Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Placenta? Si può portare a casa dall’ospedale?

placenta

La placenta è un organo che crea il vostro corpo per dare al vostro bambino ossigeno e sostanze nutritive mentre si trova nel grembo materno. Ma una volta che la placenta è servita al suo scopo, si può buttare? Per alcune mamme, la risposta è no. Alcune mamme vogliono tenerla per mangiarla a casa per allontanare alcuni degli effetti meno piacevoli dopo la nascita. Altre la vogliono piantare con un albero per commemorare la nascita.
Mentre è abbastanza facile da fare con un parto a casa o anche in un centro di parto, con l’ ospedale può essere un’altra storia. “Gli ospedali sono molto preoccupati per la sicurezza, perché la placenta è davvero un rischio biologico,” dice Titi Raiza, un’ostetrica infermiera certificata nel padiglione ostetrico-ginecologico a Houston in Texas . “È piena di sangue, potrebbe essere un incubo di sanità pubblica.”Le politiche possono variare ampiamente da ospedale a ospedale, quindi se state pensando di tenere la placenta, vi consigliamo di chiedere al tuo ospedale in anticipo per vedere che cosa fare per richiederla, e se c’è anche una possibilità per voi di portarla a casa.

Alcuni rifiuti sono definitivi da parte degli ospedali, soprattutto se sembra che la placenta abbia subito qualche danno durante la gravidanza. “Inviamo la placenta alla patologia, se pensiamo che sia successo qualcosa di anormale durante la gravidanza,” dice Marra Francis, M.D., un ginecologo a Woodlands, Texas e un autore delle guide di MD sulle mamme. “Possiamo misurare quanto è grande la placenta e quanto è stata danneggiata, e possiamo lasciare che il pediatra decida che questo può essere un bambino a rischio per ritardi di sviluppo, perché la sua placenta non ha pienamente funzionato”. Se il tuo ospedale rifiuta, è possibile cercare un posto per partorire più flessibile per quanto riguarda la placenta, o si può considerare di fare causa in tribunale per la restituzione della placenta. È necessario impegnarsi prima della nascita a fare causa in tribunale affinché che la placenta non vada male mentre siete in attesa che le ruote della giustizia inizino a girare.

(Ciò che è successo a Las Vegas alla mamma Anne Swanson, che ha dovuto aspettare troppo a lungo affinchè i tribunali locali costringessero il suo ospedale a restituirle la placenta ).
Alcuni ospedali lo permettono, ma possono mettere significativi ostacoli sulla tua strada, quindi è meglio iniziare a fare accordi prima del parto. “È un problema enorme prendere la vostra placenta dall’ospedale qui,” dice Siobhan Kubesh, un’ostetrica certificata e ginecologa ad Austin. “L’ospedale richiede alle nuove mamme di ottenere un’ingiunzione del tribunale per prendere la placenta dall’ospedale perché è considerato un organo di trasporto”.
Anche se il vostro ospedale è gradevole, potrebbe essere necessario prendere accordi per portare la placenta casa molto prima che nasca il vostro bambino. La signora Raiza dice “Probabilmente non potrai prendere la placenta subito dopo il parto, ,” “Sarà invece necessario incaricare qualcuno per venire all’ ospedale dopo un’ ora o due e portarla a casa e metterla nel congelatore o nel frigorifero”.
E non credo che l’ospedale avvolgerà quella placenta in un pacco ! Se stai pensando di salvarla, metti dei sacchetti di plastica auto-sigillati e un contenitore di plastica con un coperchio a chiusura ermetica nella borsa ospedale.

Usa del ghiaccio e un frigorifero, quindi la placenta si conserverà e la crescita batterica verrà limitata se non puoi portarla a casa subito.
Anche se la tendenza di mangiare la propria placenta è in aumento, non si tratta ancora una richiesta comune, quindi è probabile ottenere alcuni respingimenti da parte del personale ospedaliero quando fate la vostra richiesta.”

Copyright © 2013 Meredith Corporation.

Tutti i contenuti di questo sito Web, compreso il parere di un medico ed eventuali altre informazioni relative alla salute, sono solo a scopo informativo e non devono essere considerati un piano di diagnosi o un trattamento specifico per ogni situazione individuale. L’ uso di questo sito e le informazioni ivi contenute non creano un rapporto medico-paziente. Chiedete sempre la consulenza diretta del medico in relazione ad eventuali domande o problemi, che possono insorgere per quanto riguarda la propria salute o la salute degli altri.

© Riproduzione riservata
Leggi anche