Notizie.it logo

Quanto costa una babysitter referenziata?

baby sitter

Vediamo quanto costano e dove trovare le migliori. Ci sono due grandi categorie in cui si dividono in base all'esperienza e alla fascia di prezzo.

Quanto costa una babysitter referenziata?

Sfortunatamente, capita spesso di non avere molto tempo da dedicare ai propri figli, in particolar modo a causa del lavoro o di eventuali impegni familiari. Ebbene, esistono però diverse babysitter che operano là dove i genitori non possono intervenire in un determinato lasso di tempo, riuscendo a dare al bambino tutto ciò di cui può necessitare.

Ovviamente però, vi sono delle distinzioni da fare: infatti, seppur le babysitter abbiano tutte un principale compito (ovvero quello di badare al bambino), possono categorizzarsi a seconda dei compiti specifici che possono svolgere.

Un tipico esempio sono per l’appunto le babysitter che preparano da mangiare al bambino o ci badano la notte in assenza dei genitori; ancora, vi sono quelle babysitter che rimangono ospiti nella casa dei genitori anche per diversi giorni così da badare al bambino.

I compiti specifici possono poi essere anche minori, come ad esempio una banale serata dove la babysitter deve occuparsi di svolgere determinate attività col bambino, ad esempio delle attività imposte dalla madre per far sì che il figlio possa avere maggiore probabilità di apprendere più velocemente e prepararsi per l’educazione che riceverà a scuola.

Come già descritto, vi sono quindi diverse babysitter e soprattutto diversi costi.

Quali sono le babysitter più economiche?

Tipicamente, le babysitter più economiche sono le esordienti, ovvero quelle persone che si sono appena inserite in questa fascia lavorativa e in media partono da un prezzo di 4,50-5,00€ all’ora.

Tipicamente avanza questo prezzo una tata priva di esperienza, di conseguenza è consigliabile mostrarle le diverse azioni da eseguire nel lasso di tempo in cui dovrà badare al bambino, così da non avere problemi con i genitori stessi.

Ciononostante, pur essendo priva di esperienza, si ricorda che in base alla persona, quest’ultima può avere delle ottime abilità come tata: infatti, vi sono quelle tate che si informano appositamente così da poter contribuire all’educazione stessa del bambino.

Per educazione non si intende necessariamente l’educazione sistematica della scuola, bensì l’educazione basata sui tipici giochi che permettono al bambino stesso di apprendere delle cose nuove, seppur in ambiente domestico.

Infatti, inizialmente vi è la scelta drastica fra asilo nido e una babysitter, ed è consigliabile per le persone che scelgono la seconda opzione di avanzare anche richieste che permettono al loro bambino di apprendere qualcosa così da avvantaggiarsi una volta entrato ufficialmente nell’ambiente scolastico come studente.

Ancora, i prezzi variano in base alle determinate necessità di un bambino. A tal proposito, si può pensare ad una babysitter che in una giornata lavorativa deve semplicemente badare al bambino esclusivamente nel suo ambiente domestico, rispetto ad una tata che invece deve fare diverse commissioni e di conseguenza portare con sè il bambino, a maggior ragione se queste commissioni lo riguardano.

Effettivamente, il prezzo non può necessariamente variare: è possibile però che i genitori o la tata stessa possano avanzare delle richieste, e in basi a quali sono il prezzo possa salire.

Quali sono le babysitter più costose?

Alle tate prive di esperienza, si contrappongono le babysitter che sono inserite in questo settore lavorativo da parecchio tempo e ritenute quindi esperte in questo contesto.

Per tale motivo, in media la loro paga si aggira sugli 8,00-8,50€ all’ora.

Pur essendo consapevoli del fatto che la cifra è il doppio rispetto a quella delle babysitter, ci si rende però conto della abnorme differenza di esperienza. Infatti, capita spesso che una tata inesperta possa fare degli errori più o meno gravi, talvolta rischiando il posto stesso di lavoro tanto ambito.

Per evitare ciò, sono presenti dei genitori che si rivolgono direttamente a delle babysitter esperte. Queste ultime hanno infatti una notevole esperienza con più bambini, e si adattano facilmente al nuovo tipo di lavoro e soprattutto di compiti da svolgere.

E’ infatti molto probabile trovare delle tate esperte che riescano perfettamente ad entrare in sintonia con il bambino dopo qualche giorno, riuscendo a badare alle diverse spese: solitamente infatti capita che una babysitter esperta faccia più commissioni o si occupi contemporaneamente del cibo, della nanna del bambino (anche durante la notte stessa), o della salute del bambino nel periodo in cui si ammala.

Ha quindi un livello più alto di responsabilità, e presenta sicuramente maggiori vantaggi pur essendo meno economica.

Ciò che maggiormente si consiglia a chi si rivolge a delle babysitter, è di badare al profilo della persona e della sua esperienza, tanto quanto alla sua formazione: come già anticipato infatti, vi sono delle persone con delle capacità tali da favorire l’apprendimento del bambino e instaurare con lui un ottimo rapporto che va oltre il tipico babysitting, indipendentemente dal prezzo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche