Notizie.it logo

Ciucci in caucciù: caratteristiche e funzioni

Ciucci in caucciù

Il ciuccio è una componente fondamentale per un bambino. Bisogna sceglierlo con cura tenendo in considerazione alcuni aspetti importanti. Viene fortemente consigliato il ciuccio in caucciù. Vediamo perché.

Il ciuccio non può assolutamente mancare tra gli oggetti di un bambino. Come dimostrato da alcuni studi, il suo utilizzo è molto importante per lo sviluppo psicologico e fisico del bambino.
Vi sono vari tipi di ciucci, che si differiscono per materiale e forma, che crescendo verranno cambiati molto spesso.

Quando il bambino è piccolo e si nutre dal seno della madre, il ciuccio simula questo movimento ed ha una funzione calmante sul bambino. I pediatri consigliano l’uso del ciuccio non prima delle 3 settimane e non oltre i 2 anni perché potrebbe creare dei danni ai denti.

Ciuccio: quale tipo scegliere

Per essere sicuri di scegliere un ciuccio di ottima qualità dobbiamo affidarci ai brand leader nella fabbricazione di prodotti per l’infanzia, come Chicco, Mam, Philips. Non dobbiamo affidarci assolutamente a ciucci di marchi che non conosciamo perché si corre il rischio che i materiali siano scadenti o addirittura tossici.

Il ciuccio deve avere sicuramente una forma ergonomica e un buon materiale.

Si possono trovare in commercio molti tipi di ciuccio da scegliere in base all’età del bambino. Nei primi mesi di età si utilizza il ciuccio cosiddetto “a ciliegia” che riprende la forma del seno materno. Fino ai 6 mesi vita si utilizza il ciuccio in silicone che è molto resistente e si presta bene per essere sterilizzato. Dopo i 6 mesi di vita è molto utile un ciuccio in caucciù che è molto resistente ed elastico e adatto nel periodo in cui appaiono i primi dentini. Ovviamente ci sono ciucci unisex o che si differenziano per bambini e bambine, ma la differenza è puramente estetica. Ci sono anche quelli dotati di catenelle per appendere ai vestiti.

I ciucci in caucciù: le caratteristiche

Approfondiamo la questione del ciuccio in caucciù. Si tratta di una gomma naturale che si ottiene da alcune piante. Ha delle caratteristiche che lo rendono adatto alla fabbricazione di articoli per bambini perché è poroso, resistente ed elastico.

Come abbiamo già detto, è adatto dai 6 mesi in poi proprio perché può essere morso e dare soddisfazione al bambino che prova fastidio per la crescita dei dentini.

Possiamo trovare nei negozi dedicati o sul web molti ciucci in caucciù fra cui scegliere. La marca più prestigiosa e raccomandata è la Chicco. Ecco le caratteristiche del suo ciuccio Physio in caucciù:

  • Tettarella dalla forma che si adatta facilmente alla bocca del bambino aiutandolo a posizionare correttamente la lingua;
  • Distribuzione uniforme della pressione sul palato;
  • Materiali morbidi;
  • Fori di ventilazione per il passaggio dell’aria che evitano irritazioni alla pelle date dall’accumulo di saliva;
  • Si presenta soffice e resistente ed è stato riconosciuto come il miglior ciuccio per neonato del 2020.

Alcuni consigli

Ricordiamoci che una norma fondamentale di igiene è la sterilizzazione del ciuccio soprattutto nei primi 6 mesi, quando il sistema immunitario è ancora in fase di sviluppo. Il ciuccio è raccomandato dal primo mese di vita in poi.

Per bambini nati prematuri invece, si può dare il ciuccio anche prima.

Nel crescere, si consiglia di utilizzarlo fino a un massimo di 24 mesi. Ricordiamo di fare affidamento solo ai marchi di qualità e di cambiare il ciuccio ogni 2 mesi o quando vediamo delle lesioni.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
  • bmi neonati percentiliBMI nei neonati: come si calcolano i percentili

    Il BMI è un indice di massa corporea calcolabile attraverso delle formule matematiche e delle tabelle percentuali. La massa corporea varia da bambino a bambino e quindi anche tali tabelle.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.