Come controllare tuo figlio dall’altra stanza: la tecnologia che può servire

L'avanzamento della tecnologia ha reso possibile ciò che alcuni anni fa sembrava impensabile per controllare il proprio figlio da una stanza all'altra.

La principale preoccupazione di ogni genitore e in particolar modo delle mamme, è senza dubbio quella relativa alla salute e alla sicurezza del proprio bambino. In passato, controllare tutti i movimenti del proprio bambino era possibile soltanto stando vicino a lui e seguendolo passo passo. Al giorno d’oggi, la situazione è ovviamente cambiata, grazie agli enormi passi avanti fatti dalla tecnologia, grazie alla quale esiste la possibilità di controllare e monitorare il proprio figlio anche a distanza, da una stanza all’altra.

È anche vero che molte mamme vorrebbero avere installato nella propria stanza da letto un enorme wall pc per sorvegliare ad un livello industriale ogni spostamento minimo del proprio bambino. Sicuramente se sei una mamma con figli piccoli la tua casa sarà già adibita su misura, ma per stare ancora più tranquilla e sicura non puoi fare a meno della nuova tecnologia, mediante la quale come abbiamo avuto già modo di vedere, esiste la possibilità di controllare e monitorare tutte le attività svolte dal bambino.

Attraverso l’utilizzo di questi apparecchi tecnologici quindi, potrai dormire sonni tranquilli ed evitare di andare in ansia anche quando non sei vicina al tuo bambino.

Baby monitor: cos’è e quali tipologie esistono

Uno degli oggetti più utilizzati a questo scopo risulta essere senza ombra di dubbio il baby monitor. Parliamo di un apparecchio molto avanzato, simile ad un walkie talkie: formato a sua volta da due dispositivi, tutto ciò che bisogna fare è piazzarne uno in prossimità del bambino e l’altro ovviamente deve trovarsi a portata di mano dei genitori. In questo modo, il suono verrà trasmesso da un dispositivo a un altro anche a distanza e avrai così la possibilità di monitorare la qualità sonno e le attività del bambino pur non essendo fisicamente presente.

I baby monitor presenti sul mercato sono principalmente di due tipi: il baby monitor audio e quello audio-video. Il primo tipo è il più classico ed è in grado di trasmettere soltanto suoni: vanta tuttavia la presenza di alcune spie luminose che lampeggiano in caso di rumori e suoni sospetti.

Il baby monitor audio-video invece, come si può ben intuire, è dotato anche di schermo, attraverso il quale è anche possibile vedere il bambino, anche al buio, grazie al sistema infrarossi di cui è dotato.

Il controllo dei bambini a distanza è nelle nostre mani

Come già accennato, l’avanzamento della tecnologia ha reso possibile veramente ciò che alcuni anni fa sembrava impensabile. In commercio infatti, esistono addirittura alcuni monitor che sono in grado di connettersi alla rete wi-fi e possono essere utilizzati scaricando semplicemente le apposite app di riferimento. Così facendo, il dispositivo di videosorveglianza per la camerette del tuo bambino diventa il tuo dispositivo mobile: potrai infatti controllare la qualità del sonno e le altre attività svolte da tuo figlio direttamente dal tuo smartphone o dal tuo tablet. Esistono inoltre anche apparecchi in grado di controllare la temperatura della cameretta e di emettere suoni capaci di favorire il sonno del piccolo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Si può fare la dieta prima del concepimento?

Si può bere il caffè in gravidanza?

Leggi anche
  • platiVivere senza plastica: la sfida di una famiglia di Varese

    Una famiglia di Varese ha deciso di intraprendere un viaggio ecologico. Riusciranno a vivere senza plastica?

  • 95Vestito babbo natale fai da te
  • 8AEA633C 2E68 4B72 9968 1E5F4444969EVernice spray
  • Loading...
  • Giardinaggio e tipi di rose 1728x800 cVantaggi del fare giardinaggio sulla salute di famiglia
  • 630una località
Contents.media