Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Safer Internet Day: come proteggere i bambini sul Web

safer internet day

Safer Internet Day: la giornata di sensibilizzazione per i rischi di internet.

Oggi, 5 febbraio 2019, è il Safer Internet Day, ossia la giornata internazionale di sensibilizzazione per i rischi di internet. Istituito nel 2004 dall’Unione europea, ricorre il martedì della seconda settimana del mese di febbraio di ogni anno. Ha come obiettivo quello di stimolare istituzioni, aziende e cittadini ad avere una maggiore attenzione alla sicurezza sul Web, soprattutto quando si parla bambini, più in generale di minori. Il Safer Internet Day vuole contrastare il cyberbullismo e sensibilizzare i giovani riguardo ai pericoli della rete.

I consigli per proteggere i bambini dai pericoli del Web

Ecco alcune dritte per educare i figli alla sicurezza sul Web e, di conseguenza, per proteggerli dai pericoli:

  • E’ fondamentale che i genitori siano aggiornati sulle nuove tecnologie e su tutti i rischi che queste potrebbero comportare. Infatti, i loro figli usano tablet, smartphone e computer, ma senza avere le nozioni di sicurezza.
  • Non pubblicare sulle piattaforme social le foto dei bambini. Si tratta di un’abitudine molto diffusa tra i genitori che vogliono condividere con la loro rete virtuale di amici ogni momento con i loro bimbi, senza però rendersi conto che l’esposizione di un minore sui social network va contro le leggi sulla privacy.

    Se non riesce proprio a farne a meno, il genitore deve avere l’accuratezza di impostare la privacy in modo che le immagini non siano visibili a tutti, ma solo a una cerchia ristretta di amici.

  • E’ necessario limitare le funzioni dei dispositivi elettronici con un parental control – o filtro famiglia -, ossia un sistema che permette ad un genitore di bloccare l’accesso a determinate funzioni dei dispositivi elettronici. Tali filtri servono ad evitare che i minori possano raggiungere, anche involontariamente, contenuti osceni, violenti e in generale non adatti alla loro giovane età. Molto spesso tale funzionalità è integrata nei sistemi operativi dei dispositivi oppure possono essere impostate su alcuni siti.
  • I genitori devono trasmettere e insegnare ai loro figli il valore della privacy. E’ importante non mostrare ogni cosa che ci accade sui social, ma bisogna porre dei limiti, per riservatezza ma soprattutto per una questione di sicurezza. Bisogna quindi saper riconoscere quali sono i contenuti più adatti da esporre sulle piattaforme social.
  • Per garantire tutto ciò, è fondamentale mantenere un dialogo continuo con i propri figli.

    Bisogna educarli insegnando loro dei valori che valgono tanto nella vita reale quanto sul Web. Gli insegnamenti non sono necessariamente da genitore a figlio, ma può accadere anche il contrario, dato che spesso i figli sono più esperti dei loro genitori quando si parla di nuove tecnologie.

Il Web quindi, per quanto possa essere utile da un lato, dall’altro comporta dei rischi molto importanti per chi lo utilizza. Bisogna conoscerlo bene e saperlo usare nel modo corretto.

© Riproduzione riservata
Leggi anche