È possibile ritardare il taglio del cordone ombelicale?

I motivi per cui sempre più genitori scelgono di effettuare il clampaggio tardivo del cordone sono innumerevoli.

Volete ritardare il taglio del cordone ombelicale del vostro bambino dopo la nascita? Negli ultimi decenni, la maggior parte dei bambini è stata sottoposta al clampaggio del cordone ombelicale subito dopo la nascita. Si pensava che ciò contribuisse a ridurre il rischio di emorragia materna.

Perché ora dovremmo fare il contrario e ritardare il taglio del cordone?

Innanzitutto, se vi state chiedendo che cos’è il clampaggio ritardato del cordone ombelicale, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è quando il cordone ombelicale viene tagliato 1-3 minuti dopo la nascita del bambino, una pratica raccomandata per tutte le nascite. I motivi per cui sempre più genitori scelgono di effettuare il clampaggio tardivo del cordone sono:

  • Ha benefici per lo sviluppo neurologico
  • Diminuisce il rischio di anemia, perché permette di trasferire più sangue dalla placenta al neonato, fornendogli più ferro ed emoglobine
  • Favorisce una transizione cardiopolmonare più fluida e molto altro ancora.

Non c’è da stupirsi che un numero sempre maggiore di famiglie e persino di medici ne facciano una pratica standard dopo la nascita.

È possibile ritardare il taglio del cordone ombelicale e conservare il sangue?

Potreste temere che non ci sia abbastanza sangue per la vostra collezione di conservazione. Dovete scegliere tra le due cose e non avere i benefici del clampaggio ritardato del cordone se decidete di procedere con la banca del sangue del cordone? Assolutamente no.

Molte famiglie pensano automaticamente di poter fare l’una o l’altra cosa, ma in realtà è possibile fare entrambe le cose!

perché ritardare il taglio del cordone ombelicale

Se vi siete informati, sicuramente avrete sentito dire da altre persone che è possibile scegliere solo una delle due opzioni. Ma, come ho detto, questo non è vero. Questo vale solo per le famiglie che hanno intenzione di donare il sangue del cordone ombelicale, poiché hanno un requisito minimo per la conservazione delle donazioni di sangue del cordone ombelicale. La quantità necessaria per una donazione è in genere superiore a quella richiesta dalle banche private per la conservazione. Se scegliete di conservare privatamente il sangue del cordone ombelicale del vostro bambino, potete effettivamente trarre i vantaggi di entrambe le opzioni! Ecco perché:

La placenta e il cordone ombelicale contengono circa 200 millilitri di sangue. Per la conservazione del sangue del cordone ombelicale sono necessari almeno 50 ml. Ecco fatto! Potrete ritardare il clampaggio del cordone di 1-3 minuti e raccogliere il sangue del cordone ombelicale di cui avete bisogno per la banca privata. Tuttavia, non consiglio di aspettare oltre i 3 minuti.

Come ho già detto, se si ritarda il clampaggio del cordone da 1 a 3 minuti non ci dovrebbero essere problemi a raccogliere i 50 ML di sangue cordonale per la conservazione. Questo lasso di tempo di 1-3 minuti trasferisce circa 80-100 ml di sangue nel bambino, lasciando al medico una quantità di sangue cordonale sufficiente per la raccolta per la banca privata. È bello sapere che i genitori possono scegliere entrambe le opzioni, dal momento che entrambe presentano fantastici vantaggi.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le esperienze delle donne durante il parto: cosa pensano?

Quali sono i rischi di un parto prematuro?

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media