Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Lavori che mettono a rischio la gravidanza

Immagine in evidenza predefinita Mamme Magazine

Le donne sono resistenti e loro possono fare il lavoro di qualsiasi uomo, ma il vostro bambino non è così resistente adesso. Ci sono alcuni lavori che possono essere fisicamente troppo faticosi o tossici perchè una donna li continui durante la sua gravidanza. Questi includono:

  • lavoro che richiede di stare ore in piedi: cuoche, infermiere, commesse, cameriere, agenti di polizia, e altre, hanno lavori che le tengono in piedi tutto il giorno. Questo può essere difficile per una donna incinta, ma potrebbe essere completamente pericoloso per un bambino non ancora nato. Le ricerche hanno trovato che molte ore in piedi durante l’ultima metà della gravidanza interrompe la circolazione di sangue. Lo stare troppo in piedi sul lavoro potrebbe aumentare il rischio per la madre di sviluppare una pressione alta, in aggiunta al rischio di parto prematuro. Questo perchè le donne in gravidanza ad alto rischio, che lavorano più di 4 h al gioro sui loro piedi, dovrebbero cambiare con un lavoro alla scrivania o lasciarlo dalla 24 esima settimana.

    Quelle che staccano per 30 minuti di ogni ora dovrebbero cambiare lavoro o lasciarlo dalla 32 esima settimana. (Le donne che si sentono bene sul lavoro e non hanno problemi medici, comunque, dovrebbero sentirsi libere di continuare a lavorare).

  • Lavori che richiedono forza fisica: (es sollevare, spingere, caricare materiali tutto il giorno, molti esperti credono, se lo fate, che dovreste chiedere una rissegnzione di lavoro) o lasciare il lavoro dalla 20esima settimana di gravidanza. Se fate questo tipo di lavoro meno intensivamente o faticosamente, potete aspettare fino alla 28 esima settimana.
  • lavori che coinvolgono prodotti chimici tossici. La lista di lavori che coinvolgono sostanze pericolose è lunga chilometri. Considerate l’artistta che lavora con la pittura e con i solventi tutto il giorno, il lavoratore agricolo che lavora con i pesticidi, il fotografo,ecc.
© Riproduzione riservata
Leggi anche