Notizie.it logo

Sessualità nei bambini: a che età si sviluppa

Sessualità nei bambini

La sessualità infantile nei bambini quando si sviluppa e come dev'essere affrontata.

Con il termine “sessualità infantile” si fa riferimento alla scoperta e all’auto-esplorazione, da parte dei bambini, dei propri organi sessuali e di quelli degli altri. Ma non solo, anche alle sensazioni ed emozioni che queste parti del corpo, se stimolate, provocano nel bambino.

Bambini: alla scoperta della sessualità

L’esplorazione dei genitali nei bambini inizia molto presto. Quando cambiamo il pannolino ai nostri bimbi, attraverso il tatto, entrano in contatto con quella parte del corpo mai esplorata e sempre nascosta. I bambini sono incuriositi dalle percezioni piacevoli che provano venendo in contatto con alcuni oggetti, ad esempio il bracciolo del divano o il sellino della bicicletta. Questa è la prima fase di sviluppo della loro intimità, un momento delicato che dev’essere affrontato dai genitore serenamente evitando commenti e opinioni negative. I piccoli, in tal caso, potrebbero rimanere segnati dai giudizi di mamma e papà e considerare, in un futuro, l’argomento della sessualità come un tabù.

I genitori devono permettere ai propri figli, sin dalla tenera età, di esprimere e dare sfogo alla loro curiosità esplorando tutte le zone del proprio corpo, senza temere risvolti negativi.

A partire dai 4-5 anni d’età il bambino inizia a sviluppare la consapevolezza della differenza tra femmina e maschio e annessa ad essa anche la curiosità di quello che non conosce. Il gioco del dottore, ad esempio, ha interessato la crescita della maggioranza delle persone e viene messo in atto proprio con lo scopo di esplorare e vedere più da vicino cosa distingue un maschio da una femmina a livello sessuale. È bene che i genitori affrontino tutte queste tappe in modo aperto, dialogando con i propri figli e non facendo diventare l’argomento della sessualità un argomento inviolabile.

Quando avviene il cambiamento?

La pubertà e i cambiamenti fisici nelle femmine iniziano a manifestarsi intorno ai 9/10 anni d’età, mentre nei maschi intorno ai 12/13 anni. Tale fase, molto spesso, è caratterizzata da disagio e difficoltà ad esporsi con mamma e papà. I genitori hanno il compito di preparare i propri figli nel modo migliore durante tutta la fase di crescita che devono affrontare.

L’esempio che hanno in famiglia, per il bambino è sempre il miglior insegnamento che possono ricevere su tutti i fronti dell’educazione, compresa quella sessuale. Considerare il messaggio della sessualità come un’esperienza affettiva e d’amore, rispettando il proprio corpo, aiuterà i bambini a considerare la sessualità in modo positivo.


© Riproduzione riservata
Leggi anche