Notizie.it logo

Cosa favorisce l’allattamento al seno: guida utile

allattamento al seno

L'allattamento al seno aiuta il bambino a crescere sano e dovrebbe durare almeno fino a sei mesi.

L’allattamento al seno è il modo migliore per nutrire un neonato, come sostiene l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che lo raccomanda almeno fino ai sei mesi ed incoraggia le mamme a continuare anche fino ai due anni del bambino, integrando ovviamente il proprio latte con altri alimenti. Anche la mamma trae benefici dall’allattamento al seno: è pratico, eccetto le difficoltà iniziali, è sempre disponibile ed alla giusta temperatura. Ed è economico: nessun costo di preparazione. Con l’allattamento al seno, inoltre, favorisce la contrazione dell’utero, riducendo il naturale sanguinamento post parto.

Allattamento al seno

L’allattamento al seno assicura al neonato le calorie, le vitamine, i sali minerali e le altre sostanze necessarie per una crescita sana ed ottimale. È vantaggioso sia per la madre sia per il bambino ed è anche un’opportunità fondamentale per favorire l’attaccamento. L’allattamento al seno è un momento di contatto con il bambino e per la mamma è un piacere come per lui. Per favorirlo, i neonatologi consigliano di attaccare il bambino al seno subito dopo il parto, facendo in modo che si instauri con la mamma il cosiddetto contatto “pelle a pelle”.

Durata poppata

La durata della poppata al seno, secondo gli esperti, deve essere almeno di 20 minuti.

Il bimbo, oltre alla sazietà, deve anche raggiungere un appagamento psicologico. Per questo è importante non essere troppo frettolose, ma neanche essere troppo rigide. È bene ricordare che l’organismo del bambino è perfettamente in grado di regolarsi da solo. Questo significa che se si stacca è pieno, mentre se continua a ciucciare forse ha ancora fame o ha bisogno di qualche “coccola” in più. Se il bebè tende ad addormentarsi al seno, può essere utile stimolarlo con la voce, le carezze, cambiando seno o posizione, comprimendo manualmente i dotti.

Solo se la poppata supera un’ora, è il caso di chiedersi se c’è qualcosa che non va, eventualmente chiedendo aiuto a un esperto. Va ricordato che la produzione di latte è stimolata dalla richiesta del piccolo: più lui succhia, più la mammella è produttiva. Pertanto è importante allattare il bebè ogni volta che lo richiede.

Dieta per allattamento

Durante l’allattamento al seno è determinante l’alimentazione della mamma in quanto le sostanze che assume giungono attraverso il latte anche al piccolo.

Bisogna stare attenti, ma, in realtà, nessun alimento causa danni al bambino, tranne le bevande alcoliche. E’ consigliabile moderare anche il consumo di tè e caffè che contengono sostanze neurostimolanti, e le tisane, dato che gli effetti di certi tipi di erbe sulla salute del bambino non risultano essere del tutto chiari.

Durante l’allattamento al seno la neomamma dovrebbe seguire un regime alimentare il più possibile variato, ricco di proteine, frutta, verdura e calcio. Inoltre, la dieta seguita dovrebbe garantirle un adeguato apporto calorico, superiore di almeno 500 calorie a quello normale. Il bisogno calorico, infatti, è direttamente proporzionale alla quantità di latte prodotta (500/600 grammi nei primi mesi, circa 800 nei mesi successivi). Questa quota calorica viene in parte ricavata attraverso il grasso accumulato dalla donna durante la gravidanza e in parte attraverso l’alimentazione. Caratteristica di quest’ultima, poi, è che oltre a prevedere il giusto quantitativo di carboidrati e fibre dovrebbe essere integrata con latte, latticini e proteine (circa 17 grammi in più al giorno rispetto alla norma).

Migliori 3 prodotti

Tanti i consigli e le proposte commerciali che aiutano le mamme nel percorso di allattamento al seno.

In particolare per quanto riguarda gli integratori bio, che consentono di aumentare la produzione di latte.

Lactogal Plus 30 Compresse: è un integratore alimentare studiato per supportarti durante il periodo dell’allattamento al seno: favorisce la montata lattea e la secrezione di latte ed integra le vitamine ed i minerali il cui fabbisogno aumenta durante la gravidanza e l’allattamento.

Piulatte Plus Bustine: Integratore alimentare a base di Silitidil (Cardo mariano Sylibum marianum e fosfatidilserina) e Galega, risulta utile per favorire la fisiologica produzione di latte nelle donne durante il periodo dell’allattamento.

Erba Vita Galega Integratore Alimentare 60 Capsule: è un complemento alimentare a base di Galega formulato per promuovere ed aumentare la produzione di latte durante la fase di allattamento.

Senz’altro il buon senso non si trova in vendita e neanche i consigli delle altre donne che hanno vissuto prima la splendida ed unica emozione della maternità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
About Stefania Maffeo
Giornalista pubblicista, gestione social media, docente.
Leggi anche