Tattiche di disciplina positiva per il tuo bambino

Stabilisci delle regole e presta attenzione ai suoi comportamenti.

La disciplina positiva non è legata alla punizione, ma all’insegnamento del bene e del male. Quando ti trovi di fronte a una situazione che richiede un intervento, non pensare solo a come rimproverare tuo figlio. Considera invece come puoi sfruttare l’opportunità per aiutarlo a comportarsi in modo appropriato.

Questo non è sempre facile, soprattutto se sei arrabbiata, ma dando a tuo figlio qualcosa di positivo per cui lavorare, piuttosto che solo un negativo da evitare, sarà più rispettoso di te e degli altri.

Tattiche di disciplina positiva

Fai come me. I bambini imitano gli adulti, quindi se tu mostri un buon comportamento, il tuo bambino prenderà il tuo esempio. Se vuoi che dica “per favore” e “grazie”, assicurati di usare questi termini con lui e con gli altri.

Parla con rispetto. È più probabile che tuo figlio ti ascolti se parli piuttosto che urlare, e se stabilisci con lui un contatto visivo.

Digli cosa vuoi piuttosto che cosa non vuoi. Per esempio, digli: “Tocca il gattino delicatamente”, invece di “Non colpire il gattino”. Oppure: “Per favore, siediti”, invece di “Non alzarti sulla sedia”.

Stabilisci delle regole semplici. Stabilisci alcune regole domestiche, comunicale a tuo figlio e falle rispettare con coerenza.

Non aspettarti che il bambino sappia fare di meglio. Regole semplici che proteggono la salute e la sicurezza, come non correre in strada e non picchiare, sono ragionevoli da seguire.

la disciplina positiva bambini

Premia il positivo. Il comportamento positivo continuerà e persino aumenterà se tuo figlio riceve attenzione per questo. Sii specifica nelle lodi. “Grazie per aver condiviso quel giocattolo con tua sorella” è un esempio, oppure “Wow, hai messo la tua tazza sul tavolo”.

Altri sviluppi: nuove paure, divieto di mordere, attenersi alla routine

Le paure

L’immaginazione sbocciata del tuo bambino può portare ora a una serie di nuove paure. Gli insetti e l’acqua sono due punti comuni. Non cercare di dissuadere tuo figlio dalle sue paure con affermazioni come: “Non c’è niente di cui aver paura, gli insetti non possono farti del male”. Tanto per cominciare, non è vero – alcuni insetti mordono e altri sono pericolosi – e non tiene conto dei sentimenti di tuo figlio. L’approccio migliore ora è quello di riconoscere le paure di tuo figlio e rimanere calma tu stessa.

disciplina positiva bambini

Digli cose come: “So che non ti piacciono gli insetti. Li sposterò lontano da te”. Se anche tu hai paura degli insetti, resisti all’impulso di strillare e scappare. Il tuo bambino osserva attentamente il tuo comportamento, e potresti inavvertitamente porre le basi per una paura che durerà tutta la vita. Se il problema è l’acqua, puoi incoraggiarlo a immergere i piedi sul bordo dell’oceano o della piscina, ma non forzarlo.

I morsi

Il tuo bambino ha iniziato a mordere? I bambini mordono per una varietà di motivi, e capire il perché può aiutarti a porre fine a questa situazione. Alcuni bambini mordono perché sono curiosi e si chiedono: “Cosa succederà se mordo il mio amico?”. Altri mordono quando sono frustrati, sono arrabbiati, vogliono attenzione, si sentono minacciati, o semplicemente vogliono imitare qualcosa che hanno visto fare da un compagno di gioco.

I bambini tendono anche a mordere quando sono in fase di dentizione, poiché la pressione del morso può alleviare parte del dolore dei denti emergenti. Se morde per rabbia o frustrazione, il tuo compito è di intervenire prima che arrivi a quel punto.

Attenersi alla routine per una disciplina positiva

Stabilire – e rispettare – un programma per dormire, mangiare e andare a letto può aiutare il tuo bambino a sentirsi più sicuro e in controllo. Le routine possono anche renderti la vita più facile. Se tuo figlio sa cosa aspettarsi ogni giorno, probabilmente incontrerai meno resistenza quando è il momento di passare da un’attività all’altra.

Un modo regolare di fare le cose può anche evitarti di dover prendere tempo per pianificare ogni giorno separatamente.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’autocontrollo nei bambini: come svilupparlo

Cosa fare quando hai un bambino lunatico?

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Loading...
  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media