Virus Zika e gravidanza: tutto ciò che devi sapere

Di seguito è riportato un elenco di alcune delle destinazioni più soggette al virus.

Sebbene il virus Zika non sia poi così diffuso in Italia, è importante prestare attenzione a questo fenomeno. Chi ha intenzione di viaggiare, infatti, deve informarsi adeguatamente per evitare problematiche. Ecco tutto ciò che dovresti sapere.

Cos’è il virus Zika

Sappiamo di questa malattia trasmessa dalle zanzare dagli anni ’50. Provoca sintomi come mal di testa, febbre, eruzioni cutanee, ecc. in una persona media. Tuttavia, sembra che stia causando un’impennata di casi di microcefalia in alcune aree. Questa è una condizione in cui il cervello dei bambini smette di crescere e causa teste anormalmente piccole. A quanto pare, il primo trimestre è il periodo più rischioso.

Non esiste un vaccino per il virus ed evitare le punture della zanzara ospite del virus è l’unico modo per prevenire l’infezione.

In questa fase del gioco, il virus è comparso in Africa, Asia, Caraibi, America Centrale, Nord America, Sud America e Isole del Pacifico. Di seguito è riportato un elenco di alcune delle destinazioni più comunemente esplorate in cui il virus Zika è stato identificato.

I paesi a rischio

Il CDC ha emesso un avviso di livello 2 per i viaggi nei seguenti paesi:

Africa: 30 paesi diversi tra cui Angola, Sudan e Uganda.

Asia: 14 paesi diversi, inclusi Thailandia e Vietnam.

Caraibi: Anguilla, Antigua e Barbuda, Aruba, Barbados, Bonaire, Isole Vergini Britanniche, Cuba, Curaçao, Dominica, Repubblica Dominicana, Grenada, Haiti, Giamaica, Montserrat, Porto Rico, Saba, Saint Kitts e Nevis, Saint Lucia, Saint Martin, Saint Vincent e Grenadine, Sint Eustatius, Sint Maarten, Trinidad e Tobago, Isole Turks e Caicos, Isole Vergini Americane.

virus zika sintomi trattamento

America Centrale: Belize, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama.

Nord America: Messico.

America del Sud: Argentina, Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana francese, Guyana, Paraguay, Perù, Suriname, Venezuela.

Isole del Pacifico: Fiji, Papua Nuova Guinea, Samoa, Isole Salomone, Tonga.

I tre livelli di avvertimento per il virus Zika

Livello 1: indossa la protezione solare e usa il buon senso. Viaggiare in gravidanza, in generale, non è pericoloso, ma è giusto prendere delle precauzioni specifiche.

Avvertimento di livello 2: ci potrebbero essere alcuni rischi unici per la salute e la sicurezza in questa zona.

Livello 3: assolutamente consigliato di non viaggiare in determinate località.

Se vivi in questi paesi

Le autorità stanno cominciando a consigliare alle donne di evitare la gravidanza per un po’.

Se hai piani di viaggio per questi paesi

In questi casi, è necessario prevenire eventuali problematiche e rinunciare al viaggio in quella località tanto ambita. Le conseguenze potrebbero essere pericolose.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prevenire la depressione post-partum prima della nascita

Conservare il sangue del cordone ombelicale: ne vale la pena?

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media