Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Perchè fare sport in gravidanza

perchè fare sport in gravidanza

Quali sono i benefici dell'attività fisica in gravidanza? Tutto quello che c'è da sapere sugli sport consigliati da fare quando si è incinta.

L’attività fisica soprattutto in gravidanza può apportare notevoli benefici alla futura mamma, può infatti prevenire il parto cesareo e permette di tenere sotto controllo il peso corporeo conservando il tono muscolare pre-gravidanza. A parte quei casi in cui lo sport mette purtroppo a rischio il benessere della mamma e del suo piccolo, numerosi studi scientifici confermano che allenarsi col pancione diminuisce di oltre il 47% la possibilità di avere un parto pre-termine. Inoltre, le donne che continuano a fare sport durante i nove mesi di gestazione hanno il 17% di possibilità in meno di dover subire il parto cesareo. L’esercizio fisico, seppur moderato, tiene sotto controllo la pressione e evita l’insorgere di patologie molto fastidiose come il diabete gestazionale.

Perché fare esercizio fisico in gravidanza?

Ci sono donne che dopo aver scoperto di essere incinte evitano ogni genere di sport, anche quelle che magari in precedenza erano delle sportive incallite. Le altre invece, che già facevano una vita sedentaria, non iniziano a fare sport proprio durante la gravidanza.

Al contrario un allenamento moderato può preparare il corpo al parto mantenendolo in ottime condizioni. Certo, prima di iniziare qualsiasi genere di attività fisica è bene rivolgersi al proprio ginecologo che ha un quadro completo della situazione e può consigliare al meglio la propria paziente sul comportamento da tenere.

Ci sono ovviamente dei controlli e delle regole da seguire prima di iniziare poiché le gestanti, soprattutto nel primo trimestre, vivono dei cambiamenti che possono destabilizzare le loro abitudini sopratutto l’aumento dei battiti cardiaci deve essere tenuto sotto controllo. Ecco perché è importante ottenere il via libera da parte del proprio medico. Generalmente le donne che praticavano attività fisica già prima di essere incinte proseguono a ritmi più soft e moderati per tutti i nove mesi; coloro che invece facevano una vita sedentaria dovrebbero aspettare almeno il secondo trimestre prima di potersi muovere un po’.

I benefici dell’attività fisica per il feto

Lo sport permette di sviluppare ogni singolo muscolo del proprio corpo così da mantenere il giusto tono muscolare per tutta la gravidanza e tenere sotto controllo il peso.

Uno dei problemi più comuni per le donne in stato interessante è proprio l’eccessivo aumento di peso che invece dovrebbe essere controllato secondo determinati standard. Facendo sport è possibile rafforzare i muscoli della zona vertebrale fondamentale per sostenere il pancione ed evitare così quei dolori di schiena molto comuni nelle gestanti che nei casi più gravi limitano i movimenti. L’allenamento stimola la circolazione sanguigna e linfatica prevenendo pesantezza e gonfiore agli arti inferiori molto comuni nelle gestanti. Infine una donna allenata ed in ottimo stato fisico riesce ad affrontare con più calma ed equilibrio i dolori del porto. Fare sport apporta benefici anche al feto, l’allenamento promuove il rilascio dell’ormone del buonumore non solo nella mamma ma anche nel piccolo.

Gli sport consigliati in gravidanza

Le donne incinte dovrebbero evitare tutti quegli sport che prevedono contatti corpo a corpo oppure hanno un alto rischio di cadute, dovrebbero essere effettuati in modo più lieve anche la corsa ed i salti che possono provocare la contrattilità uterina.

Tra gli sport più consigliati ci sono infatti lo yoga che distende i muscoli e permette di rilassare mente e corpo, acquagym ma anche mezz’ora di passeggiata al giorno può essere molto utile. Coloro che soffrono di alcune patologie come ipertensione o diabete possono trovare beneficio nello sport. Infine, le donne che hanno minacce d’aborto, placenta previa o altre problemi legati alla gravidanza dovrebbero evitare di muoversi in modo eccessivo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche