La pelle pruriginosa non deve essere ignorata in gravidanza

Alcune complicazioni della gravidanza, quali aborto spontaneo, sono ben noti, ma una condizione meno comune che può essere dannosa per le madri e fatale per i loro bambini non ancora nati è spesso trascurato. La colestasi intraepatica della gravidanza è una condizione del fegato che provoca prurito alla pelle della madre e triplica il rischio di morte del feto.

La causa di ICP è sconosciuta, ma si ritiene che gli ormoni di gravidanza influenzino la capacità del fegato di trasportare alcune sostanze chimiche, come la bile. Queste sostanze chimiche si accumulano nel sangue e stimolano i nervi sotto la pelle, che provoca prurito terribile.
Se si riscontrano segni di ICP, contattare immediatamente il medico. Lui o lei prelevano campioni di sangue per vedere se il fegato funziona correttamente e per misurare la quantità di sali biliari nel sangue. Potrebbe essere necessario una ecografia per controllare il fegato e monitorare il benessere del tuo bambino.
Secondo la Mayo Clinic, se siete diagnosticati con ICP, il medico può consigliare di prendere un farmaco, come ursodiol, per alleviare il prurito e per diminuire l’assorbimento di bile, l’uso di creme anti-prurito che contengono corticosteroidi o prendere la vostra la pelle in acqua tiepida. Se il medico non suggerisce crema di corticosteroidi, seguire attentamente le istruzioni.

Scritto da Simona Bernini
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come capire i segni di un aborto spontaneo

La fertilizzazione in vitro: come funziona

Leggi anche
Contents.media