Coniuge separato collocatario può trasferirsi in altra città

Un coniuge separato e collocatario può trasferirsi in un’altra città? Se sì, con quali modalità?

Se infatti uno dei due decide di trasferire la propria residenza cambiando città, deve assolutamente ottenere il previo assenso dall’altro genitore prima del trasloco.

Se questo non avviene o non è possibile, può anche chiedere l’autorizzazione al giudice.

Se c’è affido condiviso e il genitore collocatario decide di trasferirsi senza che l’altro coniuge dia assenso o che il giudice l’abbia autorizzato, va infatti incontro ad un illecito che può arrivare reato di sottrazione di minori.

Ovviamente, l’affidamento condiviso vuole che la responsabilità sia esercitata da entrambi i genitori, vale a dire che la decisione circa il destino dei figli deve essere presa di comune accordo da entrambi.

Si chiama “principio della bi-genitorialità“, il quale, se violato, si incorre in sanzioni e di rivalutazioni da parte del giudice per modificare l’affidamento

Scritto da Laura Maisano
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Corso preparto gratuito Roma

Assegno mantenimento figlio maggiorenne fino a quando

Leggi anche
  • Zoomarine orari 2020Zoomarine: tutti gli orari dell’estate 2020

    Zoomarine è uno dei parchi acquatici più amati d’Italia ed è finalmente pronto per riaprire i battenti dopo la quarantena: quali sono gli orari del 2020?

  • Zoomarine biglietti prezzi orariZoomarine: biglietti, prezzi e orari del parco

    Zoomarine è la scelta perfetta per tutte le famiglie che vogliono divertirsi insieme: ma come e dove informarsi in merito a biglietti, prezzi e orari?

  • Zoomarine Orari NavetteZoomarine Orari Navette
  • Loading...
  • Zoomarine Orari AttrazioneZoomarine Orari Attrazione
  • Zone erogene femminiliZone erogene femminili
Contents.media