Prevenire la depressione post-partum prima della nascita

Essere preparata per lo scenario peggiore ti permette di concentrarti sulla magia e il miracolo del tuo nuovo bambino.

Prevenire la depressione post-partum è possibile e può dare innumerevoli benefici. Si tratta di una problematica che ha segnali ben specifici, a cui è importante prestare la giusta attenzione. Di seguito, troverai l’esperienza di una madre che ha spiegato in che modo è riuscita a prevenire la depressione post-partum ancor prima che partorisse il suo bambino.

Ho già chiesto aiuto ai miei cari

Ho già parlato con alcune persone importanti della mia vita (mia madre, mia cugina e alcuni buoni amici) e ho fatto sapere loro di essere in attesa delle mie telefonate. Avrò bisogno di chiamarli? Non lo so. Ma durante il mio primo parto, ci sono state alcune volte in cui avevo bisogno di parlare con qualcuno e, fortunatamente, qualcuno era disponibile per rispondere alla mia chiamata.

Quella era pura fortuna. La mia lista è stata facile da scegliere: mia madre è la mia migliore amica ed è sempre la prima persona che chiamo, mia cugina ha anche sofferto di PPD (tre volte!) e sa cosa ho bisogno di sentire, e i miei amici hanno anche esperienza con la depressione.

Ho delle attività per affrontare la situazione

Una delle più grandi sfide che ho avuto la prima volta è stata quella di sentirmi confinata in casa.

Avevo paura di uscire perché non mi sembrava sicuro e non sapevo cosa stessi facendo. Non ero ancora sicura di come usare il seggiolino auto, e l’idea di portare il bambino al negozio di alimentari sembrava scoraggiante e pericoloso. Questa volta, sono molto più sicura delle mie capacità di genitore fuori casa e ho una lista di attività per portare me e il bambino fuori quando ho bisogno di una pausa e di aria fresca. Le attività includono: fare passeggiate, andare al parco, fare shopping, ecc. Ho anche diverse babysitter in fila che sono disponibili a guardare il mio bambino durante il giorno. Non so se le chiamerò mai, ma il solo sapere che sono lì se sono sopraffatta e ho bisogno di qualcuno che intrattenga mio figlio così posso concentrarmi sul bambino è un enorme sollievo per me.

Il mio medico è in attesa

Ho già detto alla mia ginecologa che ho lottato con la PPD per il primo bambino e avevo bisogno di farmaci che fossero sicuri per l’allattamento. Lei sa che potrei chiamarla in qualsiasi momento e abbiamo già discusso le mie migliori opzioni. Di nuovo, non so se avrò bisogno di andare così lontano, ma solo sapere che è disponibile è a volte tutto ciò di cui hai bisogno.

Mi mantengo in salute

Ho lavorato duramente per fare esercizio e mangiare bene in quest’ultima parte della gravidanza, e continuerò dopo il bambino. Per esercizio intendo camminare lentamente, quindi non fraintendetemi. Ma continuare a muoversi e mangiare bene sono ottime misure per prevenire la depressione post-partum. Nella mia ultima gravidanza, sono diventata compiacente verso la fine, il che è molto allettante quando sei a disagio. La tua schiena ti sta uccidendo, il sonno è una lotta, e continui a pensare “Sono incinta, se posso mangiare cibo spazzatura senza sentirmi in colpa, è ora!” Ti capisco e ci sono stata. Ma questa volta, il mio occhio è sul premio: la salute post-partum. Ho bisogno di essere nella mia migliore forma mentale e fisica possibile in modo da potermi prendere cura del mio bambino al meglio delle mie capacità. Mangiare e vivere sano sono la chiave.

come Prevenire la depressione post-partum

Ci andrò piano con me stessa

Nella mia prima gravidanza, credevo che la conoscenza fosse potere. Ho letto tutti i libri che potevo ed ero certa che non c’era problema che non potessi risolvere con tutte le mie risorse letterarie. Credevo che le risposte a tutti i bisogni del mio bambino si trovassero in quei libri. Ora lo so meglio. Ho intenzione di seguire il mio istinto per questo bambino e sapere che, come sua madre, intuitivamente ho un senso migliore dei suoi bisogni rispetto a qualcuno che si definisce “l’uomo che sussurra ai bambini” o a tutti gli altri esperti là fuori. Semplicemente rilassarmi e andarci piano con me stessa mi toglie un peso enorme dalle spalle, e mi fa sentire meno la pressione di sapere tutto e avere tutte le risposte.

Devo conoscere il mio bambino, proprio come fa ogni nuova mamma. Leggere libri può farvi sentire meglio armati per la battaglia, ma il modo migliore per prendersi cura del vostro bambino è guardare, imparare e adattarsi. È un cliché ma è vero: tutti i bambini sono diversi!

Chissà se sarà necessario prevenire la depressione post-partum

Non ho davvero idea se soffrirò o meno di PPD con il mio prossimo bambino. Solo il tempo lo dirà. Ma queste cinque misure mi fanno sentire più preparata alla possibilità. Ed essere preparata per lo scenario peggiore mi permette di concentrarmi sulla magia e il miracolo del mio nuovo bambino… la cosa più bella della vita.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa succede dopo il parto: tutti i dettagli

Virus Zika e gravidanza: tutto ciò che devi sapere

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Loading...
  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • Vestiti pre-gravidanzaVestiti pre-gravidanza: potrai indossarli di nuovo?

    Ogni volta che ti senti frustrata dal tuo aspetto, prendi il tuo bambino e vai allo specchio più vicino.

  • ScatolaUnboxing: cos’è e quali rischi comporta per i bambini

    Il fenomeno dell’unboxing riscuote un successo sempre maggiore ma, pur essendo perlopiù innocuo, può rappresentare dei rischi per i più piccoli.

Contents.media