Notizie.it logo

I migliori animali domestici per i bambini

animali domestici

Regalare un animale a un bambino è una delle emozioni più grandi che possa vivere! alcuni consigli per orientarsi sulla secelta

Quando si dice che gli animali sono i migliori amici dell’uomo, il discorso vale non soltanto per gli adulti, ma anche per i bambini. É con loro che la stragrande maggioranza dei quadrupedi riesce a socializzare maggiormente, instaurando talvolta relazioni straordinarie con chi è appena venuto al mondo. Così, cani, gatti, conigli, pappagalli, porcellini d’india, etc, riescono a creare un’empatia quasi immediata fin dalle prime settimane di convivenza con i bambini. Qui di seguito sono illustrate le caratteristiche comuni ad ogni animale domestico, data loro una connotazione determinata e indicate le modalità con le quali gli esemplari di ogni specie cominciano a socializzare con i più piccoli.

Cani: gli animali più socievoli

Oltre a rappresentare un motivo di tenerezza per tutti, i cani rappresentano per le famiglie e quindi per i bambini un’opportunità di crescita personale ed educativa.

Dal momento che alcune delle razze principali riescono ad entrare in maniera molto più semplice all’interno della coscienza e del modo di approcciarsi verso gli altri che appartiene ai nuovi nati. Le razze ideali per la convivenza all’interno di contesti domestici dove siano presenti individui in età prescolare, secondo gli esperti, sono i Golden Retriever, i Barboni, i Boston Terrier, i Labrador e i Pitbull perché meglio si adattano alle gerarchie. Il cane risulta essere un animale domestico molto socievole con tutti. Questo aiuterà i bambini a crescere emotivamente durante il loro cammino, direttamente interagendo con i più importanti lati del carattere di ognuno. É soprattutto con loro che questi animali a quattro zampe instaurano dei veri e propri rapporti speciali.

Gatti: animali con un mondo unico

Chiunque voglia fare un regalo al proprio bambino, prendendo in considerazione l’idea di adottare un animale domestico può tranquillamente avallare l’ipotesi di prendere in consegna un gatto.

Contrariamente a quanto si possa credere, questi sono fedeli con il proprio padroncino, con il quale tendono ad instaurare un rapporto a dir poco indissolubile. Per una migliore convivenza al di sotto di un tetto familiare dove i bambini regnano protagonisti tutti concordano nell’ipotesi di adottare alcune specie, preferendole ovviamente ad altre.

Portare in casa un esemplare di gatto siamese o sacro di Birmania, ad esempio, significherà scegliere di far crescere insieme al bambino un gatto un tantino diverso dagli altri. Il sacro di Birmania è un gatto quasi canino, adora le coccole e ama interagire soprattutto con bambini e persone anziane, facendolo in maniera sorprendente. I suoi occhi sono pieni d’amore, sempre limpidi e desiderosi di qualche carezza in più.

Non importa a che ora del giorno; l’importante è che i bambini siano sempre presenti con esso.

Pappagalli, conigli e porcellini d’India

Pappagalli, conigli e porcellini d’India, infine, costituiscono dei validi esempi di come una convivenza felice tra animale domestico e bambino sia assolutamente possibile. Bisogna prestare molta attenzione, però, a scegliere bene tra questi animali in relazione al periodo di vita e dal carattere dei più piccoli. I pappagalli, ad esempio, assorbono meglio il contatto diretto con qualsiasi persona gli si ponga davanti. Questo non accade con i porcellini d’India, i conigli e i criceti che per loro natura tendono ad essere più timidi e a tratti scontrosi. Con le dovute accortezze, gli esperti sono d’accordo nell’affermarlo, l’instaurazione di un legame speciale bambino-animale può diventare a dir poco sorprendente.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche