Dermatite da pannolino: cos’è, cause e rimedi

La dermatite da pannolino è una condizione molto comune tra i neonati e con alcuni semplici rimedi naturali può essere tranquillamente risolta.

Quando si hanno dei bambini piccoli, le insidie che i genitori devono affrontare sono infinite. È importante prestare la massima attenzione a tutto ciò che riguarda la loro salute. A volte anche un oggetto innocuo come il pannolino può portare a delle conseguenze fastidiose, come la dermatite da pannolino.

Nulla di grave naturalmente, ma con delle piccole accortezze e attenzioni i genitori possono risolvere in maniera efficace questo piccolo problema e fare in modo che non succeda più. In questo articolo tratteremo i rimedi più comuni per curare la dermatite da pannolino.

Dermatite da pannolino: cos’è e quali sono le cause

La dermatite da pannolino è un’infiammazione della pelle del bambino che interessa la regione coperta appunto dal pannolino, cioè natiche, genitali e cosce.

Queste, a contatto prolungato con feci e urine, non fanno che determinare un arrossamento e gonfiore locale. Si tratta di una condizione che qualsiasi bambino ha vissuto almeno una volta nei primi due anni di vita, quando stanno a lungo seduti. La causa più comune della dermatite da pannolino è sicuramente lo sfregamento del pannolino con la pelle del piccolo, quest’ultima estremamente delicata. Esistono altre possibili cause, come la dieta del bambino o l’assunzione di farmaci, che determinano il cambiamento di consistenza delle feci del neonato.

Nella forma più comune, quindi, la dermatite da pannolino si presenterà con un arrossamento della pelle, che appare anche leggermente gonfia e calda al tatto.

Dermatite da pannolino: rimedi

Quali sono i rimedi più comuni in caso di dermatite da pannolino? Nei casi più lievi questo tipo di infiammazione non desta molto preoccupazione, in quanto non si tratta di una condizione grave. La dermatite da pannolino può essere tranquillamente risolta in pochi giorni ricorrendo ad alcuni semplici rimedi naturali.

Nei casi più importanti, invece, la semplice dermatite da pannolino può diventare un’infezione batterica o fungina e richiede quindi il consulto del pediatra di fiducia, che saprà indirizzare i genitori verso la giusta cura per il proprio bambino.

La prima cosa da fare è cercare di mantenere l’area interessata più asciutta e pulita possibile. Per fare ciò, è necessario cambiare molto spesso il pannolino, al fine di evitare il contatto prolungato della pelle con feci e urine. Dopo aver lavato il bambino a ogni cambio con dell’acqua, solo all’occorrenza aggiungendo anche un detergente neutro, il sederino va tamponato con un asciugamano morbido. In questo caso, può risultare utile applicare un sottile velo di una crema lenitiva. Quando è possibile, vale la pena lasciare il bambino senza pannolino o evitare di stringerlo troppo. Questa piccola accortezza fa in modo che vengano limitati i livelli di umidità della zona interessata. In questo modo la pelle potrà tornare a respirare, velocizzando la fase di guarigione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa fare se il bambino è sottopeso: consigli

Parto cesareo: cos’è, quali sono le tipologie e come avviene

Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • Yogurt magro, fa bene e ha meno calorieYogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • Yoghurt senza zuccheroYoghurt senza zucchero
  • 
    Loading...
  • vomito bambiniVomito bambini: cosa fare e come fermarlo

    Cosa causa il vomito nei bambini e come si può fermare? Cerchiamo di capire il perché molti bambini soffrono di tale disturbo.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.