Notizie.it logo

Come spiegare storia dei Padri Pellegrini ai bambini

raccontare chi erano i padri pellegrini ai bimbi

Negli Stati Uniti si festeggia ogni anno e, per la precisione, la quarta domenica di novembre, il Giorno del Ringraziamento, per ricordare la storia dei Padri Pellegrini. Ecco come spiegare l’evento storico ai bambini in soli 5 passaggi:

  1. Tanto tempo fa, nel 1534, il re d’Inghilterra Enrico VIII, inaugurò una riforma religiosa per eliminare la religione cattolica dalla nazione e per affermare un’altra dottrina cristiana, la religione anglicana, fondò una nuova chiesa, di cui divenne il capo e ruppe ogni legame con il Papa.
  2. Circa un secolo dopo, durante il regno di Giacomo I, una setta di religiosi, detti puritani, si ribellava all’autorità del sovrano perché non accettava alcune usanze all’interno della Chiesa Anglicana che erano giudicate molto simili a quelle cattoliche, per essere liberi di professare le loro credenze, i puritani fuggirono prima in Olanda e poi decisero di andare nel Nord America.
  3. Nel 1620 un gruppo di circa 100 persone s’imbarcò sulla nave Mayflower e, dopo un lunghissimo e durissimo viaggio, durante il quale morirono alcuni passeggeri, raggiunse le coste del Massachussets e il 21 dicembre di quell’anno finalmente sbarcò in un luogo che fu chiamato “la roccia di Plymouth”.
  4. I fuggitivi sono ricordati come “Padri Pellegrini”, nella nuova patria costruirono case e iniziarono a coltivare la terra, stabilirono buoni legami con gli abitanti nativi, i quali insegnarono loro alcune tecniche di coltivazione, i raccolti furono così abbondanti che l’anno dopo, nell’ottobre del 1621, organizzarono una grande festa per ringraziare Dio di quello che avevano.
  5. La tradizione della festa dei Padri Pellegrini si è tramandata fino ai nostri giorni ed è oggi conosciuta come Giorno del Ringraziamento.

    Negli Stati Uniti è usanza radunarsi in famiglia per la celebrazione e preparare un lauto pranzo, il cui piatto caratteristico è il tacchino, per rendere grazie al Signore e pregarlo di proteggere sempre la famiglia.

Anche se si tratta di una festività che non appartiene alla civiltà del nostro paese, è bello che i bambini ne conoscano il significato, per far maturare l’interesse e la curiosità verso le tradizioni di altri popoli e imparare ad apprezzare culture diverse dalla propria.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche