Notizie.it logo

Rispondere a domande imbarazzanti

Rispondere a domande imbarazzanti

Quando state guidando in autostrada, il vostro bambino di sei anni potrebbe sorprendervi con domande del tipo: “Cos’è un night club?”oppure “Cosa sono le protesi?”, grazie insegne! Ai bambini delle elementari piace pronunciare ad alta voce quello che leggono sui cartelli o sulle copertine dei giornali, ma potrebbero non capirlo. Ovviamente per qualsiasi domanda vanno dalla loro fidata fonte di informazioni: voi! Ecco come rispondere:

Mantenete le vostre risposte brevi e appropriate all’età. Anche se molte parole sono cariche di significato per voi, non hanno senso per i vostri figli quindi state calme. Rispondete direttamente con parole che lui può capire e siate preparate ad ulteriori domande. Prendetelo seriamente e sicuramente tornerà a chiedere a voi, anziché cercare informazioni presso fonti meno affidabili.

Rimandate una risposta se necessario, ma non per sempre.

Se siete in pubblico va bene dire a vostro figlio di aspettare fino a quando potrete rispondere completamente e in privato. Quel giorno potrebbe dimenticare, ma tenetevi pronti per la prossima volta.

Tenete in conto il suo livello di maturità. Se pensate che sia pronto alla risposta, trattate l’incontro occasionale di vostro figlio con quella parola come un’occasione per discutere del tema. Invece, se vostro figlio non è ancora maturo per trattare un determinato argomento, spiegategli che ci sono dei temi per i quali non è ancora abbastanza grande.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
  • Come fare passeggiata con i figliCoronavirus, consentita la passeggiata con i figli: come fare

    Il 31 marzo 2020 è stata divulgata una circolare da parte del Viminale che consente la passeggiata ai figli minori accompagnati da un solo genitore nei pressi dell’abitazione. Bisogna chiarire come fare e quali sono le norme da rispettare.