Notizie.it logo

Assicurazione casalinghe Inail 2019: come funziona e cosa è

pulire

L'obbligo assicurativo riguarda sia le casalinghe sia gli studenti fuori sede che si occupano della casa. Quest'anno sono previste importanti novità.

La legge 493 del 1999 ha introdotto l’obbligo di assicurazione per le casalinghe contro gli infortuni in ambito domestico. L’obbiettivo è tutelare tutte le professioni allo stesso modo. Alcuni dati, infatti, evidenziano una copertura assicurativa sottoscritta soltanto da 1 milione di donne rispetto ai 9 milioni di casalinghe presenti in Italia. Il motivo alla base di questo si trova nei bassi importi delle sanzioni attuali. Con la legge di Bilancio del 2019 sono state aggiunte alcune modifiche riguardo i premi, i range di età e le sanzioni.

Assicurazione casalinghe 2019: i requisiti

Per richiedere l’assicurazione casalinghe Inail 2019 occorre possedere alcuni requisiti specifici. La copertura da infortuni in ambito domestico nasce come tutela per quelle donne che si occupano della casa e della cura dei componenti familiari in modo continuativo e non retribuito. Uno dei requisiti per la richiesta, infatti, è lo svolgimento dell’attività senza vincoli di subordinazione e senza percepire retribuzioni. Le attività delle casalinghe comprendono la pulizia degli ambienti interni ed esterni, compresi i giardini, gli androni condominiali, i parcheggi e i terrazzi.

L’iscrizione, inoltre, è diventata obbligatoria per tutte le donne di età compresa tra i 18 e i 67 anni compiuti. Sono escluse le persone già titolari di pensione. Le casalinghe, però, non sono le sole a beneficiare di questa copertura assicurativa. L’obbligo si estende anche agli studenti fuori sede che si occupano dell’ambiente in cui vivono. Anche i ragazzi maggiorenni che sono in cerca di lavoro, i pensionati sotto i 65 anni e i lavoratori stagionali (con contratto a tempo determinato) dovranno adeguarsi alla normativa. Sono esclusi, invece, gli studenti beneficiari di borse di studio, coloro che svolgono lavori socialmente utili, i religiosi e i lavoratori part-time.

Assicurazione casalinghe 2019: quanto costa

La Legge di Bilancio di quest’anno, oltre ad innalzare di due anni il limite di età per la richiesta, ha aumentato anche il premio annuale. L’importo ammontava, infatti, a €12,91 fino allo scorso anno: dal 2019 le casalinghe dovranno versare €24 tramite bollettino postale entro il 31 gennaio.

Esiste anche un’opzione per le donne che percepiscono un reddito inferiore a 4.648,11 euro. Questa soluzione è applicabile soltanto se il reddito complessivo lordo familiare non supera i 9.296,22 euro annui. Per questa categoria di persone è disponibile un’autocertificazione da presentare ai fini dell’esenzione. L’iscrizione alla copertura assicurativa avviene a seguito del pagamento del premio annuale.

Assicurazione casalinghe 2019: le sanzioni

L’aumento del premio assicurativo comporta anche un aumento delle sanzioni previste per coloro che non assolveranno l’obbligo di iscrizione. L’importo, in caso di non adeguamento alla normativa, potrà raggiungere un valore massimo pari al premio versato, come riporta il sito dell’Inail. Ciò significa che la sanzione più salata ammonterà a €24. In questo caso, però, occorrerà attendere alcuni mesi per l’effettiva attuazione della novità: la pubblicazione del decreto attuativo è prevista per giugno 2019.
La disdetta del premio assicurativo, infine, avviene nel momento in cui il beneficiario perde uno dei requisiti richiesti.

L’interessato, in questo caso, dovrà compilare il modulo di disdetta assicurazione casalinghe 2019 scaricabile sul sito dell’Inail.

© Riproduzione riservata
Leggi anche