lo guarda un messaggio immediato. Non ci si limita a un’immagine fissa, standard, ma si possono realizzare brevi spot da vedere on the road, con immagini video che si ripetono, per tutto il giorno, 24 ore su 24. In questo modo, il messaggio che l’azienda vuole lanciare arriverà prima agli spettatori potenziali clienti.

Totem a LED

Un altro mezzo valido per attirare l’attenzione del consumatore è rappresentato dai totem a LED, ovvero dei display autoportanti installati su strada, nelle zone pedonali e davanti ai negozi, che si occupano di comunicazione digitale. Ce ne sono di tutti i gusti, ma lo scopo di ognuno di loro è quello di catturare l’attenzione del passante, fargli rivolgere uno sguardo a quel determinato negozio o prodotto. I colori, i movimenti, le immagini virtuali, rendono il tutto più divertente e attraente.

La pubblicità nella nuova era digitale

La tecnologia ci offre molti strumenti da poter sfruttare al meglio per ottenere buoni risultati nel mondo del mercato, sta a chi li utilizza saperli sfruttare a pieno. Tra maxischermi pubblicitari, Ledwall, e totem a LED, si ha l’imbarazzo della scelta per rendere la propria attività proficua e al passo con i tempi. La comunicazione innovativa è alla base di una buona riuscita pubblicitaria. Il potenziale cliente è più attratto dal full color, dai movimenti, dagli effetti sonori, e davanti a un maxischermo è più difficile che distolga l’attenzione.

Con i Totem a LED si possono fornire informazioni, si può comunicare offerte e promozioni, e grazie alla tecnologia touch screen, fare prenotazioni, ordini e altre operazioni. In questo modo, il cliente si sentirà più incluso nell’attività, e vivrà diversamente la sponsorizzazione. L’approccio cambia anche il modo di vivere l’esperienza pubblicitaria, che, con il multimediale, diventerà ancora più coinvolgente ed interattiva, grazie al suo puntare su grafica e colori, animazioni e disegni accattivanti, perché una buona immagine rimane impressa molto più di mille parole.
Un altro pregio dei maxischermi e dei totem a LED è quello di ridurre drasticamente i costi per la pubblicità, poiché si andrà a mirare in modo più preciso la propria campagna e i mezzi scelti.

Il messaggio che si vuol far passare, arriverà in modo istantaneo ai passanti, cosa che invece non sempre accade con altri tipi di pubblicità. È importante inoltre ricordare sempre di collocare il maxischermo in una posizione strategica, per far sì che sia visto da un numero maggiore di persone che rientrano nel proprio target. Una buona idea può essere quella di affidarsi ad un’agenzia pubblicitaria di spessore, perché il successo di un prodotto o di un’azienda può derivare in gran parte dalla buona riuscita della pubblicità.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dove comprare la console per bambini: guida all’acquisto

Come si usa un tiralatte manuale: una pratica guida per le mamme

Leggi anche
  • corso cannabinologiaUniversità: è nato un corso di laurea in Cannabinologia anche in Italia

    Sono ormai molti anni che la cannabis è tornata al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi di tutto il mondo e ora si studia all’Università.

  • lavoro onlineUn’opportunità di lavoro online sempre più in voga

    Molte madri desiderano arrotondare il proprio stipendio oppure generare delle entrate secondarie. Il Web viene in soccorso di chiunque abbia voglia di provare un business nuovo e in continua crescita, ovvero la vendita di intimo usato.

  • Loading...
  • Tornare al lavoro dopo il partoTornare al lavoro dopo il parto: cosa aspettarsi davvero?

    Il rientro dal congedo di maternità è un grande adattamento. Ecco come prepararsi al meglio…

  • Tirare il latteTirare il latte è un’espressione d’amore: ecco come procedere

    Come regola generale, dovreste tirare il latte una volta al lavoro per ogni poppata saltata. Ecco tutto ciò che dovreste sapere.

  • Tirare il latte al lavoroTirare il latte al lavoro: i migliori consigli per organizzarsi

    Sto per tornare al lavoro e ho intenzione di tirare il latte lì. Come posso prepararmi in modo efficace?

Contentsads.com